Meteo: Serramanna | 17.27 °C

Il Libro d’Oro dei Nostri Eroi: libro di Luigi Atzori

di Davide Batzella Letto 894 volte0

È in stampa il  “LIBRO D’ORO DEI NOSTRI EROI“, il Martirologio dei soldati di Serramanna – Storie e racconti dei militari Caduti, Dispersi e Decorati al Valor Militare, di Luigi Atzori.

La presentazione dell’opera si terrà il giorno 3 novembre 2017 presso l’Exmà (Sala Vico Mossa), in via Parrocchia a Serramanna, alle ore 17.00. Modera l’incontro Maria Grazia Cossu dell’Ass. Culturale “Il Pungolo”, organizzatrice dell’evento.

Ecco ora l’introduzione della ricerca storica che Luigi ha effettuato per ricordare i nostri caduti delle Guerre.

Dove acquistare il libro

Puoi acquistare il libro presso shoplibro.com, l’ecommerce de La Sorgente.

INTRODUZIONE

L’intento di scrivere il LIBRO D’ORO dei nostri Eroi di Serramanna, nasce dal desiderio e dalla necessità di fermare sulla carta, documentare i nomi di tanti soldati caduti con Onore, dispersi e decorati al Valore, che parteciparono a tutte le guerre. Un Libro d’Oro che farà passare, sotto gli occhi dei lettori, i nomi dei nostri soldati caduti sotto un’unica bandiera (il Tricolore), che vinsero un nemico agguerrito che si oppose alle nostre speranze, sferrando una grande Vittoria. Pagine di nomi e racconti di nobili gesta che designano il sacrificio e la virtù dei nostri soldati, che non vennero mai meno all’Onore e a una lunga tradizione di Fedeltà.

Anche Serramanna, come tanti altri Comuni della Sardegna e dell’Italia, ha contribuito a versare il sangue dei suoi soldati nel corso di numerose guerre. Tanti suoi figli hanno combattuto per l’ Onore Militare della Patria e della propria Bandiera, tanti soldati si sono immolati con atti di eroismo e di gloria. Scelsero la giusta via, quella già segnata nei loro animosi petti e nei loro generosi cuori, donando la vita e la loro giovane età.

Nell’anno 2015 ricorre il centesimo anniversario dell’ingresso dell’Italia nella Grande Guerra, passata alla storia come una delle più cruente combattute dall’Italia. Sono anni importanti da ricordare perché tanti nostri soldati sono caduti per il privilegio di conquistare la libertà, per cui è necessario consacrare e tramandare alle nuove generazioni il loro ricordo con intramontabile gratitudine. I loro nomi, scritti a caratteri d’oro, rimangano sempre vivi non soltanto nei monumenti, ma nel cuore dei nostri Concittadini perché possa proseguire, anche in futuro, il ricordo di coloro che affrontarono impavidi una morte gloriosa, quale esempio di alto senso del dovere e dedizione agli ideali della Patria, che ha sempre distinto la loro breve esistenza.

Un ricordo dei nostri eroi, figli, martiri, mutilati e superstiti, possa essere tramandato ai giovani Serramannesi quale dimostrazione dei sacrifici compiuti per la libertà e la grandezza della nostra Italia, fino ai limiti estremi dell’olocausto. Nomi da esaltare e glorificare in un unico monumento dedicato alla loro grandezza.

I nostri soldati sono stati chiamati alle guerre, lasciando la famiglia, il lavoro, gli amici, per combattere un nemico sconosciuto; combattendo donarono l’anima, il corpo, il sangue e la vita.

Tanti sono partiti e non sono più tornati; sono i nostri soldati, tutti EROI, spesso caduti senza lasciare un nome o una tomba dove poterli piangere e ricordare, soldati senza alloro, eroi a cui fu concesso l’alto rango dell’azzurro, colore del valore e del coraggio e a tutti i martiri cui tale segno non fu concesso.

…… Soldati che diedero tutto e nulla chiesero ….

Quanti SOLDATI, hanno donato la vita combattendo in territorio nemico; sulle cime delle montagne, sull’Altopiano dell’arido Carso, sul Piave, sulle frontiere, in Albania, Africa, Russia, Grecia. Soldati dispersi, sepolture ignote nei burroni, nelle valli, nei corsi dei fiumi, nei fondali marini, luoghi dove non verrà mai deposto un fiore.

Tanti i figli della Sardegna e di Serramanna, uomini forti, coraggiosi e generosi, di diversa indole, umili contadini, bravi artigiani, professionisti, studenti, NOMI che in queste pagine si sono confusi, come si confusero in guerra, nei sacrifici, negli atti eroici e nella morte.

Ora che questo libro è diventato realtà, un’opera concreta, lo presento a Voi lettori per fare insieme un viaggio nella storia dei nostri Eroi. Un’emozionante avventura che merita di essere letta per far rivivere i nomi di coloro che, negli ultimi due secoli, hanno partecipato alle diverse guerre di cui oggi rimangono solo i nomi di località e di battaglie sui libri di storia. Questo lavoro intende consegnare il ricordo dei nostri soldati alla Storia, descrivendo la vita militare e la morte di tanti giovani Concittadini nel corso di fatti d’armi diventati leggenda.

Serramanna, Giugno 2017.

Luigi Atzori

Commenta via Facebook

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato