Meteo: Serramanna | 15 °C

Serramanna Calcio in Prima Categoria: una squadra costruita per la Promozione

di Davide Batzella Letto 512 volte0

È tra le grandi favorite al salto in Promozione. Il Serramanna punta in alto.

“L’obiettivo è senz’altro quello di disputare un campionato di vertice – dice l’allenatore Fausto Putzolu – . Cercheremo di ottenere il massimo risultato. Sarà poi il campo a parlare”.

La società, capeggiata dal presidente Enrico Maccioni ha allestito una rosa di primo livello.

Sul mercato ha agito il direttore sportivo Gianbattista Sposito (in passato ha operato nell’ufficio commerciale della Juventus).

Tra i volti nuovi Michael Medda, Alessio Meloni, Pietro Aretino, Abodourahamane Sani e il portiere Sandro Secchi. “L’età media della rosa – continua mister Putzolu – è bassa. In organico tantissimi giovani. Alcuni di loro vantano esperienze in Eccellenza e Promozione”.

Le concorrenti del Serramanna? “Si parla di Villasimius e Atletico Settimo ma ce ne saranno anche altre. Non conosco le altre realtà e sinceramente preferisco pensare soltanto alla mia squadra”.

Il Serramanna è stato ripescato in Prima categoria, grazie al secondo posto ottenuto nella scorsa stagione in Seconda.

“Per due punti non siamo arrivati primi. Avevamo perso in casa lo scontro diretto con l’Atletico Sanluri. Vincevamo uno a zero sino all’87’. I nostri avversari avevano poi capovolto il risultato nel finale. Al ritorno avevamo vinto sul loro campo uno a cinque. Abbiamo segnato dei record importanti. Il miglior attacco dall’Eccellenza alla Terza. Centodue reti. Abbiamo ottenuto diciannove risultati utili consecutivi”, racconta Putzolu.

Il campionato inizia il 23 settembre. Per Putzolu, serramannese doc, si tratta del terzo anno di fila alla guida del Serramanna dopo le esperienze a Nuraminis e in diverse squadre giovanili di Serramanna.

Era stato anche il vice di Giuseppe Mura quando il Serramanna aveva vinto la Promozione. Nel 2013/2014 la squadra militava in Eccellenza poi la caduta sino alla Seconda. Ora la ripresa.

Ha sposato il progetto il centrocampista Michel Medda, ex Villacidrese, Quartu 2000, Siliqua e Villasimius. “La società è ambiziosa – dice Medda – e ha le idee ben chiare. Per questo ho scelto Serramanna. Ci sono tutti gli ingredienti per poter far bene. Siamo consapevoli che non sarà un torneo semplice. Molte altre squadre hanno allestito organici di prima fascia. Penso a Atletico Cagliari, Villasimius e Atletico Settimo. Inoltre le formazioni ogliastrine sono sempre difficili da affrontare”.

Fonte | Articolo di A. Serreli disponibile su L’Unione Sarda (24 08 2018 – Link)

Le parole del nuovo patron: “Grande squadra e nuovi impianti sportivi”

La Prima categoria per il Serramanna deve essere solo di passaggio. Il nuovo proprietario Matteo Pilato, imprenditore cagliaritano, è ambizioso. Il sogno è quello di investire per cercate di riportare la Serramanna calcistica ai livelli di un tempo, quando con la Gialeto ha toccato anche la Serie D.

Pilato ha confermato i quadri dirigenziali e la presidenza di Enrico Maccioni e ha affidato a Gianbattista Sposito il compito di condurre la campagna acquisti. Sono arrivati una trentina di giocatori per la prima squadra e la Juniores.

“Sono ambizioso, ho le idee chiare – dice l’imprenditore con esperienze di lavoro anche nel Principato di Monaco – Nello stesso tempo, preferisco essere realista, so stare, insomma, con i piedi per terra. Confido nella collaborazione di tutti gli sportivi. Io assicuro il mio impegno”.

Matteo Pilato loda il presidente Enrico Maccioni, i suoi dirigenti, il direttore sportivo Gianbattista Sposito, con esperienza anche a livello professionistico. Indica nel brasiliano Felipe Soares Silva l’acquisto più clamoroso. “Un giocatore straordinario – assicura il patron – che farà carriera. È venuto in Sardegna per fare fortuna. Può giocare tra i professionisti. Segna e sa fare assist millimetrici. Sposito ha fatto il gran colpo, insomma. Ha portato tanti altri giocatori importanti, dimostrando di conoscere benissimo anche il calcio isolano”.

Gli ultimi tesseramenti riguardano Atzeni, Aretino, Sani, Sall, Sechi. E, poi, l’attaccante William Amorati, la scorsa stagione al Siliqua in Promozione, l’esterno basso Karfà Diakhite (classe 1999), ex Calangianus, e il centrocampista brasiliano Felipe Yago Silva Soares (1992), ex Parnahyba, Medda. L’allenatore è Fausto Putzolu.

“L’obiettivo è quello di provare a vincere il torneo”, dice il direttore sportivo Sposito. “Abbiamo allestito una rosa importante. È chiaro che ci sono altre avversarie che puntano al salto in Promozione. Penso a Villasimius e Atletico Settimo. Sarà una bella lotta con un livello tecnico superiore a quello degli ultimi anni in Prima categoria”.

Fonte | Articolo di A. Serreli disponibile su L’Unione Sarda (08 09 2018 – Link)

Commenta via Facebook

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato