Meteo: Serramanna | 26.14 °C

Franco Putzolu

Nato a Serramanna nel 1936, Franco Putzolu esordì giovanissimo nel 1953 inviando una vignetta al settimanale “Il Calcio e il Ciclismo Illustrato”. Qualcuno, lo ha definito nel tempo il “Forattini sardo”, e lui è stato sicuramente un artista del calibro dei vignettisti nazionali come Forattini, Vauro, Altan, Ellekappa, o internazionali come l’argentino Quino. L’essere nato e vissuto in Sardegna ha sicuramente penalizzato la sua carriera professionale, impedendo al Putzolu di farsi conoscere da un bacino più ampio di pubblico.

Negli anni ‘50 collaborò col settimanale romano “Il Travaso delle idee” e poi, trasferitosi a Milano, venne assunto alla Gamma Film, dei fratelli Gavioli, dove realizzava cartoni animati pubblicitari per la televisione (i caroselli) dando vita a personaggi divenuti celebri, come la famiglia di trogloditi Babbut, Mammut e Figliut, capitan Trinchetto e tanti altri. Lavorò anche per “Il Travaso”, per “Il Delatore”, per “Bertoldo” e per la collana di libri “Questi Umoristi”.

Alla fine degli anni sessanta, Putzolu rientrò in Sardegna e si propose a “L’Unione Sarda”, allora diretta da Fabio Maria Crivelli. Nel 1974 la striscia “Sardus Pater” (disegnata da Antonio Castangia) venne affiancata da quella di Putzolu denominata “Sardus Filius”: tale fumetto permetteva a Putzolu di sfoderare una delle sue migliori armi da fuoco e cioè la satira sociale e di costume.

Il noto economista sardo, Paolo Savona, parlando di lui disse: «Putzolu è il più fine ed acuto osservatore e commentatore della realtà socio-economico-culturale della Sardegna».

Ciò che colpisce, oltre l’efficacia umoristica che permette alle vignette di restare sempre divertenti, è la capacità dell’autore di sintetizzare con pochi tratti le situazioni più complesse; questa è una prerogativa che è tipica solo dei grandi maestri, una categoria a cui Putzolu certamente appartiene.

Nel 2008 viene premiato dal Comune di Serramanna con il “Serramannensis Gens”: premio voluto dall’amministrazione comunale proprio con lo scopo di rendere riconoscimento «a quei cittadini che con la loro opera hanno dato lustro a Serramanna»

Franco Putzolu si è spento, all’età di 75 anni, il 3 aprile 2011.


Fonti: