Meteo: Serramanna | 18.21 °C

Area Giochi del Parco Comunale "La Pineta"

di admin Letto 17.476 volte26

di Davide Batzella

Il Parco della Pineta - Area Giochi
Il Parco della Pineta - Area Giochi

Tutti voi, magari andando il sabato mattina al Mercato, avrete sicuramente notato il caratteristico color verde del nuovo prato della Pineta.

Il parco giochi del “La Pineta” è stato ristrutturato pochi mesi fa e grazie a questo è tornato ad essere una delle principali aree verdi del comune di Serramanna. Questo lavoro è stato preceduto da una recinzione che abbraccia tutto il Parco Comunale che ha introdotto un orario di apertura e di chiusura dell’area.

I lavori hanno portato alla messa in IMG_0202sicurezza di tutti gli svariati giochi, dalle altalene fino al grande fortino nuovo di zecca, ricco di scivoli e di divertimento per tutti i bambini. Nell’area è stato fatto crescere del prato verde calpestabile alternato con del terriccio per facilitare lo “scorrazzamento” dei bimbi. E’ stata posta una nuova fontanella d’acqua e sono state rese più fruibili le panchine.

Come per ogni cosa è presente il regolamento dell’Area Giochi:

  • L’area gioco è riservata a bambini di età compresa tra i 3 e gli 8 anni.
  • I bambini devono essere accompagnati e sorvegliati dai genitori, o comunque da un adulto.
  • L’amministrazione declina qualsiasi responsabilità derivante dall’uso improprio degli stessi.

L’orario di apertura è dalle 7.00 alle 24.00 se vige l’ora legale, dalle 6.00 alle 1.00 se vige l’ora solare.

Ecco una raccolta di fotografie:

Commenta via Facebook

Commenti (26)

  1. Bellissimo . Ritengo che tutto il nostro paese sia bellissimo. Occorrerebbe valorizzarlo di più , sopratutto il centro storico : ho sempre pensato che chiudere al traffico il centro storico almeno la domenica , ne favorirebbe la frequentazione da parte delle famiglie e dei bambii rendendo piu vivo il paese e più sicuro. Dopo aver sistemato le strade e magari abbellite con delle fioriere!

       0 Mi piace

  2. finalmente una buona notizia in paese. complimenti agli ideatori 😉

       0 Mi piace

  3. Un bel parco giochi. Sarebbe bello la risistemazione anche di quello a fianco al mercatino di Corso Europa e quello in Viale Sant’Ignazio.
    Naturalmente il solito idiota si è fatto notare imbrattando il cartello con il regolamento e gli orari di apertura.
    Se le cose non durano è anche colpa nostra che non siamo in grado di salvaguardarle.

       0 Mi piace

  4. Molto bello, bravo il comune.

    Per salvaguardarle dai vandali dobbiamo ripararle non appena vengono rovinate, e sistemare una bella telecamera! Tra l’altro in un luogo come questo dovrebbe essere obbligatoria la vigilanza, vista la presenza dei bambini.

    Bisognerebbe estendere anche alle altre aree di competenza comunale questa inaspettata quanto gradita sensibilità del comune verso i luoghi pubblici.

    Sotto con le proposte ragazzi.

       0 Mi piace

  5. gli orari di apertura e chiusura non vengono rispetati e soprattutto vengono aperti solo 2 cancelli e questo non va bene

       0 Mi piace

  6. Concordo con tutti. Un’ottima realizzazione.

       0 Mi piace

  7. @ elisa, avevo questo sospetto anche io… Ieri sera ero di passaggio vicino alla fineta verso le ore 21.30 e mi è sembrato di vedere un signore che chiudeva i cancelli… Che senso ha scrivere che in inverno si chiude alle 24 se poi si chiude in anticipo?

       0 Mi piace

  8. forse li chiudono prima ,per evitare che qualcuno rovini qualcosa..d’inverno i bambini non escono di notte….

       0 Mi piace

  9. intendo la chiusura di tutta la pineta

       0 Mi piace

  10. Ma quale chiusura alle 24!! Il parco viene chiuso ogni giorno alle 9!! O anche prima! Lo noto quasi tutti i giorni, e soprattutto l’ho notato il giorno che colui che chiude i cancelli ha chiuso tutto e c’era la mia bicicletta dentro! E deve ringraziare che io ero un’attimo in pizzeria, altrimenti sarebbe stato un grande problema! Queste cose succedono solo a serramanna, che vergogna!!

       0 Mi piace

  11. Ci sono molti e diversi modi di vedere la realtà. Per esempio il mio punto di vista di genitore e contribuente che paga le tasse e che quindi ha pagato anche il parco “La Pineta” è molto diverso da quello di Erika. Un bene pubblico – arredato con giochi per bambini, che dopo le 9 della sera sono a casa – come La Pineta deve essere preservato dall’azione dei vandali, che la notte agiscono in libertà. A mo’ d’esempio, è utile ricordare quello che è successo, nella notte tra Sabato 16 e Domenica 17 Gennaio, alle foto storiche di Serramanna esposte nelle piazze del paese…
    Chiudere il parco alle 24 comporterebbe un aggravio di spesa, per pagare con tariffa notturna il personale addetto. Il tutto sempre a carico di Pantalone.
    Quando anche Erika verserà una parte del suo reddito all’erario, forse allora, vedrà la realtà da un altro punto d’osservazione.
    La cultura della cosa pubblica, ahi me, è ancora una chimera.

       0 Mi piace

  12. Ma che c’entra, le tasse i miei genitori le pagano come le pagate voi! Il punto è un altro: anche io sono d’accordo che la chiusura alle 24 non vada bene, xk se no i giochi le panchine ecc non durerebbero più di una settimana…! D’inverno Va bene chiuderla alle 9 o anche alle 8! Basta scriverlo però! Non possono scrivere che la pineta viene chiusa alle 24 e poi effettivamente viene chiusa 4 ore prima! Se lo scrivono nulla da ridire!! Non mi permetterei mai di lamentarmi, ci mancherebbe!

       0 Mi piace

  13. Dal mio punto di vista chi ci perde sono i cittadini normali che si vedono negare la possibilità di usufruire di un parco pubblico nelle ore notturne (condivido che mezzanotte in inverno in effetti è un po esagerato).
    Un deficente delinquente con l’intenzione di rovinare qualcosa di certo non si ferma al cancello chiuso.

       0 Mi piace

  14. Allora tra sabato notte e domenica si sono divertiti…..hanno anche strappato dal muro la cassetta delle lettere della yogurteria e l’hanno lanciata nel portone di fronte … mi sembra che siamo tutti d’accordo che le regole ci devono essere e devono essere rispettate “da tutti”!

       0 Mi piace

  15. ma le telecamere in piazza ,non funzionano piu?

       0 Mi piace

  16. Che io sappia le telecamere sparse in giro x il paese non hanno mai funzionato… Spacciano pure droga davanti alle telecamere, senza nessun problema!

       0 Mi piace

  17. giusto Erika ,se no come si mantiene la vera economia di serramanna?

       0 Mi piace

  18. vorrei rispondere al signor paolo che non so neanche chi sia…se lei dovesse entrare in cimitero sa che chiudono alle 17 e invece decidono di chiudere alle 16 senza avvisare lei stia sicuro che dormirebbe la quella notte ..le regole vanno rispettate… si porti sempre il cell a presso e speri che non si scarichi perche in questo caso dormirebbe li….sono stati rinchiusi anche dei ragazzi dentro la pineta

       0 Mi piace

  19. Visto che anch’io pago le tasse all’Erario vorrei capire come mai l’accesso è di fatto consentito solo o quasi esclusivamente a coloro che hanno bambini (rispettabilissimi, peraltro) e non anche a chi, come me, bambini non ne ha ma ha un cane col quale vuole godere di un parco pubblico realizzato anche con i suoi soldi! Ovviamente parlo di cane portato al guinzaglio con eventuale museruola e il necessario per raccogliere gli escrementi.
    Se è un discorso di sicurezza basta mettere una rete a norma che divida in sicurezza le due aree del parco.
    Ma chissà perchè ho il dubbio che il motivo non sia questo. Come al solito a Serramanna per garantire i servizi e tutelari gli interessi di singole categorie di cittadini (cosa peraltro giusta!), si ledono quelli delle altre categorie…e ciò non fa altro che creare attrito tra i cittadini stessi.
    Apprezzo comunque il lavoro realizzato dal Comune ma è un lavoro a metà! Quando si fanno delle cose, delle belle cose, è necessario considerare tutti i soggetti coinvolti non solo alcuni di essi, creando una disuguaglianza ingiustificata.

       0 Mi piace

  20. Sono d’accordo con Carmen , lo spazio c’è per tutti

       0 Mi piace

  21. godetevelo. e bellissimo.serramanna sta diventando sempre piu bella.vista da me che manco dal 1972.forse voi non ci date peso perche ci vivete .ma x chi e lontano dalla sardegna anche un minimo di cabiamento del paese natio e pur sempre bello vederle.ciao serramanna.e. serramannesi

       0 Mi piace

  22. @Carmen, @Paolo Piras ecc.. Il parco e’ abbastanza grande, con una staccionata in legno si potrebbe creare un’area dedicata per i cagnoli.

    – Sono necessarie telecamere di videosorveglianza funzionanti

    -Si potrebbero dare in concessione alcuni spiazzi per ulteriori (diverse) attività oltre quello gia’ esistente, creando dei bei chioschetti permanenti e non (la gestione apertura-chiusura) degli stessi porterebbe un controllo maggiore del parco.

    -Si potrebbero installare dei tavoli con panchine per far “vivere” il parco.

    -Si puo’ ampliare il numero e la tipologia dei giochi presenti

    -Si puo’ creare un roseto a Galleria che copra un tratto delle passeggiate interne

    -Un buon sistema di illuminazione, a pavimento , renderebbe utile e affascinante il parco per le serate/notti estive

    -Si puo’ installare una piccola fontana

    -Il parco puo’ essere diviso per zone, e oltre quella per i cani, sempre aperta (cosi’ chi porta il cane a passeggio in ore serali svolge una attività di controll), ve ne possono essere altre che si chiudono ad orario , per preservare i giochi ,e altre aperte per “ragazzini” (??) tiratardi.

    Se gli spazi dati in concessione dovessero garantire un gettito sufficiente extra alle casse comunali si potrebbe assumere in pianta stabile (o appaltare) un servizio di vigilanza…..

    ecc ecc ecc

       0 Mi piace

  23. Complimenti per il Parco, un bel lavoro, ma sono d’accordo con Carmen, dovrebbero usufruirne tutti i cittadini, naturalmente rispettosi delle regole e dell’ambiente circostante, su questo punto mi ero già espressa tempo fa, i cartelli di divieto possono leggerli i padroni dei cani e questi di conseguenza si adeguano, loro malgrado, ma i randagi, i tanti randagi, che vengono abbandonati da persone senza scrupoli nè coscienza, girano per il paese in cerca di cibo ed acqua e gireranno per il parco perchè i cartelli non sanno leggerli…c’è un problema di fondo che ancora non è stato evidentemente preso con la giusta determinazione: il canile! Il canile porta contributi al Comune se la stessa Amministrazione comunale conosce bene le leggi e sa come chiedere i contributi necessari, il canile crea posti di lavoro, le cooperative portano avanti il lavoro al suo interno, il canile produce utili, perchè una volta posto in essere, sarà riferimento per i comuni limitrofi per il problema randagismo, Ortacesus ha un canile all’avanguardia, che non ha niente da invidiare ai canili del nord italia, mezza Sardegna si rivolge a questa struttura ed è gestito da un’associazione. Quanti abitanti ha Ortacesus? 1.009 abitanti.

       0 Mi piace

  24. sapete per caso se quei lavori che si notano all’interno della pineta sono dovuti all’installazione (finalmente) di un impianto di illuminazione?

       0 Mi piace

  25. so che si stanno adoperando per l’illuminazione e che è quasi pronta, forse è proprio quello =D

       0 Mi piace

  26. Molto molto bene. Step by step. Cosa ne pensate di altre attività all’interno del parco?

       0 Mi piace

Lascia un Commento per Giorgia Mascia Annulla commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato