Meteo: Serramanna | 17.99 °C

Il rimpasto è servito

di admin Letto 7.440 volte14

100_50141111di Andrea Mura

Fabio Casu, all’ultima seduta del Consiglio Comunale, non era più seduto al solito posto, nell’ala alla sinistra del sindaco, a fianco al suo ex compagno di partito Alberto Palmas (il primo ora è in Sinistra Ecologia e Libertà, il secondo sempre in Rifondazione Comunista).

Fabio Casu, ora privato della carica di assessore (vedi art. La nuova Giunta), giovedì scorso sedeva nell’ala alla destra del sindaco, quella riservata ai consiglieri di opposizione, esattamente al posto solitamente occupato da Mattia Pani (stavolta assente).

Ma, attenzione! Non è che ora Fabio Casu sia di destra. Fabio si definisce ancora comunista, anzi “cattocomunista”, ad usar le sue parole.

100_4935111Vi chiederete allora perché si fosse seduto da quella parte. Semplice, in seguito alla sua esclusione dalla Giunta ha fatto intendere di voler stare all’opposizione fino a quando non verrà firmato un documento in cui si riconoscerà che Sinistra Ecologia e Libertà è parte integrante della maggioranza.

Anche perché, come ha detto Casu, “chi esce dall’esecutivo non è tanto Fabio Casu ma Sinistra Ecologia e Libertà”. L’ex Assessore ha rivendicato, infatti, “il rispetto e la dignità politica che il partito merita di avere”, precisando che, secondo lui, la sua uscita dalla Giunta è stata “frutto di un’interpretazione sballata di un accordo”.

100_4921111

Secondo il consiglier Caboni, in una lettera inviata dal sindaco prima del “rimpasto”, veniva detto che Fabio Casu “non è capace”. In modo simile si era in precedenza espresso il consiglier Pillitu, il quale aveva dichiarato che veniva “data a Fabio Casu la responsabilità del fallimento politico di questa Giunta di questi due anni e mezzo”. Anche gli altri consiglieri dell’opposizione si sono pronunciati in tal senso. Il consiglier Pillitu è stato, nel suo intervento, molto critico riguardo alle “poche iniziative”della Giunta comunale ma, forse per cercare di accattivarsi le simpatie del fuoriuscito, ha dichiarato che “almeno Fabio Casu qualcosa l’ha fatta”.

CADAU vs. CARBONI

Nella diatriba è intervenuto l’assessore socialista Tore Cadau, grande ammiratore di Craxi al punto da proporre che la tomba dell’ex statista possa venire portata a Caprera, a fianco della tomba di Garibaldi (ho avuto modo di avere un amichevole scambio di opinioni con l’assessore a riguardo).

100_5101111111

100_49681111Cadau, a cui è doveroso dare atto che spesso e volentieri è il consigliere della maggioranza che più interviene ai Consigli Comunali (mentre ci sono alcuni consiglieri che non hanno mai acceso il proprio microfono) ha cercato di riportare tutti alla calma, invitando i colleghi dell’opposizione a non formulare attacchi e rivelando che Fabio Casu ha pagato per suoi errori.

È intervenuto quindi il consigliere d’opposizione Vincenzo Carboni che, tra le altre cose, ha affermato: Cadau, “in quanto ad accordi farebbe bene a starsi zitto”. A sua volta Cadau ha accusato Carboni di aver portato il Comune al commissariamento nella sua breve esperienza da sindaco. Carboni ha ribadito dicendo che la Giunta cadde per via di alcuni consiglieri socialisti che si dimisero, venendo quindi meno agli accordi elettorali. Un attacco a Cadau, da socialista quale è. Inoltre, Carboni ha ricordato che “Cadau ha girato tutto l’arco costituzionale”. Cadau ha negato senza però prendere la parola, mettendo quindi fine (per questa volta) a questa piccola polemica.

100_50361111Ma il Consiglio comunale aveva un solo punto all’ordine del giorno: l’elezione del Presidente del Consiglio. In apertura il sindaco, dopo aver reso noto che il sottoscritto aveva chiesto l’autorizzazione a scattare foto durante i consigli comunali, ha presentato la nuova Giunta con i relativi incarichi. Marongiu ha quindi ringraziato Fabio Casu per la sua attività e si era augurato che, “anche se non più compreso all’interno della Giunta”, Casu avrebbe potuto “collaborare per l’attuazione del programma”.

100_50981111Concludendo, Gigi Piano, segretario del Pd cittadino, ha dichiarato all’Unione Sarda che “la maggioranza vuole utilizzare” questi due anni che rimangono “per chiudere al meglio il programma elettorale”; è questa la loro priorità (vedi art. Unione Sarda)

Speriamo anche noi che si possa ultimare il programma elettorale (vedi Cosa ci hanno promesso), così come lo ha augurato il consiglier Carboni, il quale ha ricordato che “la palestra polifunzionale è incompiuta”, l’Exmà idem, non è stato attuato alcun programma speciale per la zona ovest e nel quartiere di Campo sa Lua “non arriva acqua”, ancorché si siano spesi circa “2 miliardi per l’acquedotto”.

Un’ultima riflessione: l’ex assessore Casu ha anche rivelato che ha “sentito voci” che rivelavano che egli mirava solamente ad avere “una poltrona, che si è impuntato i piedi”. Casu ha tenuto a chiarire: “Fabio Casu non è attaccato a nessuna poltrona”.

100_4916111

Questo, dico io, dovrà dimostrare l’ex assessore ai più. Dovrà dimostrare di far politica per passione, dovrà dimostrare di voler lavorare al servizio della collettività. La sua prima esperienza da assessore è finita e non sta a me giudicare il suo operato. Spetterà magari ai suoi elettori. E non è detto neanche che chi sia rimasto in Giunta o in Consiglio sia più “capace” di Fabio Casu.

Ritengo però che bisogna apprezzare chi si mette in gioco, chi mette la sua faccia nella campagna elettorale, chi osa. A parlare siamo tutti bravi, ad agire un po’meno.

Sta a noi cittadini utilizzare il nostro voto per scegliere persone che riteniamo capaci e meritevoli di occupare una certa carica, di rappresentarci degnamente.

D’altronde, è questa la cosìddetta democrazia indiretta.

Commenta via Facebook

Commenti (14)

  1. Non ho mai avuto il piacere di partecipare ad un consiglio comunale, ma stando alla cronaca del nostro Andrea Mura che non finiremo mai di ringraziare per questi servizi, sembra proprio che non ci siamo persi niente.
    Almeno per ora.
    Ho sentito però che l’Exmà è gia stato utilizzato una volta, e questo prossimo mese di marzo ospiterà una serie di concerti, come mai il consigliere Carboni dice che è incompiuto?
    Inoltre si vocifera anche di fioriere in via Roma, niente interrogazioni o altro?

       0 Mi piace

  2. L’Exmà è ultimato e mancano solo alcune prassi burocratiche, infatti è già stato utilizzato. Il palazzetto dello sport è in fase di ultimazione e sono stati stanziati gli ultimi fondi destinati alla sua ultimazione.
    E’ TRISTE vedere due consiglieri battibbeccare circa il ruolo politico avuto da entrambi in una vicenda accaduta non meno di 20 anni fa quando Carboni cercò di fare il sindaco ma rimase in carica ben poco.

       0 Mi piace

  3. Grazie a te Beniamino e a chi dedica qualche minuto del proprio tempo per leggere i miei piccoli resoconti.

    Riguardo all’Ex-mà, avete entrambi ragione, lo si sta già utilizzando (questa domenica, per esempio, ospiterà un concerto degli allievi del corso di musica). Però credo abbia ragione anche il consiglier Carboni: è ancora incompiuto.

    Ma forse è meglio concentrarci su altro…

       0 Mi piace

  4. Per esempio l’oasi ecologica?

    Ho già detto che porterò avanti questa cosa e ti chiedo se puoi ogni tanto ricordarlo con un link, più siamo e più ci ascoltano, ma se molliamo un attimo finisce tutto nel dimenticatoio, buono solo per la prossima campagna elettorale

       0 Mi piace

  5. Cit: ancorché si siano spesi circa “2 miliardi per l’acquedotto”.
    Ma 2 miliardi di cosa?

    Spero che in questi due anni che mancano riescano perlomeno a sistemare le strade, che sono tutte in condizioni disastrose. A me pare stiano solo parlando di aria fritta.

       0 Mi piace

  6. Si, per esempio sull’oasi ecologica. Beniamino, potresti fare un piccolo articolo da pubblicare spiegando le tue ragioni per sensibilizzare sull’isola ecologica 🙂

       0 Mi piace

  7. Non saprei dirtelo, Michele. Mi son limitato a riportare la frase del consigliere. Presumo stesse ragionando in lire, comunque…

       0 Mi piace

  8. Ma è possibile che non abbiate altro a cui pensare oltre ai giochi di potere e poltrone?? casu/cossu–cadau (radice oserei definirlo…) ?? serramanna è piena zeppa di problemi…è un paese allo sbando… spero solo la popolazione si svegli…tanto giorno dopo giorno stan passando a miglior vita gli elettori più a voi attaccati (mi riferisco agli untra 70enni),senza offese!!..
    vogliamo cambiamenti…e non di poltrona,, cari cadau,fadda e cossu…

       0 Mi piace

  9. Una informazione per Beniamino Pillitu e per Fabio Onnis.
    Oggi 11 marzo è stata pubblicata all’Albo Pretorio del nostro Comune la determinazione dell’Ufficio Tecnico n. 62 avente per oggetto: Sala Conferenze nel Centro Culturale del vecchio mattatoio. Opere di completamento – affidamento dell’incarico per la progettazione definitiva ed esecutiva, direzione e contabilità dei lavori e di coordinamento in materia di sicurezza e di salute in fase di progettazione e di esecuzione ai sensi del D. Lgs 81/08 e richiesta CPI (Certificato di Prevenzione Incendi).
    Come vedete ci sono ancora lavori da progettare e da eseguire. Il fatto che un’opera pubblica si utilizzi non significa che sia stata completata, ad esempio tutti i plessi scolastici, tranne la scuola materna di via Lucania da me ristrutturata su incarico della Giunta Comunale diversi anni fa, sono privi di CPI e non sono quindi agibili. Ho suggerito alcuni giorni fa ad un funzionario dell’Ufficio Tecnico a verificare che, tra le tante opere pubbliche, almeno le scuole siano state collaudate staticamente. Speriamo bene!!!
    In merito ai battibecchi, credetemi, ne farei volentieri a meno, ma quando si ricevono degli insulti e delle calunnie è veramente difficile!
    Vi saluto e, se vi fa piacere sono disponibile per una chiacchierata….. serena, insomma senza battibecchi!!!! Ciao.

       0 Mi piace

  10. Commissariamento.
    In merito alla responsabilità del commissariamento del Comune di Serramanna, attribuitami dall’Assessore Cadau nella scorsa seduta del Consiglio Comunale, a maggior chiarimento di quanto da me affermato nella medesima seduta, è utile sapere che il commissariamento avvenne in seguito alle dimissioni in blocco di dieci Consiglieri Comunali, per porre fine ad una situazione di stallo originata da una parità numerica tra maggioranza ed opposizione. Tra i dieci firmatari indovinate chi c’era? l’allora semplice Consigliere Salvatore Cadau! Questo signore ha dimostrato anche in questa vicenda di avere poca memoria o, se così non fosse, la sua affermazione è da attribuirsi a qualcosa di ben più grave e non consona alla carica che il nostro buon Sindaco gli ha conferito.

       0 Mi piace

  11. Per come la penso io, secondo il mio modestissimo parere, è il caso di lasciare il passato ed andare avanti per costruire qualcosa. Non serve a nulla distruggere le potenziali possibilità attuali rifacendosi ad episodi passati. Nessuno deve passare per stupido, però ritengo che si dovrebbe collaborare per il bene del paese, e non continuare a contestare quella o quell’altra cosa in modo per nulla costruttivo.
    Ovviamente non mi riferisco all’uno o all’altro in quanto non posso entrare nella vicenda, voglio solo dire che ora siamo nel marzo 2010 e Serramanna ha bisogno di crescere e di splendere, mentre questi episodi sono tutt’altro che positivi per la comunità.

       0 Mi piace

  12. Sono perfettamente d’accordo con te Davide ed è con questo spirito che sono in Consiglio Comunale, ma ti assicuro che la mia collaborazione, come pure quella dei Colleghi della opposizione, è spesso rifiutata.

       0 Mi piace

  13. Ecco il testo integrale pronunciato da Casu:

    “Solitamente, quando intervengo pubblicamente non uso leggere un discorso
    preconfezionato precedente al momento in cui lo devo esporre. Nonostante siano
    marcati i miei limiti oratori preferisco improvvisare dando anche un senso di
    sentimento a quello che dico ……. anche se in maniera disorganica. Oggi intervengo,
    a differenza delle altre volte, con l’aiuto di un testo scritto. Oggi non posso
    permettermi di dimenticare nulla, anche perché la cosiddetta emozione alle volte gioca
    brutti scherzi, e vi giuro che oggi l’emozione è tanta. Paragonabile a quella che provai
    in questa stessa sala circa due anni e mezzo fa. Allora fui nominato dal Sindaco
    componente della Giunta che oggi amministra la nostra cittadina. Oggi lo stesso
    Sindaco rinomina quella Giunta, e alla chiamata dei componenti non è presente il mio
    nome. Al mio posto Giulio Cossu entra a far parte dell’esecutivo. All’amico Giulio Cossu
    vanno i miei più sentiti auguri, e a te Giulio anticipo che nonostante le difficoltà quella
    che andrai a percorrere è un’esperienza di responsabilità che vale la pena di vivere.
    All’assessore Giulio Cossu faccio gli auguri per un proficuo lavoro. Alla Giunta tutta
    auguro buon lavoro. Io esco in silenzio da un percorso politico che ho contribuito da
    protagonista a costruire. Cerco di farlo senza alcun tono polemico, anche se qualche
    accenno è doveroso pubblicamente farlo. Chi esce dall’esecutivo non è il consigliere
    Fabio Casu. Esce Sinistra Ecologia e Libertà, un partito che si colloca all’immediata
    sinistra del PD (qua a Serramanna siede alla Destra), con una nuova visione della
    Sinistra e della Politica più in generale. Un partito che non è formato dalle macerie di
    una Sinistra radicale oramai subdola e fuori dai tempi, come qualcuno vorrebbe far credere. Proprio perché ritengo che il progetto del mio partito debba contribuire alla
    costruzione di un nuovo centrosinistra, oggi non vuole essere il giorno della rottura.
    Caro Sindaco, se dovessi però dare peso alle tue parole ci sarebbero tutti i requisiti per
    cercare lo scontro e non l’incontro. Capisco il tuo imbarazzo nel non rinnovarmi la
    delega assessoriale, capisco che era difficile per te trovare delle giustificazioni, ma
    almeno dovevi sforzati di non sminuire il mio impegno e i miei risultati ottenuti. E, se ti
    riferivi a quelli non ottenuti, bè allora, concordo pienamente, ma in quel caso avresti
    dovuto parlare di tua corresponsabilità. Dovevi avere il coraggio di dire che la mia
    esclusione è dovuta semplicemente alla interpretazione sballata di un accordo firmato
    da rappresentanti dei PD, PS, FEDEREAZIONE DELLA SINISTRA E SEL. Ti invito quindi
    da oggi a fare il garante della mia incolumità personale e politica, quella mia e quella
    del Partito che qui rappresento al solo fine di evitare antipatiche incomprensioni.
    Quindi l’invito è allargato a quasi tutti i rappresentanti politici nei partiti che qui sono
    presenti. Ad alcuni altri sarebbe chiedere l’impossibile, e quindi non lo faccio. Io oggi
    siedo qui, non per mio volere. Esiste un accordo sottoscritto da tutti i consiglieri della
    maggioranza che non include me. Ognuno per le proprie ragioni ha scelto di
    interpretare questa fase politica a modo proprio. Io la interpreto come un’esclusione, e
    in quanto tale oggi non vorrei appropriarmi di un posto in maggioranza che non mi è
    consentito occupare. Per questo ed altri motivi oggi siedo qui…….. tutti i motivi, ma
    non quello di voler rivendicare un ruolo di visibilità……rivendico il rispetto e la dignità
    politica che il partito, che non solo in questo Comune rappresento, merita di avere, non
    solo per la qualità della politica che esso mette a disposizione, ma per il contributo che
    io rappresentante di quest’ultimo ho dato a questa maggioranza. Questo è il requisito
    fondamentale perché la maggioranza possa contare su Sinistra Ecologia e Libertà … il
    tutto con un accordo che lo dichiari pubblicamente !!!!!
    Per quanto riguarda il proseguo dei lavori, mi esprimo in anticipo rispetto a quello che
    il prossimo punto prevede… rispetto all’elezione del Nuovo Presidente del Consiglio.
    Ritengo che la scelta di oggi ricadrà su pochi. Non per qualità, ma per quantità….. e
    qualsiasi sarà la scelta, sarà l’espressione della forza di maggioranza relativa quale è il
    PD…. quasi come se il PD da solo abbia vinto le elezioni, e che abbia le carte in regola
    per egemonizzare il Consiglio e la Giunta!. Io non sono contrario, e molti lo sanno, al
    fatto che la consigliera Fadda possa espletare, con grande preparazione e
    determinazione, il ruolo che oggi il Consiglio le assegnerà. E, non è novità, che se il
    gruppo di maggioranza mi avesse chiesto di ricoprire quella carica, avrei ceduto
    volentieri la mia opportunità all’amica Elena, la quale ritengo abbia tutti i requisiti per
    ricoprirla… non solo perché è donna! Quanto premesso era la volontà mia e del mio
    Partito se le vicende che hanno minato il rapporto non fossero mai esistite. Poiché
    l’idea e la volontà era quella appena esposta, oggi sarebbe incoerente votare contro
    Elena. Ma per il mio modo di vedere le cose, e di interpretarle….. non solo, anche
    seguendo direttive ben precise che il Partito mi impone, si tratterebbe di incoerenza
    anche votare a favore. Per questo motivo, chiedo al consiglio tutto che la posizione di
    astensione che io, per nome e per conto del partito che rappresento, espliciterò in fase
    di votazione, non sia vista come una bocciatura alla proposta di Elena Fadda come
    Presidente del consiglio, ma sia vista come l’apertura di un nuovo percorso, o il
    continuo di quello momentaneamente interrotto.
    Ringrazio anche i colleghi eletti e non appartenente alla lista di cui facevo parte io e
    la terza dei non eletti Maria Francesca Chia, anch’essa espressione di Sinistra Ecologia
    e Libertà, per l’apporto e il supporto alle iniziative che ho proposto all’intero Consiglio.
    Atteggiamento che mi ha permesso di apprezzare le qualità indiscutibili dei colleghi
    consiglieri che in “gergo spicciolo” vengono chiamati di minoranza …. e che a loro dò il
    consenso di attribuire quel termine dello stesso gergo a me a partire da oggi.
    A loro come alla maggioranza chiedo che sia fatto uno sforzo affinché l’intero Consiglio
    riceva, si faccia carico, e dia risposte alle istanze dell’intera cittadina. Chiudo rinnovando gli auguri all’assessore Giulio Cossu, e al Presidente del Consiglio
    Elena Fadda, alla quale con spirito cavalleresco e di lungimiranza auguro che sia presto
    componente dell’esecutivo.
    Buon lavoro a tutti noi! F.to Fabio Casu"

    Fonte: http://www.comune.serramanna.ca.it/uploads/Delibe

       0 Mi piace

  14. Al link riportato in precedenza è possibile visionare l'intero verbale della seduta. Finalmente stanno aggiornando le delibere.

       0 Mi piace

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato