La Società Polisportiva Gialeto fu fondata ufficialmente il 13 giugno 1909 a Serramanna (data desunta dall’articolo pubblicato sull’Unione Sarda del 14.06. 1909, «Serramanna (CA) Ieri sera si è costituita in questo comune la società “Gialeto” della quale fanno parte 59 soci fondatori, 39 effettivi, 20 allievi e 8 allieve»), ad opera di Francesco Murgia, noto Chicchino, un commerciante cagliaritano che volle creare a Serramanna una società sportiva ad immagine della gloriosa società ginnica Amsicora di Cagliari.Il motto della neonata società era “vinci senza presunzione, perdi senza amarezza”.

Ma fu proprio la società Amsicora di Cagliari, con oltre 400 atleti, a tenere a battesimo la fondazione della “Gialeto” con un’esibizione che entusiasmò i serramannesi; l’esibizione si tenne il giorno 6 giugno 1909, giacché la società serramannese era già virtualmente costituita, subito dopo i successi ottenuti dagli atleti cagliaritani al Convegno ginnico tenutosi a Palermo pochi giorni prima.

L’8 giugno 1909 su “L’Unione Sarda” ci fu un approfondito articolo in merito alla festosa manifestazione.

Il tutto fu impeccabilmente organizzato dal signor Francesco Murgia, negoziante, e da Pietro Nioi, insegnante, che accolsero l’Amsicora e il suo presidente Guido Costa alla stazione dei treni, fin dal loro arrivo alle ore 08:10 del mattino, assieme ai soci della costituente società Gialeto, ai soci del circolo di lettura presieduti dal Cavalier Cesare Lepori, dai membri della Società Operaia e da un folto pubblico.

Fanfara Amsicora

Fanfara Amsicora

Fanfara Gialeto

Fanfara Gialeto

Il corteo degli atleti delle due società accompagnati dalle fanfare sfilarono per le vie del paese applauditi dalla moltitudine dei serramannesi assiepati lungo le vie.

img3img4

Il saggio vero e proprio si tenne alle ore 16 e si ricorda la mirabile rappresentazione del ginnasta amsicorino Giacomo Puddu già pluripremiato al concorso nazionale di Palermo.

Alle 19, a manifestazione ginnica conclusa, gli atleti in corteo furono ricevuti da sindaco, signor Aurelio Cixi che omaggiò tutti con assaggi di eccellenti vini serramannesi.

Infine alle 19:30 con un festante corteo gli ospiti furono accompagnato alla stazione.

A soli due mesi dalla fondazione, la Gialeto, poté fregiarsi del titolo sardo di sollevamento grazie a Salvatore Marongiu, che lo vinse anche nel 1913 e nel 1920.

Atleti della Gialeto

Atleti della Gialeto

Salvatore Marongiu

Salvatore Marongiu

Col venir meno dell’apporto economico di Chicchino Murgia e con la generale crisi economica dovuta anche alle due guerre, la Società Ginnastica “Gialeto” si avviò verso un inesorabile declino che portò a vendere perfino le coppe e i trofei conquistati in venti anni di attività agonistica.

L’attività sportiva della Gialeto che inizialmente riguardava solo la ginnastica, a cui il pubblico di quegli anni prestava maggiore attenzione, fu seguito da altre discipline, quali il pugilato e il tiro a volo, il ciclismo e infine il calcio.

A dire il vero a Serramanna il movimento calcistico, non nacque propriamente con la Gialeto; già nel 1928 in pieno periodo fascista vi era una squadra locale, chiamata “Sangelicana” (o “S’Angelicana”) che fino ai primi anni ’30 disputava le sue partite in “s’axroba ‘e Giuanni Zucca” (più o meno nella zona tra l’attuale Corso Italia e la pista di pattinaggio) e successivamente presso “Su campu de Michelinu” (tra le attuali Via San Leonardo, Via San Marino e Via Malta).

La formazione della Sangelicana di Serramanna (notare la maglia caratterizzata da fascio littorio sul petto)

La formazione della Sangelicana di Serramanna
(notare la maglia caratterizzata da fascio littorio sul petto)

Ogni tanto veniva ad allenarsi a Serramanna anche la squadra del Cagliari, e grazie a Corrado Delunas (autore de “La grande storia del Cagliari vol.1 – Dalla fondazione allo scudetto – Geo Edizioni), è possibile vedere alcune foto scattate proprio a Serramanna, esattamente il 1° giugno 1931.

Le squadre della Sangelicana e del Cagliari

Le squadre della Sangelicana e del Cagliari

La squadra del Cagliari

La squadra del Cagliari

A partire da 1932, il campo utilizzato, era ubicato oltre la ferrovia, tra le attuali Via Polonia, Via Ungheria e Via Nazioni Unite, dove si giocò fino al 1944.
Anche le maglie cambiarono, infatti in alcune foto del 1930, di proprietà del signor Giovanni Concas, appaiono a righine orizzontali.

gialeto30b gialeto30a

I rapporti amichevoli tra Serramanna e il Cagliari son proseguiti fino ai giorni nostri e numerose son state le partite giocate al comunale “Fausto Coppi”, di cui riporto appresso alcune cronache.

Amichevoli Cagliari Calcio

Notizie tratte da http://www.cagliaricalcio.net

Giovedì 7 Febbraio 2002

Rigore parato da Dessì

Finisce 15 a 2 l’amichevole giocata questo pomeriggio dal Cagliari a Serramanna contro la Gialeto.

Il test ha confermato che l’unico ballottaggio è quello fra Gorgone e Melis, per occupare il posto di Lucenti. Ieri, Gorgone è stato preferito a Melis nel primo tempo dell’amichevole, ma i giochi sono aperti. Non sembra in dubbio la presenza di Cudini, che accusa un leggero indolenzimento muscolare. Ieri il difensore non ha giocato ma si è allenato con intensità, seguito dal secondo allenatore Vallongo. «È un problema di poco conto», taglia corto il professor Massimiliano Salvi, ortopedico di fiducia rossoblù, «non ci sono dubbi sul suo recupero».

Sonetti ha quindi mandato in campo una difesa formata da Pantanelli, Modesto, Lopez, Circati e De Angelis; un centrocampo con Gorgone, Pinna, Conti e Esposito; un attacco con Suazo e Cammarata. Dopo un’occasione di Lai per la Gialeto, il Cagliari ha accelerato segnando gol a grappoli. Ha aperto Modesto (tocco sulla linea su felice conclusione di Cammarata), hanno proseguito Suazo (tripletta), Cammarata (doppietta, più il solito rigore sbagliato), Esposito e Gorgone. Infine un autogol di Pilloni e una rete (nella porta giusta) di Murgia, per il 9-1 del primo tempo. Nella ripresa ha aperto Lai per la Gialeto, poi Negri ha segnato il suo primo gol con la maglia del Cagliari, mentre una doppietta di Ragatzu ha confezionato il 12-2 finale.

Alla fine, festa in campo e fuori. I momenti bui sembrano alle spalle.

Ivan Paone

Gialeto: Dessì, Pilloni, Siddi (Cocco), Sanna, Massa, Tagliazucchi (Carboni), Vincis, Dettori (Zucca), Murgia (Faedda), Lai, Cirina (Murroni). All. Mura.

Cagliari: Pantanelli (Mancini), Modesto (Dionisio), Circati (Di Fabio), Lopez (Grassadonia), De Angelis (Sulcis), Gorgone (Sogus, Gavioli), Pinna (Abeijon), Conti (Lucenti), Esposito (Melis), Cammarata (Negri), Suazo (Ragatzu). All. Sonetti.

Arbitro: Angioni di Oristano.

Reti: nel p.t.Suazo (tre), Cammarata (due), Modesto, Gorgone, Esposito, Pilloni (autogol), Murgia (G.): nel s.t. Lai (G.), Ragatzu (due), Negri.

Il tour di alcuni rossoblù è proseguito. Infatti, Pantanelli, Mancini, Cammarata, accompagnati dai dirigenti Loviselli e Carboni hanno fatto visita al Cagliari Club Serramanna nel quale hanno incontrato dirigenti e tifosi.

Giovedì 20 Marzo 2003

Amichevole contro la Gialeto a Serramanna.

Questa la partitella infrasettimanale disputata dal Cagliari questa settimana.

In evidenza le cosiddette seconde linee con Bucchi e Cammarata in grande spolvero (5 goal a testa). Mancavano all’appello Gorgone, Pinna e Guana infortunati e indisponibili per la partita di lunedì a Verona.

Giovedì 2 Marzo 2006

Un pò il sole, un pò la pioggia per quanto concerne le condizioni ambientali, così come un pò il brutto ed un pò il bello per quanto attiene la prestazione rossoblù nel corso della partita amichevole disputata nel pomeriggio al “Cellino” di Assemini con la Gialeto di Serramanna.

6 a 1 il risultato finale con reti cagliaritane equamente distribuite nelle due frazioni di gioco e gol della bandiera messo a segno dagli ospiti nel finale di gara.

Nel 1° tempo Sonetti manda in campo Chimenti, Ferri, Vignati, Lopez, Pisano, Abejon, Budel, Gobbi, Esposito, Capone e Langella.

Cagliari subito in vantaggio con Capone, raddoppio di Ferri alla metà del tempo e marcatura di Esposito in chiusura.

Cagliari ancora in goal con Budel cui fa seguito Cocco ed infine Pani su rigore. L’onore della Gialeto porta la firma di Michele Manunza che segna quasi sul fischio di chiusura.

Giovedì 22 Novembre 2007

img10

Si è conclusa 8 a 1 per il Cagliari l’amichevole del giovedì contro la Gialeto, formazione militante nel campionato di Promozione. Un buon galoppo che ha evidenziato un Foggia in grande spolvero. A rovinare la giornata, l’infortunio di Shala. Lo svizzero ha riportato una distorsione al ginocchio sinistro. Cagliari in vantaggio al 6′ con Foggia, che devia in rete un cross di Agostini. Il raddoppio al 19′ ancora di Foggia. Il fantasista si procurava un rigore che egli stesso trasformava. Al 33′ terzo gol firmato Acquafresca, messo in azione da Foggia. Il 4-0 col quale si chiudeva il primo tempo era ancora di Foggia, dopo una splendida azione personale nella quale il giocatore napoletano dribblava anche Pillittu prima di depositare in rete. Nella ripresa arrotondavano il punteggio Larrivey al 5′ con un tiro di piatto, e tre minuti dopo il giovane Cotza: bello il suo tiro di esterno proprio sotto l’incrocio dei pali. La Gialeto accorciava le distanze con Olla, che si inser5iva bene in area e superava Marruocco. Al 36′ bel goal di Mancosu: dribbling secco sull’avversario e sventola imparabile. Sigillava il risultato sull’8-1 Larrivey, con un bel colpo di testa.

Cagliari: Fortin (Marruocco), Ferri (Magliochetti), Bianco (Canini), Lopez (Bizera), Agostini (Del Grosso), Biondini (Shala), Conti (Cotza), Parola (Fini), Foggia (Mancosu), Acquafresca (Larrivey), Matri (Francescoli)

Gialeto: Pillittu, Mascia, S. Lai, Masia, Baldanza, Desogus, Caria, C. Lai, Fadda, Pooli, Ibba. Nella ripresa sono entrati Boassa, Marongiu, Olla e LIlliu

Mercoledì 7 Gennaio 2009

13 goal del Cagliari sulla Gialeto nel consueto test infrasettimanale disputatosi allo stadio “Fausto Coppi” di Serramanna, davanti ad un pubblico di circa 800 persone. Rossoblù in vantaggio al 25′ con Ragatzu, che di testa in tuffo manda alle spalle di Carzedda su cross di Fini. Raddoppia Pani al 29′: imparabile il bolide del centrocampista sardo, con palla all’angolino basso. Quattro minuti più tardi, è la volta di Larrivey, che sfrutta alla perfezione una punizione astutamente battuta da Conti. Al 40′ Ferri fa poker, deviando di testa in rete un tiro al volo di Conti. Nella ripresa arrivano altri nove goal: cinque ad opera di uno Jeda scatenato (55, 58, 61, 74 e 89′), 49′ Cossu, 51′ Matri, 84′ Biondini e Lazzari al 88′.

Cagliari (1 tempo): Lupatelli, Ferri, Canini, Astori, Agostini, Fini, Conti, Parola, Pani, Ragatzu, Larrivey

Cagliari (2 tempo): Marchetti, Pisano, Matheu, Bianco (65′ Lopez), Magliochetti, Biondini, Burrai, Lazzari, Cossu, Jeda, Matri

Gialeto: Carzedda, Mascia, Lai, Costa, Pili, Piga, Atzeni, Cocco, Uda, Congiu, Fadda. Nella ripresa sono entrati Olla, Congiu, Caboni, Collu, Biddai, Spiga e Porcu.

img11

img14

img13

img12

4 agosto 2010 Cagliari – Campobasso

Informazioni: http://www.aserramanna.it/2010/07/cagliari-campobasso-a-serramanna

17 sett 2014 Cagliari-Selargius

Puoi leggere la sintesi: http://www.aserramanna.it/2014/09/sintesi-cagliari-selargius-serramanna

Il Cagliari Club di Serramanna

Non è quindi un caso che a Serramanna sia rinato il Cagliari Club. Quello che inizialmente sembrava un sogno buttato lì, ha pian piano preso forma e grazie alla caparbietà e interessamento del Presidente e del suo vice si è concretizzato.