Meteo: Serramanna | 17.05 °C

Cosa ci hanno promesso?

di admin Letto 7.961 volte2

Ulivo

Ecco i programmi elettorali delle coalizioni che hanno vinto a Serramanna nelle ultime due votazioni:

“L’ULIVO – CENTRO SINISTRA PER SERRAMANNA” 2002GARANZIA DELLA STABILITÀ AMMINISTRATIVA

La coalizione de “L’ULIVO – CENTRO SINISTRA PER SERRAMANNA” nasce e si forma con la convinzione che, per una corretta amministrazione della “cosa pubblica”, della Comunità Serramannese in questo caso, non possa avere applicazione il principio che, ad ogni rinnovo degli organi amministrativi, si passi ad una rivisitazione e ad un rivoluzionamento della programmazione precedente, fatto questo che per noi è estremamente negativo.
Partendo dal presupposto che diversi interventi già programmati (nel senso che sono già progettati e finanziati) incideranno anche in modo strutturale, nello sviluppo dell’economia Serramannese e della propria vita sociale, ne citiamo alcuni.

INTERVENTI IN CORSO DI ESECUZIONE

  • La realizzazione dell’impianto di illuminazione pubblica del Viale Sant’Ignazio;
  • il rifacimento della sede stradale del viale Sant’Ignazio;
  • la realizzazione della rete di illuminazione pubblica nella via Grandi, via Isonzo, Via Costituzione, Via Cimabue, Via Trieste e vicoli, Via Crispi e vicoli, Via Cagliari;
  • la riqualificazione della Piazza Martiri e Via Roma;
  • la sistemazione e completamento della viabilità interna (Via S. Leonardo, D. Chiesa, Grandi, Albania, Vico S. Leonardo ed altre);
  • l’adeguamento alle attuali normative in materia di sicurezza degli edifici scolastici;
  • realizzazione nelle scuole medie ed elementari (sia di Via Sicilia che di Via Pellico) di ulteriori 3 aule multimediali;
  • rifacimento illuminazione pubblica Via Roma;
  • il completamento dell’area artigianale (P.I.P.) Piano Insediamenti Produttivi (rete idrica ed elettrica);
  • la riqualificazione con il rifacimento dei sottoservizi nella Via Serra (tratto Sa Gruxi Santa);
  • una ulteriore trivellazione per l’acqua potabile da destinare al potenziamento della rete idrica per il centro abitato;
  • il completamento ed il recupero del Duomo San Leonardo e delle sue pertinenze;
  • il completamento della seconda fase di realizzazione del canile comunale, con la realizzazione del depuratore;
  • Il recupero dei locali dell’ex mattatoio (Via Parrocchia) da destinare a scopi socio – culturali;
  • un intervento di riattamento del Centro di Aggregazione Sociale di Via fratelli Rosselli;
  • la realizzazione del centro di scambio merci (interporto);
  • la gassificazione del territorio di Serramanna (attuazione dell’accordo di programma intercomunale tra i comuni di Samassi, Sanluri, Villacidro e il Consorzio Industriale di Villacidro);
  • bitumazione delle strade di campagna (Via Monastir, Bia Beccia de Casteddu, Via Villagreca ed altre);
  • attivazione del “Baby Parking” in Via D’Annunzio;
  • la rivitalizzazione del parco di Via XXV Aprile e sistemazione Piazza 1 ° Maggio;
  • l’ampliamento del cimitero, che prevede una vasta espansione dell’area cimiteriale.

Citandole, intendiamo confermare tali scelte, e ritenerle già premessa del nostro programma amministrativo assieme alle tante che hanno già trovato attuazione e di cui riportiamo, di seguito, alcuni esempi:

  • nel settore dello sviluppo economico è in fase di attuazione il “Patto territoriale per l’agricoltura“, presentato con i comuni di Samassi, Villasor e Villacidro in cui hanno trovato finanziamento quattro imprese agricole, tra le quali la cooperativa che raggruppa la quasi totalità degli agricoltori di Serramanna, e che saranno destinatarie di un investimento complessivo di quasi 6 miliardi di lire;
  • l’attivazione del servizio “Informagiovani“: servizio dislocato nella Piazza Gramsci e attivo da circa un anno che è già diventato un punto di riferimento per i giovani (e non solo) che vogliono tenersi aggiornati sulle richieste del mercato del lavoro;
  • l’attuazione di numerosi laboratori per l’attività di soggetti “diversamente abili” per un loro impegno nella vita sociale e un inserimento nel mondo produttivo;
  • l’avvio di quattro corsi (biennali) validi per l’assolvimento dell’obbligo formativo dei ragazzi e ragazze fino al 18° anno d’età, finalizzati al raggiungimento di una qualifica professionale (installatore impianti di condizionamento, operatore su personal computer, elettricista) che ha coinvolto finora circa 60 ragazzi/e Serramannesi;
  • il restauro conservativo della chiesetta campestre di “Santa Maria“, che ha ridato ai Serramannesi il santuario, riferimento tradizionale per la nostra comunità, nonché la fruibilità dell’area circostante;
  • la realizzazione del manto erboso del campo sportivo “Fausto Coppi”, con un radicale intervento nel settore dei posti a disposizione del pubblico e nell’intero impianto;
    l’ampliamento della rete dell’illuminazione pubblica nella Via Cavour e nelle sue traverse;
  • il rifacimento quasi totale della scuola materna di Via Rinascita;
  • la sistemazione stradale e la bitumazione della Via Serra, asse principale (con la Via Roma) della viabilità interna di Serramanna;
  • il rifacimento di alcune strade di campagna (Bia Gruxi de Maria Serra, Bia Sa Funtana, ecc.);
  • la manutenzione e la sostituzione dei pali dell’illuminazione pubblica del quartiere di “Campu Sa Lua”;
  • il completamento della rete fognaria, che con la realizzazione degli allacci alle utenze domestiche, serve ormai la quasi totalità del paese;
  • la ridefinizione del Viale Matteotti, anch’esso asse viario principale di Serramanna;
  • la sistemazione delle aree verdi di Via Cagliari, della Piazza Matteotti e della Via de Nicola;
  • la manutenzione straordinaria ed il rifacimento stradale della circonvallazione Corso Repubblica;
  • la realizzazione di un ulteriore lotto della rete dell’illuminazione pubblica nella Via Principe Umberto;
  • il rifacimento della rete idrica, fognaria e dell’illuminazione pubblica, con la seguente bitumazione della Via D’Annunzio.

LE LINEE DI INDIRIZZO PROGRAMMATICHE PER IL QUINQUENNIO 2002/2007

SVILUPPO LOCALE

  • Iniziative a sostegno dello sviluppo (promozione);
  • sostegno e sviluppo del settore dell’artigianato e del commercio tramite l’elaborazione di un programma per uno sviluppo sostenibile con particolare riguardo all’incremento dei livelli occupativi nel settore;
  • incentivi alle nuove imprese per la creazione di nuovi posti di lavoro e per la stabilizzazione dell’occupazione (contributi “de minimis”);
  • incentivi all’associazionismo delle imprese e delle attività produttive;
  • sviluppo dei PIP – Piano Insediamenti Produttivi.

AGRICOLTURA E ALLEVAMENTO

Iniziativa di avvio delle procedure per il riordino fondiario;

riutilizzo ai fini irrigui delle acque reflue essendo stato già finanziato il progetto per il trattamento terziario delle acque depurate per il riutilizzo in agricoltura, saranno avviate le rivendicazioni alla Regione per lo sbocco della procedura e per il convogliamento delle acque alle reti di distribuzione;

viabilità ed elettrificazione rurale;

incentivazione alla trasformazione e alla valorizzazione dei prodotti locali affin­ché queste lavorazioni avvengano in loco;

sostegno al settore dell’allevamento, con iniziative di valorizzazione e di infor­mazione agli addetti, sulle varie opportunità offerte dalle leggi di settore.

PUBBLICA ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE

Adeguamento delle infrastrutture e dei locali scolastici;

aumento dell’offerta formativa in ambito zonale in raccordo al sistema dei tra­sporti;

aumento dell’offerta formativa finalizzata all’ingresso nel mondo del lavoro;

interventi finalizzati alla lotta per la riduzione della dispersione scolastica;

corsi di formazione per l’utilizzo del computer, adeguati alle attuali richieste del mondo del lavoro.

IGIENE E SANITÀ URBANA

Avvio dell’operatività del Canile comunale con la collaborazione delle Associa­zioni di Volontariato e di protezione animali, includendo il servizio coordinato accalappiacani;

interventi a salvaguardia delle zone periferiche più soggette a inconvenienti igienici, con progetti mirati che consentano l’individuazione delle discariche abusive, il risanamento del territorio per la sua salvaguardia.

SERVIZI TECNOLOGICI

Servizio acqua potabile con nuova trivellazione;

raccolta differenziata e riutilizzo della risorsa rifiuto;

gestione consortile dei servizi (servizio idrico integrato e raccolta e smaltimento rifiuti solidi urbani);

completamento della rete dell’illuminazione pubblica.

SPAZI ATTREZZATI PER ATTIVITÀ DI SPETTACOLO E PER ILTURISMO ITINERANTE

• Contemplando l’idea di uno sviluppo globale nel settore turistico, anche in senso di turismo alternativo, intendiamo realizzare uno spazio attrezzato per attività di spettacolo e per il turismo, infatti, garantisce enormi potenzialità di sviluppo, non solo agli operatori turistici in senso stretto, ma anche a molte altre categorie economiche, quali quelle del settore alimentare, bar e ristoranti, distributori di carburante e officine meccaniche. Questa area, oltre a disciplinare il turismo itine­rante, essendo dotata di tutti i servizi, potrà essere, all’occorrenza, utilizzata dalla protezione civile e/o per ospitare ciclicamente attività sociali come fiere, parchi divertimento e spettacoli all’aperto.

IMPIANTI SPORTIVI

Realizzazione della PISCINA, per cui è stato già redatto il progetto preliminare ed individuata la dislocazione nella via Cavour angolo via Toti, col sistema della “finanza di progetto” che consiste nella realizzazione e gestione dell’impianto, a seguito di bando pubblico di assegnazione, da parte di un soggetto pri­vato senza quindi spese per la Comunità Serramannese;

realizzazione di un CENTRO SPORTIVO POLIFUNZIONALE, atto da accogliere le sempre maggiori richieste da parte delle società sportive;

interventi di adeguamento agli impianti esistenti relativi agli stabili di: Via Sve­zia, Scuole Elementari e Medie di Via Sicilia, Campu Sa Lua;

rifacimento della pista di atletica leggera nell’impianto di “Bia Nuraminis”;

realizzazione di campetti rionali polivalenti con un sistema di utilizzo che coinvolga gli abitanti del quartiere;

sistemazione del campo sportivo di “Campu Sa Lua“, relativo al campo di gioco ormai di difficile utilizzo;

completamento del campo di calcetto sito in Corso Italia;

realizzazione di una pista ciclabile riservata soprattutto ai mini ciclisti.

INTERVENTI A FAVORE DELLA TERZA ETÀ

Realizzazione della casa di riposo per anziane e anziani;

attività in collaborazione con le Associazioni degli anziani.


INTERVENTI A FAVORE DEI GIOVANI E DEGLI ADOLESCENTI

Recupero e realizzazione di spazi attrezzati per i giovani e gli adolescenti (ved parco giochi piazza Matteotti, parco via XXV aprile);
attuazione del “Consiglio Comunale dei Ragazzi”, per un maggiore coinvolgi mento e per cercare di avvicinare i giovani alle istituzioni.

SERVIZI SOCIALI

Servizio di assistenza a domicilio agli anziani;

valorizzazione dell’anziano come parte attiva nel recupero delle tradizioni lo cali, della memoria storica e degli antichi mestieri;

assistenza alle categorie svantaggiate.

URBANISTICA – EDILIZIA

Rivitalizzazione dell’offerta di aree edificabili anche con lo sblocco di situazioni che in diversi quartieri non permettono una soluzione urbanistica completa, con l’utilizzo dei nuovi strumenti di intervento;

rivitalizzazione dell’offerta per l’edilizia economico popolare;

interventi nel Centro Storico;

realizzazione di un sistema informativo territoriale (GIS) per la gestione automatizzata del territorio, finalizzata a un monitoraggio e ad una program­mazione attenta dello sviluppo dello stesso.

CULTURA E ATTIVITÀ RICREATIVE

Le politiche culturali dovranno essere espressione di una progettualità che parta dall’idea di identità socio – culturale della Comunità, quale specificità e valore. L’orizzonte delle politiche culturali nei prossimi anni dovrà essere focalizzato sul recupero dell’identità serramannese e sarda, in un’ottica che, valorizzando la memoria lontana e più recente, agisca nel presente. Quest’idea di “cultura” na­sce dalla consapevolezza che “Serramanna” sia una mirabile risorsa e consente di fare in modo che gli eventi culturali e i momenti di aggregazione diventino im­portanti occasioni per alimentare politiche rivolte ai giovani, alla terza età e alle varie fasce sociali della popolazione. A tale scopo ci impegniamo a rivitaliz­zare l’intera area urbana mediante i’individuazione e/o riqualificazione di spa­zi da utilizzare per le varie attività culturali;

IL COMUNE E LA LINGUA SARDA

Attraverso l’applicazione della L. 482, la coalizione si impegna a promuovere e a favorire tutte le iniziative che si propongono di valorizzare la civiltà locale in tutte le sue espressioni culturali, linguistiche e tradizionali. E nostra intenzione proporre, d’intesa con le istituzioni scolastiche, l’attivazione di un progetto locale nel campo dello studio della lingua e delle tradizioni culturali proprie della comunità serramannese;

garantiremo, che negli uffici comunali sia presente personale in grado di rispon­dere alle richieste del pubblico usando la “lingua sarda”;

favoriremo l’attività di Associazioni aventi come finalità la salvaguardia, la valo­rizzazione e la diffusione della lingua sarda;

adotteremo i toponimi conformi alle tradizioni e agli usi locali che andranno ad integrare la toponomastica ufficiale.

BIBLIOTECA E MEDIATECA

Potenziamento della biblioteca comunale e attivazione di una mediateca, con utilizzo delle nuove tecnologie;

ampliamento degli orari e degli spazi per la consultazione dei testi; creazione di un “Internet Point”.

PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA DEI CITTADINI E INFORMAZIONE SULL’ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA

• Istituzione dei comitati di quartiere, per la gestione e tutela coordinata con i resi­denti, del verde pubblico e degli spazi attrezzati.

TRASPARENZA E CERTEZZA DEI TEMPI DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

Potenziamento dell’U.R.P. (Ufficio Relazioni con il Pubblico);

consultazione procedimenti tramite rete internet;

potenziamento del SITO INTERNET ISTITUZIONALE (www.comune.serramanna.ca.it) costruito per offrire tutti quei servizi previsti dalla legge quali bandi di concorso, gare, deliberazioni, regolamenti e altri atti.

AMBIENTE – VERDE PUBBLICO

Introduzione delle fonti alternative di energia pulita, quali l’energia eolica e l’energia fotovoltaica, con l’utilizzo di quest’ultima negli edifici pubblici; tale scelta consentirà un maggior rispetto per l’ambiente, salvaguardando i delicati equilibri ambientali, oggi fortemente a rischio;

valorizzazione della località campestre di Santa Maria, tramite la realizzazione di uno spazio verde attrezzato;

sistemazione delle aree verdi interne al perimetro urbano.

PARI OPPORTUNITÀ

• Iniziative ed impegni a garanzia del rispetto delle pari opportunità.

CENTRO SERVIZI DI RILEVANZA ZONALE AL PUBBLICO

Centro Servizi zonale per la razionalizzazione e decentramento degli uffici oggi dislocati in altri comuni:

nuovo catasto urbano;

nuovo catasto terreni;

sportello unico attività produttive;

ufficio espropri.

TRAFFICO PEDONALE, VIABILITÀ E PARCHEGGI

Completamento della viabilità esterna al centro abitato;

attuazione di un “piano parcheggi” che coinvolga sia il centro storico, sia le periferie, attingendo dai fondi messi a disposizione dalle attuali leggi di settore;

circonvallazione lato est Serramanna;

circolazione pedonale e dei veicoli nella Via Roma e nella Via Serra.

STRUMENTI DI PROGRAMMAZIONE

Per l’attuazione del programma della coalizione “L’ULIVO – CENTRO SINISTRA PER SERRAMANNA” intendiamo utilizzare tutti gli strumenti di programmazione negoziata, con il coinvolgimento attivo e a tutto campo delle imprese e delle ini­ziative private, per porre in essere una attività efficace occorrerà costituire un gruppo tecnico di lavoro permanente che possa far utilizzare tutte le opportu­nità date dagli interventi e dalle azioni previste dal P. O. R. (programma opera­tivo regionale), dai P. I. T. (Programmi Integrati Territoriali), dai Contratti d’area, dai patti territoriali e dagli accordi di programma.

“L’ULIVO – CENTRO SINISTRA PER SERRAMANNA” 2007SITUAZIONE DI PARTENZA

La programmazione di una Comunità non può prescindere dalla situazione del proprio bilancio economico, nella sua elaborazione annuale e triennale.
L’Amministrazione Comunale di Serramanna che si insedierà a seguito delle elezioni del 27 e 28 maggio 2007 avrà in mano un Comune “Sano”, senza debiti o contenziosi gravi, e pronto, da subito, ad attivare le azioni di governo del proprio “Programma Amministrativo”.
Le Amministrazioni Comunali, dal 1997 al 2002, e dal 2002 al 2007, rispettando in pieno i vincoli della spesa pubblica derivati dal cosiddetto “Trattato di Maastricht” hanno permesso una “seria” programmazione ed una “attenta” destinazione delle risorse finanziarie a disposizione del Comune di Serramanna; tutto questo facendo anche “guadagnare” alla Comunità una cifra di circa 300.000 euro a titolo di “Premio” dello Stato.

Le principali Azioni realizzate dal 2002

Nuova Palestra polifunzionale – un investimento di oltre 700.000 euro per costruire un nuovo impianto sportivo, fuori dai vincoli di utilizzo promiscuo con le scuole, nell’area sportiva di Bia Nuraminis destinata a diventare una “Cittadella sportiva”. L’impianto dovrà essere idoneo anche per spettacoli e concerti al chiuso.
• Realizzazione del campo in erba sintetica “Campu Sa Lua“;
Ridefinizione delle strutture del Parco “La Pineta“, che permetteranno una gestione ed un utilizzo più consono;

Sistemazione dell’area giochi per bambini di Via Svezia e bonifica dell’acquitrino preesistente;

• Apertura e concessione del “Bocciodromo Comunale”
Sistemazione dei campi da tennis di Via Cagliari; Le azioni nel settore della EDILIZIA SCOLASTICA
Rifacimento completo della scuola materna Via Rinascita;
• Interventi diversi nella scuola materna Via Fratelli Cervi;
• Intervento completo di messa a norma della scuola elementare di Via Silvio Pellico;
• Messa a norma impianti elettrici scuola elementare Via Sicilia;
• Intervento di messa a norma della scuola Media di Via Sicilia relativamente agli impianti elettrici e alla normativa antincendio;
• Realizzazione ex novo delle aule multimediali nella scuola media e nelle scuole elementari di Via Sicilia e Via Silvio Pellico;

Interventi di RIQUALIFICAZIONE URBANA, con fondi destinati esclusivamente al CENTRO STORICO:
Rifacimento illuminazione pubblica Via Roma e Piazza Martiri;
• Rifacimento illuminazione pubblica Via Serra;
• Intervento completo di restauro e recupero del “Duomo di San Leonardo” e della torre campanaria;
Recupero funzionale dei locali del “Montegranatico“;
Rifacimento completo della Via Giulio Cesare;
Marciapiede pedonale nella Via Roma;

Le azioni in favore delle ATTIVITA ‘ PRODUTTIVE
Assegnazione di tutte le aree nel P.I.P. (Piano Insediamenti Produttivi) con nuovi spazi alle imprese produttive locali;
• Incentivi all’avviamento di 22 imprese locali, mediante la concessione del cosiddetto contributo “de minimis”;

Le azioni in favore delle IMPRESE AGRICOLE

Rifacimento di numerose strade di campagna, quali Bia Su Pirastu, Bia Casteddu, Bia Beccia de Casteddu, Bia Santu Aingiu, Bia Sa Funtana, Bruncu Gattus, Bia Murta Niedda, Bia Biddarega, Su Cracchiri, Sa Concia, Is Figus, ecc..
• Realizzazione di un acquedotto rurale in località “Pimpisu”, con fondi dell’Unione Europea e della Regione Sardegna;

Le principali infrastrutture di carattere generale
Rifacimento delle rete dell’acqua potabile dell’abitato;
• Realizzazione della nuova stazione di pompaggio dell’acqua potabile per il quartiere di “Campu sa Lua”;
• Realizzazione del nuovo pozzo di prelievo di acqua potabile di “Murta Niedda”;
• Completamento della rete di illuminazione pubblica;
Rifacimento di numerose strade interne, quali Via Oristano, Vico Giotto, Via Cesare Battisti, Via Sella, Via Alagon, Via Manno.
• Completamento dell‘ExMa di Via Parrocchia per un utilizzo a fini culturali, e progettazione sulla stessa area di una sala conferenze con 250 posti;
Ampliamento del cimitero;
Completamento della circonvallazione lato est del centro abitato (da Via Cavour a Corso Repubblica);
Completamento del Viale Sant’Ignazio;
• Stipula del contratto per la costruzione e la gestione da parte di un’impresa privata, in regime di “Finanza di Progetto”, della piscina di Serramanna;

Nei diversi strumenti di PROGRAMMAZIONE REGIONALE
• Serramanna è inserita nel “Programma di metanizzazione“, ed è destinataria, con Samassi, Serrenti, Sanluri, Samatzai, Furtei, Segariu e Guasila, di un finanziamento pubblico per la realizzazione della rete di distribuzione;
• Serramanna avrà la sede, all’interno dei locali del “Poliambulatorio“, del “Centro Dialisi” zonale.

PROSPETTO OFFERTA LOTTI PER EDIFICAZIONE ABITATIVA PRIVATA

Lotti disponibili al 2002 Lotti disponibili al 2007 Lotti disponibili al 2009

circa 200 circa 20
circa 80 (da nuova lottizzazione privata)

LE LINEE DI INDIRIZZO PROGRAMMATICHE PER IL QUINQUENNIO 2007/2012

LA COESIONE SOCIALE DEI SERRAMANNESI
Sport
Associazionismo
Pubblica Istruzione e formazione
Identità e cultura

SERVIZI AL CITTADINO
Lo Sportello del Cittadino
I Servizi Integrati alla persona
Nuovi strumenti al servizio del Cittadino Nuove tecnologie

LO SVILUPPO DELLE ATTIVITÀ’ PRODUTTIVE
Nuovi spazi Servizi alle imprese Azioni per l’agricoltura

IL CENTRO STORICO
La fruibilità e la valorizzazione La vivibilità

URBANISTICA E QUALITÀ’ URBANA
La qualità degli spazi pubblici
II programma speciale per la zona ovest
Infrastrutture di carattere generale

LA COESIONE SOCIALE DEI SERRAMANNESI

SPORT

Lo sport, le associazioni sportive e le attività sportive sono da sempre un asse portante della società serramannese. La coalizione de “L’ULIVO” intende rafforzare questo settore fondamentale per la nostra comunità.
In particolare fanno parte del programma amministrativo:
• Sostegno alle diverse società sportive, in modo particolare a quelle che operano nel settore giovanile;
Completamento della Cittadella Sportiva di “Bia Nuraminis” che sarà resa completamente fruibile dai cittadini:
Rifacimento della pista di atletica leggera e dei servizi annessi (spogliatoi e bagni);
Sistemazione del manto dell’impianto sportivo di Bia Nuraminis da realizzare in erba sintetica;
• Completamento degli interventi nell’area dei campi da tennis;
• Realizzazione di campetti rionali polivalenti;

ASSOCIAZIONISMO

Le diverse associazioni di cittadini operanti a Serramanna rappresentano l’identità socio-culturale della nostra comunità ed allo stesso tempo una risorsa di immenso valore per il nostro paese, in quanto ricoprendo diversi settori del volontariato e della cultura hanno come obiettivo principale l’aggregazione tra le varie fasce sociali della popolazione.
La coalizione intende sostenere tutte le forme associazionistiche tramite il supporto per la ricerca di finanziamenti mirati allo svolgimento delle attività, ed in particolare si propone di:
favorire la collaborazione tra le diverse associazioni presenti nel territorio;
• Istituire la “Consulta delle Associazioni”;
• Individuare aree e locali da destinare allo svolgimento delle attività associazionistiche e di volontariato.

Pubblica Istruzione e formazione

Il “sistema formativo integrato” quale presupposto di progettualità, continuità e raccordo tra scuola e territorio.

Nella prospettiva di una stretta connessione e interazione tra scuola e comunità di appartenenza, ci impegniamo a cooperare per tradurre in pratica le finalità di un progetto educativo condiviso, che trova i suoi punti di forza negli obiettivi prioritari da perseguire con coerenza e unitarietà.

• Realizzazione di interventi a favore della continuità educativa, considerata nella sua duplice linea formativa: verticale (educazione permanente), e orizzontale (collaborazione scuola, famiglia, enti locali, agenzie del territorio);
• Possibilità di stipulare convenzioni e protocolli d’intesa con università, aziende, enti locali, associazioni culturali, sportive e socio-educative;
• Promozione di un dialogo costruttivo con le famiglie e i comitati dei genitori, finalizzato alla costruzione di relazioni costanti che riconoscano i reciproci ruoli e si supportino vicendevolmente nelle comuni finalità educative;

• Strategie di intervento a favore della accoglienza, della integrazione e della inclusione della persona nel contesto scolastico e nella più ampia comunità territoriale, con particolare attenzione al sostegno delle forme di diversità e di svantaggio e valorizzazione dell’identità culturale di ciascuno;
Interventi mirati a contrastare il fenomeno della dispersione scolastica;

• Istituzione del “Consiglio Comunale dei Ragazzi” e della “Consulta Giovanile“, per educare le nuove generazioni alla cittadinanza attiva e alla responsabilità civica;
Sensibilizzazione alle problematiche socio-sanitarie e ambientali, attraverso campagne informative e percorsi didattici di studio e di ricercazione:
• Utilizzo, da parte della scuola, di strutture esterne da considerarsi quali aule didattiche decentrate, con l’obiettivo di mettere a profitto tutte le risorse del territorio, per una piena valorizzazione dei beni culturali e materiali che costituiscono il patrimonio della comunità; (antiche case campidanesi, ex mattatoio, ex mercato “Is Postus”, antica scuola elementare di P.zza Gramsci, ex chiesa di S. Sebastiano, parchi e giardini pubblici);
Collaborazione tra scuola e biblioteca comunale, con programmazione di percorsi di lettura, attività laboratoriali e incontri con gli autori;
Adeguamento delle infrastrutture e dei locali scolastici;
• Gestione di beni e servizi funzionali all’attività didattica;

• Incremento dell’offerta formativa e collaborazione con la Provincia per ottimizzare il sistema dei trasporti al servizio degli studenti pendolari;
Attivazione di corsi per l’utilizzo del computer, anche in ambito scolastico, nella prospettiva di una educazione permanente;
• Incremento dell’offerta formativa finalizzata al lavoro nel mondo dell’impresa.

IDENTITÀ E CULTURA

“Non si possono realizzare appieno le possibilità del presente senza una profonda memoria e condivisione delle radici storiche”

La conoscenza della storia locale e la ricostruzione di eventi e quadri di vita del passato costituiscono il presupposto essenziale per il recupero del bagaglio culturale della Comunità Serramannese.
La storia e la lingua, gli usi e i costumi, le tradizioni e i giochi che arrivano da generazioni passate rappresentano, infatti, gli strumenti più adatti a costruire legami di appartenenza e continuità. Allo scopo di intrecciare più saldamente i fili della memoria storica al presente, ci impegniamo a far sì che tutto ciò che appartiene alla cultura locale non scivoli nella dimenticanza, ma sia difeso e conservato dalle nuove generazioni quale segno di identità collettiva, attraverso le seguenti azioni:
• Pubblicazione, a cura del Comune, di una monografia sulla comunità locale e ristampa di testi e saggi di autori serramannesi;
Riconoscimento di merito alle personalità che con le loro opere hanno dato lustro alla cittadinanza;
Denominazione, in lingua sarda, degli antichi quartieri del paese e loro rappresentazione su mappe;
• Ricostruzione di un nuovo assetto della ex chiesa di San Sebastiano, mediante opera di ristrutturazione e valorizzazione dello spazio interno (mostre, conferenze, convegni) ed esterno (attività ludico-ricreative, manifestazioni di vario genere);
Completamento e attivazione del nucleo museale dell’ex mattatoio, con materiali archeologici provenienti dalla necropoli di “Su Fraigu” e da collezioni private, frutto di donazioni; valorizzazione del museo delle tradizioni religiose, che vanta un patrimonio d’arte sacra di inestimabile valore;
• Salvaguardia, mediante incentivi, di prospetti di strada che mantengono inalterata la loro natura e uniformità;
Identificazione di strutture significative atte ad accogliere mostre etnografiche, esposizioni di manufatti, produzioni tipiche e prodotti locali;
Rivitalizzazione del centro storico e riqualificazione delle aree periferiche, mediante iniziative di aggregazione sociale, in collaborazione con le istituzioni scolastiche e le associazioni socio-culturali, a sostegno del gioco, del teatro, della musica e del ballo sardo;
Stimolo e impulso a favore delle iniziative legate alla tradizione popolare (sagre, fiere…) e alle manifestazioni culturali rivolte ai Giovani e alle diverse fasce sociali della popolazione.

Nel periodo 2007 / 2012, arco di attività del Consiglio Comunale che sarà eletto il 27 e 28 maggio, ricadono, tra le altre 2 importanti ricorrenze:

nel 2008 ricorrono i 100 anni dalla fondazione della “Società Operaia” nel 2009 ricorrono i 100 anni dalla fondazione della “Gialeto” Questi avvenimenti saranno celebrati con tutta la Comunità di Serramanna.

SERVIZI AL CITTADINO

Lo Sportello Unico del Cittadino
Un Servizio in più per Serramanna

Con la realizzazione di un unico sportello per il cittadino diminuiranno le file agli sportelli e la burocrazia sarà snellita al minimo (ad esempio, con un cambio di residenza si potranno volturare tutte le utenze comunali e consorziali in un’unica operazione).

Servizi integrati alla Persona Maggiori opportunità

Il vecchio sistema di erogazione dei servizi socio-assistenziali si avvia ad essere gradualmente sostituito dal nuovo sistema programmato dai PLUS (Piani Locali Unitari dei Servizi), da concordare con l’Azienda Sanitaria USL a livello di Distretto.
Serramanna sarà sempre più protagonista nella Provincia offrendo standard di servizi sempre più alti e “nuovi servizi”, oggi mancanti nel nostro Comune (assistenza integrata ai disabili, agli adolescenti, alle famiglie, ecc.).
Nei servizi alla persona sarà rafforzato il servizio di assistenza domiciliare agli anziani, i progetti a favore dei giovani e degli adolescenti.
L’azione “Nonno risorsa” sarà rinnovata al fine di valorizzare l’anziano nella vita sociale e come parte attiva nel recupero delle tradizioni locali, della memoria storica e degli antichi mestieri.

Nuovi Strumenti al servizio del Cittadino

Diventiamo protagonisti

Serramanna si proietta nel futuro sfruttando ogni opportunità che si muove secondo le linee indicate dai programmi di informatizzazione della Sardegna e cerca di crescere e di essere protagonista nella nuova Provincia. Con l’imminente apertura del CCT (Centro di Competenza Territoriale, punto unico di riferimento per i 28 Comuni del Medio-Campidano), che avrà sede a Serramanna, tali opportunità potranno diventare realtà.
Adesione al portale “Comunas” (più servizi a domicilio, maggiori informazioni, più trasparenza degli atti amministrativi),
• Potenziamento dello Sportello Unico per le Attività Produttive, (meno burocrazia e maggiori opportunità per le nostre Imprese).
Adesione al programma “CIVIS” (valorizzazione e rafforzamento dei centri minori).

Nuove tecnologie
Usciamo dall’isolamento digitale

Un risultato che sembrava impossibile ma che, grazie ad una dura ed intensa battaglia (da parte dei cittadini soprattutto), ci ha visti raggiungere un obiettivo importantissimo; infatti entro il 2007 (l’autorizzazione comunale è stata rilasciata il 7 maggio u.s.) Serramanna sarà raggiunta dalla “fibra ottica” con l’attivazione quindi dei servizi a banda larga quali le connessioni internet, servizi telefonici via internet, ecc.. Un risultato storico per tutta la Comunità, per i Cittadini, per le Imprese e le Istituzioni.

LO SVILUPPO DELLE ATTIVITÀ’ PRODUTTIVE

I nuovi spazi

Al fine di favorire l’evoluzione dell’economia serramannese, sempre più orientata verso il settore dei “Servizi” e delle “Produzioni locali”, la coalizione porterà avanti il programma di ampliamento del “Piano Insediamenti Produttivi“. Lo stesso piano prevedere anche un’area attrezzata per la promozione e la valorizzazione delle imprese locali.

Servizi per le imprese

Al fine di rafforzare le imprese locali e renderle competitive nel mercato regionale lo Sportello Unico Attività Produttive attiverà momenti periodici di aggiornamento e di informazione sulle leggi di settore ed in particolare per i settori Artigiano, dei servizi, delle produzioni, del commercio elettronico, dell’imprenditoria giovanile e dell’impresa femminile.
Le azioni per l’agricoltura
• Collaborazione con il Consorzio di Bonifica della Sardegna Meridionale per l’avvio del piano di Ricomposizione Fondiaria;
• Ristrutturazione della Viabilità rurale;
• Valorizzazione delle produzioni tipiche locali,
• incentivazione alla trasformazione dei prodotti agricoli affinché queste lavorazioni avvengano in loco;
• sviluppo della filiera agro-alimentare locale;
• sostegno al settore Agricolo e dell’Allevamento, con iniziative di valorizzazione e di informazione agli addetti, sulle varie opportunità offerte dalle Leggi di settore;

IL CENTRO STORICO
La fruibilità e la valorizzazione

La Coalizione si propone di:
riqualificare e valorizzare il Centro Storico, seguendo un programma generale che comprenda l’individuazione e la ristrutturazione dei fabbricati di interesse storico e che identifichi le caratteristiche costruttive del vecchio centro, con reperimento di finanziamenti sia per le proprietà private che pubbliche;
• Ricercare, con i proprietari, il “riuso” dei fabbricati del centro storico per l’avvio di un programma di “Albergo diffuso”;
• Riqualificare le strade e le infrastrutture con l’eliminazione delle palificazioni e delle reti aeree.
La vivibilità

Il programma della coalizione prevede interventi strutturali per migliorare la vivibilità e l’uso quotidiano del “Centro Storico”. In particolare verrà attuato il “piano parcheggi“, che prevede la acquisizione di tre aree da adibire a parcheggi e la definizione delle modalità di gestione degli stessi.

URBANISTICA E QUALITÀ’ URBANA
La qualità degli spazi pubblici

Gli spazi e le aree pubbliche verranno rivisitati in funzione di una migliore fruibilità.
Nel programma attuativo saranno ridefiniti anche gli standard di qualità e la distribuzione degli stessi all’interno dei quartieri e del centro abitato nel suo complesso.

Il Programma Speciale per la Zona Ovest

A seguito dei lavori di raddoppio della linea ferroviaria, e la conseguente costruzione della nuova viabilità della zona ovest del centro abitato (principalmente la bretella interna che collegherà via San Leonardo con via dell’Angelo e la “circonvallazione” di nuova costruzione che permetterà di spostarsi da una parte all’altra del paese in sei/sette minuti), sarà necessario predisporre un apposito “Programma Speciale”.

In particolare il programma dovrà contenere:
Allargamento e rifacimento della Via Albania, con completamento delle reti di raccolta delle acque piovane e della linea fognaria;
Valorizzazione delle aree destinate a “verde attrezzato” e di quelle destinate ai “servizi collettivi”;
• Ridefinizione del sistema di circolazione veicolare all’interno della zona e nelle strade di connessione con gli altri quartieri;
• La salvaguardia degli accessi alle abitazioni della Via Svezia;
• La previsione e l’attuazione di “Zone di completamento“, al fine di rafforzare il quartiere ed offrire nuove opportunità di sviluppo;
Le infrastrutture di carattere generale
• Attivazione degli interventi strutturali finalizzati ad evitare i fenomeni di “allagamento” che interessano frequentemente alcune zone del centro abitato (Via Rinascita, Viale Sant’Ignazio, Viale Matteotti, Via Torino, Via Serra), attraverso la costruzione di almeno due condotte di acque piovane che portino al recettore naturale (Fiume Mannu) le acque meteoriche (uno è senz’altro da prevedere nel Viale Matteotti);
Rafforzamento della rete fognaria, con la previsione di un nuovo attraversamento della linea ferroviaria, nella zona di Via Stati Uniti/Via Treves, al fine di “scaricare” la rete esistente e migliorarne l’efficienza;

Casermette località Santa Barbara

Onde permettere il completamento del tessuto urbano circostante, la Coalizione intende riacquisire alla collettività l’area delle “Casermette“, in località “Santa Barbara”, via 25 Aprile. La disponibilità di quest’area, di circa 17.000 mq, permetterà di ridefinire tutto il quartiere di via Silvio Pellico, e di connetterlo con nuova viabilità alle arterie principali di comunicazione, rendendolo all’uso dei Serramannesi. Tutta la fascia verso la Via 25 Aprile 1945 sarà destinata a parcheggi, al fine di soddisfare le esigenze della zona, ad appena 100 metri dal Centro Storico, dalla Via Cagliari e dalla Piazza dell’Angelo.

Cantina Sociale

I locali e le aree della ex Cantina Sociale, oggi ancora in gestione liquidatoria, devono restare a nostro avviso ancora a destinazione “servizi per l’agricoltura”.
La riconversione e il piano attuativo dell’area, di esclusiva competenza del Consiglio Comunale di Serramanna, saranno attuati in accordo con l’assessorato regionale alla agricoltura per andare nella direzione di rafforzare e consolidare le aziende agricole, zootecniche e di trasformazione agro-alimentare del territorio.

Servizio di Igiene Urbana

Il servizio di raccolta dei rifiuti urbani, attivato nel 2006, da quando cioè non possono essere conferiti in discarica rifiuti non differenziati, ha raggiunto risultati ottimali (sono il 72 % i rifiuti differenziati). Questo fatto, frutto soprattutto degli sforzi dei cittadini e delle famiglie serramannesi, ha permesso di accedere alle “premialità” stabilite dalla Regione, evitando aumenti della tassa. Il servizio, per il fatto che è ancora relativamente “nuovo” e per le continue modifiche normative, presenta degli scompensi che si prevede di risolvere nel breve periodo.
Fondamentale è l’attivazione di almeno una “isola ecologica” nel territorio serramannese, in modo da permettere lo smaltimento delle varie tipologie di rifiuti, mediante il conferimento diretto, anche nelle giornate non indicate dal calendario del servizio. Su questo progetto si sta già lavorando per la progettazione e per l’ottenimento delle necessarie autorizzazioni regionali.

Questo documento con altro materiale elettorale è consultabile e scaricabile on-line dal sito

www.ulivoperserramanna.com E-Mail: [email protected]

Commenta via Facebook

Commenti (2)

  1. Vorrei utilizzare questo canale per avanzare una richiesta importantissima che è sempre all’ordine del giorno in treno tra gli studenti: è possibile aggiornare gli scaffali della biblioteca comunale che accoglie tutte le collezioni degli “harmony” ma ben pochi testi che siano davvero utili alla preparazione di uno studente?

    Sarebbe bellissimo avere dei testi di studio da consultare o da leggere in una sala studio capiente…..
    a questo proposito sarebbe anche utilissimo, secondo me, poter organizzare una catena collaborativa tra noi studenti, anche universitari, magari mettendo a disposizione i nostri testi critici e manuali teorici per coloro che potrebbero averne bisogno in seguito, organizzare una sala in cui poter dibattere su argomenti di studio comuni, insomma formare dei gruppi di studio che potessero dare una mano a tutti noi…………….

    Mi rendo conto che queste proposte dovrebbero essere fatte più dai consiglieri che dai cittadini, ma spero vorrete perdonare questo mio eccesso di zelo!

    Nella speranza che le nostre proposte “costruttive” non rimangano inascoltate, che tutti partecipino attivamente esponendo le proprie idee per poter migliorare e che finalmente l’amministrazione si occupi di cose ben più importanti che rifare le strade del paese a mò di Via Appia, porgo i miei più cordiali saluti a tutti!

       0 Mi piace

  2. ……..Il programma della coalizione prevede interventi strutturali per migliorare la vivibilità e l’uso quotidiano del “Centro Storico”. In particolare verrà attuato il “piano parcheggi“, che prevede la acquisizione di tre aree da adibire a parcheggi e la definizione delle modalità di gestione degli stessi.

    ah ah ah ah ah ah ah non sapre cosaltro dire…. o meeglio mi trattengo

       0 Mi piace

Lascia un Commento per Antonio Annulla commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato