Meteo: Serramanna | 18.95 °C

Nuovo bando per la concessione di contributi per progetti di aggregazione giovanile

di Samuele Pinna Letto 1.770 volte0

Laboratorio1

L’Assessorato della pubblica istruzione ha pubblicato il bando per la concessione di contributi per la realizzazione di progetti di aggregazione giovanile, nell’ambito dei programmi “CultuRas” e “CultuRas2”, finanziati dal Fondo nazionale per le politiche giovanili.

L’intervento sostiene le forme di aggregazione, di incontro e la diffusione di iniziative culturali tra i giovani di età compresa tra i 14 e i 30 anni, residenti o domiciliati in Sardegna.

In particolare il programma intende sviluppare:

  • la creatività e le capacità propositive dei giovani, attraverso la partecipazione a progetti di educazione artistica, espressiva e sociale;
  • l’autonomia e la responsabilità dei giovani, per mezzo di interventi di orientamento studio/lavoro e forme di aggregazione nel territorio;
  • “le competenze alla vita”, con la creazione di forme alternative ai sistemi educativi e formativi tradizionali, come la partecipazione ad attività ludico-creative e di volontariato.

Sono finanziabili i progetti di aggregazione che realizzino le seguenti azioni:

  • percorsi formativi, attraverso l’affiancamento di “talenti senior” e giovani talenti;
  • realizzazione di opere/installazioni progettate e allestite dai giovani artisti;
  • iniziative che valorizzino creatività, abilità e talenti (inclusi gli spettacoli teatrali, rassegne, festival e concorsi);
  • interventi di orientamento studio/lavoro;
  • interventi di promozione della cittadinanza attiva;
  • interventi di promozione di attività che accrescano il patrimonio di conoscenze e capacità nei giovani e consentano di impiegare il tempo libero in attività utili, quali quelle ludico-creative e di volontariato.

Possono presentare domanda di finanziamento:

  • le organizzazioni di volontariato iscritte al registro generale del volontariato della Regione Sardegna;
  • le associazioni di promozione sociale iscritte nel relativo registro regionale;
  • le cooperative sociali iscritte all’apposito albo regionale.

Le organizzazioni beneficiarie devono inoltre:

  • svolgere la propria attività e perseguire finalità compatibili con le finalità del bando;
  • avere sede operativa in Sardegna da almeno un anno;
  • avere realizzato negli ultimi due anni progetti finanziati con contributi pubblici di importo almeno pari alla metà del contributo richiesto;
  • concludere un accordo di partenariato con uno o più Enti locali nel territorio sardo dove il progetto verrà realizzato.

Le domande di contributo dovranno pervenire entro il 19 novembre 2015 alla Regione Autonoma della Sardegna – Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni culturali, Informazione, Spettacolo e Sport- Direzione Generale Pubblica Istruzione – Servizio Università e Politiche giovanili- 2° piano- Ufficio protocollo – Viale Trieste, 186 – 09123 Cagliari.

Informazione a cura dell’ Urp della Presidenza

Commenta via Facebook

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato