Meteo: Serramanna | 18.21 °C

Via Roma, quale soluzione?

di admin Letto 18.203 volte81

IMG_0224di Andrea Mura

Via Roma a Serramanna equivale purtroppo a dire inciviltà e pericolosità.

Macchine parcheggiate dovunque, camminare per via Roma è un’impresa, parcheggiare pure. Circolare in macchina anche.

Bisogna trovare una soluzione, venendo però incontro a più esigenze:

IMG_0227

-a quelle dei pedoni,

-a quelle dei residenti,

-a quelle dei commercianti e quindi dei loro clienti,

-e a quelle di chi semplicemente percorre la strada in macchina.

Ma, nella nostra riflessione, non dobbiamo pensare solamente a chi, come me e come forse la fortunata maggioranza di chi sta leggendo, può camminare agevolmente e superare gli ostacoli che si possono incontrare sul marciapiede, seppur a volte con una pericolosità non indifferente.

IMG_0232

Dobbiamo invece pensare alle madri con il passeggino oppure a chi è costretto su una sedia a rotelle, che già vive quindi una vita difficile ed incontra tante altre difficoltà quotidiane.

Guardate la foto sulla sinistra: è possibile per queste persone passare lì in mezzo?

Credo sia doveroso venire incontro a questi nostri concittadini, cercare di far si che possano anche loro percorrere agevolmente la via principale del nostro bel paese.

IMG_0235

Soluzioni  se ne sono dette tante ma via Roma è ancora un problema.

Son stati messi dei paletti (foto a lato) per delimitare una sorta di marciapiede posto allo stesso livello della strada.

Molti di essi sono stati impunemente tolti e, dove  invece son rimasti, le macchine son spesso parcheggiate a fianco ad essi, sicché anche percorrere via Roma in macchina è ormai un’impresa.

Poniamoci alcune domande:

IMG_0222

-Il passaggio pedonale dovrebbe essere continuativo?

-Il passaggio pedonale dovrebbe essere delimitato magari con fioriere (difficili da spostare ed esteticamente accettabili)?

-I parcheggi dovrebbero essere a tempo limitato (con disco orario)?

-Ci dovrebbe essere addirittura il divieto di fermata dove non è possibile creare spazi per parcheggi (al fine di evitare ingorghi o comunque problemi vari)?

Il tutto dovrebbe essere ovviamente accompagnato dall’attento controllo dei vigili urbani.

Voi tutti cosa ne pensate?

Quale potrebbe essere, secondo voi, la soluzione ottimale per via Roma?3

Dobbiamo anche considerare che da piazza Matteotti a piazza Venezia sono solamente 700/800 metri, quindi neanche un chilometro.

Ripeto, facciamo uno sforzo empatico e riflettiamo dalla parte del più debole, dalla parte di chi, trovandosi questa macchina parcheggiata proprio di fronte a sé non sa proprio che fare. Dalla parte di chi vorrebbe percorrere agevolmente via Roma ma ora, purtroppo, non può.

N.B.: le foto sono del tutto casuali e sono finalizzate solamente a evidenziare il problema
Commenta via Facebook

Commenti (81)

  1. So di essere impopolare ,ma in via Roma ci farei una ZTL ( zona traffico limitato ) con fioriere e inviterei chi possiede camere in più ad aprire dei bed and breakfast .

       0 Mi piace

  2. Ottimo articolo Andrea! E’ un dibattito che giocoforza coinvolge tutti! Percorrere via Roma (e non solo via Roma…) è diventato odioso già da diversi anni!!! Le misure prese (quali???) son risultate del tutto inefficaci! Secondo me, prima di iniziare qualsivoglia opera di gestione dei marciapiedi, occorre risolvere i problemi dei parcheggi!!!! Urgente: servono parcheggi, a decine però!!! Gli operatori commerciali devono poter lavorare serenamente, senza che i loro clienti intralcino il traffico con soste non consentite. E dico un’altra cosa importante credo: basta con le soste arroganti di coloro che escono di casa solo per bersi una birra ai bar! Vanno sanzionati!!! E’ così difficile progettare una viabilità che ricomprenda i sensi unici in tutte le vie cittadine? In alcuni comuni che ho visto (al nord) ciò ha risolto i problemi di traffico (se per andare al bar si dovranno percorrere 1000 metri in auto anzichè 200 a piedi, sicuramente si lascerà l’auto a casa e si andrà a piedi). Poi sarebbe un’occasione per le piste ciclabili ed i marciapiedi (quelli veri, però).

       0 Mi piace

  3. già all’epoca del vergognoso spreco di soldi del nostro Comune nel realizzare una cuneta in “marmo” e piazzare birilli fissati con 4 viti sottodimensionate contestai il fatto che nessuno al comune abbia pensato all’utilizzo di fioriere.. Sarebbe stata la soluzione più economica/funzionale/estetica!

       0 Mi piace

  4. Credo che prima di tutto bisogni pensare ai disabili. Molto spesso ci dimentichiamo che una nostra piccola comodità, può rappresentare un grande ostacolo per molti altri. Fatta questa premessa, credo che si dovrebbe cercare una soluzione che possa essere comoda per chiunque.

    Il problema per i disabili è rappresentato dalle auto in sosta.
    Al contrario per i commercianti (ma anche per i “piloti”) il problema sarebbe dato dal non poter parcheggiare.

    Come risolverlo? IMHO bisognerebbe realizzare prima dei parcheggi, magari distribuiti lungo via Roma, o magari almeno alle estremità, poi si potrebbe iniziare a pensare a come rendere più agibile la strada per i diversamente abili.

    So che ciò che ho scritto può sembrare ovvio, ma a quanto pare non lo è poi così tanto, dato che fino ad ora nessuna soluzione che mettesse d’accordo tutti è stata trovata.

    Spero infine di non aver scritto delle idiozie 😛

    Ottimo articolo, complimenti!

       0 Mi piace

  5. una bella via roma/ via serra chiuse al traffico (escluse ambulanze o necessità come acquisto farmaci urgenti) e un servizio navetta bus per i cittadini che percorra le due vie a frequenza 5/10 minuti…

       0 Mi piace

  6. ……..(seguo da Samuele)……e che vada oltre …per esempio porti gli anziani alle poste e si fermi da un capo all’altro del paese….

       0 Mi piace

  7. ….i bambini ..alle scuole……anche pagando un piccolissimo contributo per le spese di mantenimento del servizio….

       0 Mi piace

  8. riguardo al servizio bus sono un po’ scettico, perchè nel concreto non credo che ci sia un privato o una azienda disponibile a fare questo, in quanto PENSO che i ricavi non siano tanti…

    non puoi chiudere quelle strade alle auto, ora come ora: i negozianti fanno carico/scarico di merce. Se chiudono le strade i clienti preferiranno andare “verso altri lidi” piuttosto che prendere la navetta, inoltre varie associazioni, come la banda che momentaneamente è in p.zza gramsci, hanno bisogno di un continuo carico scarico di strumentazione varia o altro. Portalo in spalla un basso tuba da più di 20 chili 😉

       0 Mi piace

  9. Penso che la soluzione si potrebbe trovare solo fornendo parcheggi in modo che gli automobilisti possano parcheggiare e poi proseguire a piedi per la via Roma. Una soluzione efficace (ed efficente) sarebbe quella di ripristinare la delimitazione del marciapiede creare dei parcheggi in zone limitrofe e rendere i pochi parcheggi che si possono ricavare in via Roma a pagamento. E’ una soluzione che porterebbe automaticamente più ordine in quanto permetterebbe a chiunque di parcheggiare nei pressi della via principale (gratuitamente) e di andare a piedi, a chi ha urgenze (e quindi disponibile a pagare il parcheggio) di parcheggiare in zone bene delimitate e permetterebbe a chi vuole andare a piedi di trovarsi in una strada che avrebbe la metà del traffico. Purtroppo benchè sarebbe una buona idea vista la conformazione fisica del paese sarebbe quasi impossibile rendere tutta la via una zona ZTL perchè si rischierebbe di paralizzare le altre vie che sappiamo bene non sono in grado di sostenere ingenti quantità di traffico. La soluzione migliore a parer mio sarebbe quella di operare uno smaltimento automatico del traffico che avverebbe di conseguenza a un parcheggio a pagamento nella via e uno gratuito in zone vicine.

       0 Mi piace

  10. divieto di sosta in via roma e nuovi parcheggi nelle strade limitrofe

       0 Mi piace

  11. almeno la domenica sarebbe bello avere la via roma chiusa al traffico ( naturalmente non per i residenti)

       0 Mi piace

  12. L’ideale sarebbe il disco orario di un’ora sui parcheggi, il maggiore problema però sono i controlli che questo avvenga, i vigili se ne stanno al calduccio in ufficio o a passeggiare in auto. Le poche volte che se ne vede uno ( e sempre lo stesso) in p.zza martiri fa lo sceriffo all’impazzata aspettando che qualcuno si fermi al bancomat a prelevare mentre chi stà appoggiato al bancone del bar si gode lo spettacolo, con la propria auto parcheggiata tutta la sera netta zona “disco”

       0 Mi piace

  13. Cari amiche, cari amici, da ex dirigente del C.C.N, SA PASSILLADA, da dirigente di altre associazioni, nonché “persona informata sui fatti”. Non posso che sottlineare una cosa… il problema di via Roma é un problema sentito da tutta la comunità Serramannese, un problema che non é stato risolto nonostante le continue, anche personali, richieste e le numerose promesse. Non credo però che si possa risolvere se non in un più ampio ragionamento sul riordino della viabilità in tutto il centro storico. Mi dicono che “Sa passillada” chiede un incontro urgente con l’amministrazione proprio per quesro problema, come amministrazione abiamo assunto nuove figure professionali per il controllo anche del traffico, personalmente non riscontro grandi cambiamenti, attendo con fiducia da parte dell’amico Giulio Cossu, nuovo assessore con delega, una proficuo lavoro con il coinvolgiemnto di tutti, spero che per una volta Serramanna risponda unitaria senza se e senza ma.

       0 Mi piace

  14. Mi pare di ricordare che, alcuni mesi or sono, apparve su L’Unione Sarda un articolo dove si preannunciava intervento dell’Amministrazione per risolvere il problema su cui si sta discutendo. Poi non se n’è fatto niente. Dato che ho l’abitudine di spostarmi molto a piedi, vorrei aggiungere alle argomentazioni di chi mi ha preceduto anche un altro problema che non riguarda solo la via Roma. Quando piove è molto problematico passare nel cosiddetto “passaggio pedonale” perché l’acqua è tanta e, se non ci si vuol bagnare i piedi, a meno che non si abbiano stivali, è gioco forza passare nella carreggiata, col rischio di essere investiti dalle automobili. Per cui, a mio parere, occorrerebbe riprogettare tutto, magari prevedendo la cunetta non ai lati, ma al centro della strada. Ne trarrebbero vantaggio anche le strutture murarie delle abitazioni.

       0 Mi piace

  15. esattamente don pes!

       0 Mi piace

  16. bellissimo articolo Andre =)

       0 Mi piace

  17. Sono contento si sia aperta una riflessione.
    Riporto altre notizie: l’Unione Sarda del 28 marzo 2007 rivelava che “settanta posti auto, molto probabilmente a pagamento, saranno realizzati nella via Giulio Cesare: nell’area acquistata dal Comune che vuole così porre rimedio alla carenza di parcheggi. L’area interessata, la cui acquisizione è stata decisa all’unanimità dal Consiglio comunale, è quella dell’ex cinema Ledda”.
    Si parlava di “70 posti auto, in un’area di 700 metri quadrati costata all’amministrazione 282 mila euro” (http://giornaleonline.unionesarda.ilsole24ore.com/Articolo.aspx?Data=20070328&Categ=0&Voce=1&IdArticolo=2102960).

       0 Mi piace

  18. Complimenti per l’articolo Andrea, mi auguro che al più presto si possa risolvere il problema. Ci vuole la volontà concretta di volerlo fare! Azione. Azione non parole..

       0 Mi piace

  19. Il gruppo consiliare di SERRAMANNALIBERA tempo a dietro presento un interrogazione all’assesore di competenza sottoponendo alcuni punti su cui l’amministrazione comunali si presentava con delle soluzioni per quanto riguardava via roma e via Serra mai attuate.
    Al seguente link si puo’ vedere l’interrogazione presentata:

    http://www.serramannalibera.it/index.php?option=com_content&view=article&am;id=156:via-roma&catid=71:interrogazioni&Itmid=2

    A tal riguardo chiederei a qualche consigliere comunale o assessore di postare qua la risposta che fu’ data a quell’interrogazione.

       0 Mi piace

  20. Sono dell’idea che gli accorgimenti per risolvere i problemi di viabilità sono tutto sommato pochi e “facilmente” risolvibili. Quante piazze ci sono nel nostro paese??? in particolare parlo di “piazza del popolo”. a mio avviso sarebbe stato meglio fare dei parcheggi in quello spiazzo.. in questo modo non si sarebbe costretti a sostare in divieto intralciando il percorso pedonale. altro piccolo appunto… non dimentichiamo che la velocità massima all’interno del paese è di 50 km/h.. questo significa che non vi mettono la multa se andate a 45 o 40… il problema si presenterebbe i pullman.. ricordo che esiste un percorso alternativo..basterebbe spostare le fermate in luoghi tattici altrettanto semplici da raggiungere.

       0 Mi piace

  21. …aggiungo un’altra considerazione. Le circonvallazioni non hanno segnaletica ben visibile. E’ importante che coloro che percorrono Serramanna “di passaggio” possano agevolmente percorrerle. Ecco che l’ultima circonvallazione andrebbe illuminata! Sappiamo che il Comune ha subito il furto dei cavi in rame ma….oramai la spesa dei lampioni è fatta! Ci si mette l’animo in pace e si decide (risorse permettendo) di inserire nuovamente i cavi. E’ un costo aggiuntivo certo, ma non sostenendolo rimarrebbe comunque l’investimento “morto” dei lampioni…
    Credo che per i parcheggi in via Roma e Via Serra un opzione da valutare seriamente possa essere (come hanno fatto in altri paesi, vedi Sanluri) l’esproprio e la costruzione di parcheggi in almeno due punti di via Roma e parcheggi sicuri per le bici e gli scooter. Trovo impensabile l’opzione del servizio navetta, non ci sono percorsi alternativi seri. Vogliamo parlare della viabilità delle vie limitrofe? Via Torino, ad esempio??? C’è da impazzire…

       0 Mi piace

  22. secondo me la cosa più intelligente da fare e rialzare il marciapiede come quello di via rinascita. Così al grande comune gli facciamo risparmiare sui paletti è sulle fioriere. E la cunetta direi di metterla affianco del marciapiede rialzato, al centro della strada la vedo brutta per qualche anziano spericolato sulle due ruote!!!!

       0 Mi piace

  23. @ramona non condivido il fatto di piazza del popolo, le piazze non sono mai abbastanza! =D sulle circonvallazioni ha ragione mauro, la segnalitica secondo me è anche molto pericolosa in quanto non pienamente visibile in base all’angolazione…

       0 Mi piace

  24. I precedenti lavori hanno reso ancor di più caotica la via in questione… pertanto prima di sperperare altri soldi in maniera negativa mi auguro che si facciano le cose ad opera d’arte. Il discorso affrontato non è banale, e per ogni soluzione qui divulgata vi sono pro e contro. In certo orari è davvero un’impresa ardua trovare parcheggio…purtroppo le macchine non volano e per forza dei conti bisogna pur parcheggiarle da qualche parte. Prima di fare passaggi pedonali con fioriere e canali di scolo a destra e a manca bisognerebbe a mio avviso:
    – porre a tempo i parcheggi vicino ai bar ( esempio i parcheggi fronte bar centrale ) per scongiurare il fatto ben esposto da “Mauro M”.
    – far nascere nuovi parcheggi, anche a costo di sacrificare qualche bella, o meno che sia, piazzetta.
    – invitare i cittadini a un pò di buon senso in più nel parcheggiare in zone di disturbo e vedere come ci si comporta una volta che vengono creati i nuovi parcheggi.
    – se si vede un miglioramento della situazione, fare ex novo il passaggio pedonale.

    In poche parole…tempo testa e pazienza nel fare le cose. Saluti a tutti e complimenti per l’articolo!

       0 Mi piace

  25. rimango sbigottita ,non si fa altro che parlare di macchine , parcheggi. togliere piazze …. serramanna non è un paese cosi grande…si potrebbe realizzare un paese a misura di bambino ,cercando di privilegiare il pedone e chi utilizza la bicicletta….non ci si rende conto dell’inquinamento e del pericolo con tutte queste auto. Ma….avete mai notato che se pensassimo ai bambini, ai disabili e agli anziani ….tutti noi staremo da ” RE”….Sono costretta a parcheggiare la macchina di fronte al mio negozio per non litigare costantemente con chi si parcheggia chiudendone l’entrata , ma la macchina la lascerei molto volentieri a casa! Avete mai pensato a persone come Giulietta? , ai ragazzi disabili che escono con i loro accompagnatori costretti a camminare in fila indiana?, ai bambini ? Dove sono i bambini? Tutti in macchina accompagnati dai loro genitori che si llitigano un parcheggio !

       0 Mi piace

  26. so che mi attirerò le ire di questo forum,e premetto che sono uno che va a piedi quasi ovunque, ma secondo me la via Roma a senso solo se percirribile in auto perchè le attività commerciali funzionano grazie ai citadini serramannesi ma anche alle persone dei paesi limitrofi che entrando a Serramanna si trovano disorientate, non capiscono la viabilità e vanno via….
    I residenti nel centro storico sono sempre meno le attivita comerciali stanno morendo qundi a cosa serve passare in via Roma in auti o a pidi alla fine non rimarra niente si regolerà da solo…

       0 Mi piace

  27. Secondo me l’Amministrazione Comunale dovrebbe iniziare ad essere più severa nel far rispettare le norme del codice della strada a costo di risultare antipatica, non si possono permettere parcheggi selvaggi e soste pericolose.
    Oltre le sanzioni dovrebbe essere fatta a parer mio una grossa “campagna di informazione” far notare che a piedi VIA ROMA SI PERCORRE IN15 MINUTI.
    nonostante il clima mite e una viabilità pianeggiante le bici non vengono usate
    http://criticalmasslegnano.wordpress.com/2006/11/23/ferrara-citta-delle-biciclette/
    Bisogna INFORMARE e DARE ESEMPI POSITIVI
    Studiare le soluzioni adottate da altre cittadine per risolvere questo tipo di problemi, e farlo ora rendendoci conto che la densità abitativa della nostra isola ci permette di fare innumerevoli scelte.

       0 Mi piace

  28. TRATTO DAL BLOG DI BEPPE GRILLO

    Il mondo si può cambiare dalle piccole cose. A Sanremo i ragazzi del Meetup hanno convinto il Comune a mettere a disposizione dei ciclisti delle rastrelliere. Vi sembra un fatto di poco conto? Voi dove parcheggiate le vostre biciclette? La rastrelliera è un segno della nuova civiltà. Delle rinnovabili, dell’eolico, del solare. Si ai Comuni denuclearizzati e rastrellizzati.

       0 Mi piace

  29. W LE RASTRELLIERE!

       0 Mi piace

  30. Io abito nei dintorni i via Roma e ahimè ho ben presente il problema…qui giustamente si dice che la costruzione di nuovi parcheggi sarebbe una possibile soluzione al problema…ma allora perchè nessuno ha mai incentivato l’utilizzo del parcheggio di corso unione sovietica?…a guardar bene distano appena 200 m dall’inizio della via Roma e meno i 1 km dalla chiesa di S.Leonardo…fin quando via Roma rimarrà aperta al traffico le persone continueranno a voler “entrare” nei negozi a bordo della propria auto!!…Una ZTL con telecamere sarebbe la soluzione ideale,traffico consentito solo in determinati orari,per carico o scarico merci,e per i residenti,disabili ecc…

       0 Mi piace

  31. Allora togliamo i negozi dalla via , il trafico è dovuto ai negozi togliamo i negozi e il trafico diminuisce …. pero se nessuno deve andare i via Roma tranne i residenti a cosa serve discutere….ma se eliminiamo le attivita il centro storico muore mi sa che è un cane che si morde la coda perche chi va a fare compere ci va con l’auto è una questione psicologica e non la cambi facilmente chi porta i bambini all’asilo li porta in auto specialmente d’inverno chi atraversa il paese lo fa in auto vietiamo le auto eliminiamo il problema Serramanna vietata alle auto la zona industriale diventerà un mega parcheggio dove tutti gli abitanti dovranno lasciare le propri auto e chi sgarra in galera….

       0 Mi piace

  32. Credo che quando ci sono tanti interessi in gioco sia veramente indispensabile trovare una mediazione: non ci sarà mai una soluzione che soddisfi pienamente pedoni, automobilisti e commercianti. E’ necessario trovare un compromesso, come si fa in ogni comunità civile… e con “empatia”, come proponeva Andrea, perchè non si tenga conto solamente della voce di chi riesce a farsi sentire di più.
    Diverse volte, per sensibilizzare i cittadini su questo problema, si è proposto di organizzare una giornata in cui ogni persona autonoma possa sedersi su una sedia a rotelle e sperimentare cosa vuol dire avventurarsi nella via Roma. A me è bastata l’esperienza con carrozzina e passeggino: se proprio sono costretta a passare in via Roma, dalla piazza Gramsci in poi, vado a piedi tenendo il bambino in braccio.
    Ho sempre pensato che una cittadina a misura di “bambino” sia in definitiva una cittadina a misura di tutti… perchè, che ci piaccia o no, a tutti può capitare, anche temporaneamente, di dover utilizzare una sedia a rotelle oppure di doversi sostenere con delle stampelle… E ALLORA: perchè non proponiamo ai nostri bambini di trovare una soluzione?
    Pensate se l’Amministrazione comunale, in collaborazione con la scuola, bandisse un concorso di idee riservato agli under 13 per la soluzione del problema di via Roma… sono sicura che i nostri bambini riusciranno a stupirci!

       0 Mi piace

  33. …mi sarebbe piaciuto leggere qui, come ha fatto in un altro articolo, le delucidazioni dell’assessore che ha avuto la delega sino a pochi giorni fà.
    detto questo esprimo il mio pensiero, concordo con alcuni, che hanno scritto prima di me, che il problema vada visto con un generale riordino della viabilità del centro storico (io abito in via torino e x entrare in casa, molto spesso, devo chiedere il permesso alle persone che parcheggiano d’avanti all’ingresso di casa x andare a giocare a carte nella sede della gialeto!!)
    Non penso che vietare il parcheggio in via roma risolva i problemi, ma credo che regolare la sosta a pagamento x mezzora(creando anche qualche posto di lavoro che nn guasta), mettendo le fioriere al posto dei pali, ripristinando la segnaletica orizzontale e verticale e facendo rispettare severamente il tutto dalla polizia municipale sia, secondo me, un ottimo suggerimento x il neo assessore (e grande amico) Giulio Cossu che, abitando in via roma, vive il problema in prima persona.

       0 Mi piace

  34. Ricordiamo che per commentare è doveroso inserire nome e cognome, al fine di evitare fraintendimenti. Grazie. 🙂

       0 Mi piace

  35. Ritengo che qualsivoglia esecutivo municipale ha il dovere di amministrare al meglio la “cosa pubblica”…è evidente che lo si può fare con l’ausilio di strumenti adatti. L’esempio, il primo che mi viene in mente, è quello di una comune famiglia! In ogni famiglia l’organizzazione giornaliera “per la sopravivenza” è studiata in base alle risorse di cui si dispone. Ci sono le priorità…e ci sono gli sfizi… alle prime è neccessario far fronte in maniera immediata…le seconde, c’è il tempo per realizzarle, in quanto “non di vitale importanza”…e con questa ultima esclamazione non intendo sminuire il problema!!! Bisogna far fronte anche ai vincoli esistenti…creare parcheggi in una strada esistente, con un tessuto urbano ben definito, e difficilmente modificabile (anche a causa di vincoli che arrivano da enti superiori a quelli Comunali…Vedi i vincoli paesaggistici dettati dalla Regione Sardegna…e la non proprietà della Statale quale è Via Roma) è praticamente impossibile! Quello che manca a Serramanna è un adeguato controllo, e una gestione proficua del patrimonio esistente (e anche qui sollevo i miei dubbi)…NELLA VIA ROMA I VINCOLI SONO ANCHE DI NATURA GEOMETRICA. Il CDS (codice della strada) impone carreggiate minime di percorribilità…larghezze minime di carreggiata, per intenderci….poichè la via Roma non ha una larghezza costante, capite bene che è impossibile “ritagliare” stalli di sosta, se la dimensine in oggetto non lo consente. Il tutto parte da un ragionamento che in questi due anni e mezzo di mia responsabilità non è stato possibile fare a 360°…1)vincoli urbanistici2)proprietà ANAS)3larghezza non costante4)…marciapiede realizzato prima di due anni e mezzo fa…. (faccio i complimenti per la bella pensata…e che critico per la progettazione lacunosa). Con questo surplus di vincoli credo che sia difficoltoso per tutti trovare soluzioni adeguate!!! Non è necessario vivere “dentro il problema” per comprenderlo…io non risiedo in Via Roma…ma vi posso assicurare che in Via D’annunzio (nel mio tratto…quello di Monti lepiri…) è difficoltoso parcheggiare come lo è in via Roma…e infatti capita di parcheggiare in Via Giusti…o comunque a 200m dalla mia abitazione… Ho trovato spunto per la risposta ai problemi della Via Roma nella visione del colossal 2012… scosse del genere potrebbero far traslare di qualche metro le abitazioni centenarie esistenti lungo la strada in oggetto, tali da consentire un’allargamento dello spazio…e la conseguente realizzazione di parcheggi…(anche multipiano e interrati)… esiste un progetto stilato dagli Agenti della Polizia Municipale (dettagliato al millimetro) facilmente realizzabile, con poca spesa che consentirebbe l’ordine nello scorrimento del traffico…Sarebbe un inizio…un lavoro già appaltato e aggiudicato…che per eccesso burocratico è fermo negli uffici dell’ANAS (prevede lungo la Via Roma zona disco di 30 min….incentivando il riciclo di stalli liberi di sosta)… chi ha voluto apportare delle correzioni a quel progetto non conosce il CDS…questo è il motivo… e oggi si mette in croce chi quel progetto lo ha voluto, e chi lo ha stilato in maniera minuziosa…IO, IN QUANTO FAUTORE DI UNA DEMOCRAZIA PARTECIPATA E DISCUSSA, EBBI IL PIACERE DI INVITARE TUTTI GLI ABITANTI, E COMMERCIANTI DI VIA ROMA….sembrava avessi partecipato alla Corrida del buon Corrado Mantoni…100 presenze…fischi, urla, maleducazione, ognuno che voleva un parcheggio bello comodo a ridosso della propria abitazione o sito commerciale…capite bene che è impossibile!!!! …ci sono altre soluzioni….plausibili e realizzabili…sogni….che oggi quella famiglia di cui ho accennato prima non può ancora percorrere per mancanza di strumenti “finanziari”….Avete menzionato l’èx Cinema Ledda…è costato 282000€…un progetto di massima parlava di circa 300000€ per la realizzazione…il tutto per 13 posti auto e due per motocicli…Vi chiedo: Valeva la pena?…valeva la pena ridare il consenso a chi ha promesso che in quell’area (700mQ…scarsi) potevano sostare 70 auto…fiducia a chi promette fantasticando con la testa dei cittadini…o guardare in faccia la realtà…amministrare non è semplice…in qualsiasi situazione… Sognare è leggitimo e indispensabile per vivere in maniera anche serena…guardare la realtà e sforzarsi tutti insieme di trovare soluzioni è indispensabile per il benessere reale di tutti i noi…IO SOGNO…ho sognato e sognerò…ma mi batterò ancora e sempre per far vivere meglio a quelli che hanno il diritto ancora di poter sognare…. A disposizione….FABIO CASU

       0 Mi piace

  36. Io proporrei il disco orario in tutta la via roma e via serra la parte vicino al comune per non oltre 30 minuti. Inoltre si possono recuperare molti parcheggi di fronte a piazza gramsci eliminando circa 1 mt di piazza (dovrebbe finire all’altezza degli alberi) e fare i parcheggi a spina di pesce. Questo permetterà di avere circa 15 parcheggi (occhio e croce).
    Naturalmente poi bisogna vedere tutti i vincoli di legge in quanto è una strada di proprietà dell’ANAS.

       0 Mi piace

  37. “Ritengo che qualsivoglia esecutivo municipale ha il dovere di amministrare al meglio la “cosa pubblica”…è evidente che lo si può fare con l’ausilio di strumenti adatti. L’esempio, il primo che mi viene in mente, è quello di una comune famiglia! In ogni famiglia l’organizzazione giornaliera “per la sopravivenza” è studiata in base alle risorse di cui si dispone. Ci sono le priorità…e ci sono gli sfizi… alle prime è neccessario far fronte in maniera immediata…le seconde, c’è il tempo per realizzarle, in quanto “non di vitale importanza”…e con questa ultima esclamazione non intendo sminuire il problema!!!”
    Allora io mi chiedo come mai gli amministratori hanno deciso di aumentarsi di un migliaio di euro annui lo stipendio da consigliere comunale?
    Ma misteri della cosa pubblica!!!

       0 Mi piace

  38. Caro Pippatore, intanto i consiglieri comunali non percepiscono uno stipendio…bensi un gettone di presenza pari ad euro 14,00 €….gli assessori in carica percepiscono un’indennità di funzione che è a Serramanna la più bassa se confrontata ai comuni di pari abitanti… il fatto che siano stati inseriti in bilancio di previsione circa 10000,oo€ in più rispetto all’anno precedente non significa aver aumentato gli stipendi!!! SOTTOLINEO BILANCIO DI PREVISIONE. A Fabio Onnis….i parcheggi tracciati secondo il cds, hanno delle dimensiOni minime, e dei requisiti necessari per essere a norma…c’è già stato uno studio, e i parcheggi non arrivano a dieci…(riferito alla P.zza Gramsci)…è anche vero che pochi parcheggi sommati ad altri pochi e dislocati in più punti diventerebbero tanti parcheggi…Bravo Fabio…

       0 Mi piace

  39. Ricordiamo al “Pippatore” che, secondo quanto stabilito sulla pagina Scrivi anche tu (http://aserramanna.altervista.org/blog/scrivi-anche-tu/), noi amministratori ci riserviamo la possibilità di “cancellare i commenti qualora siano ANONIMI e/o offensivi”.

    Per questa volta lasceremo comunque il commento, visto che nel merito ha già ricevuto risposta dal consiglier Casu.

    Però invitiamo nuovamente chiunque scriva in questa sede ad inserire nome e cognome, al fine di evitare fraintendimenti vari e per evitare che il proprio commento possa venire da noi cancellato.

    Salutissimi 🙂

       0 Mi piace

  40. Complimenti per la nuova censura. Non avete il coraggio di aprire discussioni del genere!!!!
    E questo e un sito apolitico?
    Bravi

       0 Mi piace

  41. Apartitico, non apolitico. Il nostro regolamento parla chiaro. Inserisci nome e cognome, smetti di identificarti con una mail fasulla e lasceremo i tuoi commenti. Ringraziamo in anticipo.

       0 Mi piace

  42. Caro Piergiorgio Zucca (aka Pippatore), se vuoi esprimere il tuo parere, sempre bene accetto, devi avere un atteggiamento corretto verso gli altri utenti e devi avere il coraggio di mostrarti. Usa i tuoi dati e nessuno ti farà storie.

       0 Mi piace

  43. Mi sembra che in un qualsiasi blog uno possa usare i pseudonimi che vuole, anche per mantenere il proprio anonimato per svariati motivi in più non vi è nessun modulo di registrazione e nulla che riguarda il trattamento dei dati personali come in un qualsiasi blog, per quanto riguarda gli altri utenti mi sembra di non aver mai offeso nessuno in questa discussione, tant’è vero che nel commento mancante do pienamente ragione a Fabio per l’errore che ho commesso nel indicare consiglieri e assessori.
    ___________________________________________________________________
    continui a non usare una mail valida.

       0 Mi piace

  44. E’ la mentalità che deve cambiare, io per primo. Quando si esce in macchina pretendiamo di arrivare a destinazione il più vicino possibile, per fare poi meno passi possibile a piedi! Chiudere il traffico alle auto è utopia per tutti uquelli che fanno così, e sono in tantissimi! L’idea della navetta è buona, ma per arrivare a prenderla come ci si arriva? In macchina no? allora nasce l’esigenza di un mega parcheggio nei punti di capolinea. Non so se il problema sia una questione di fondi oppure la capacità delle amministrazioni a fare un simile progetto! (scusate la provocazione). Dobbiamo fermare il mondo…è fuori misura umana!

    Un abbraccio a tutti i Serramannesi

       0 Mi piace

  45. ..MA VIVIAMO IN UN METROPOLI?:::

       0 Mi piace

  46. MA..VIVIAMO IN UNA METROPOLI?

       0 Mi piace

  47. Si potrebbe fare così:

    -chiusura totale al traffico eccetto mezzi pubblici, residenti, commercianti e clienti solo per operazioni di scarico/carico motivati;

    -corsia pedonale continua per tutta via Roma;

    -rastrelliere per bici (dove c’è lo spazio);

    -no a parcheggi permanenti.

    Il tutto sotto il controllo costante dei vigili.

       0 Mi piace

  48. Intervengo per la prima volta in questo forum e saluto tutti i concittadini.
    Parliamo del trafl’ico in via Roma ed io credo si potrebbe risolvere facilmente con maggiori controlli dei vigil urbanii: io lavoro in piazza martiri e al lavoro ci vado a piedi…ma ogni mattina le auto degli avventori dei bar in piazza sostano per ore ed ore, fregandosene altamente del disco orario o dei divieti di sosta, e senza che nessuno li controlli.. l’educazione al rispetto degli altri s’impara a volte con le maniere forti: basterebbe che si facesse rispettare la zona disco (ahahahahaha…) ed il divieto di sosta dal lato della piazza……..l’idea della navetta poi non e’ solo per il centro. Per esemptio la guardia medica, o centro di salute pubblica, o poliambulaorio, o consultorio, o comunque vogliate chiamarlo. non si trova piu’ in centro…e quindi pensiamo a quanti dei nostri parenti hanno bisogno ogni giorno di consultare un medico o di fare un vaccino…lancio una provocazione: l’autista dello scuolabus, dopo il giro delle 8 del mattino e fino alle 12.30 ha altri incarichi?????

       0 Mi piace

  49. Visto che non avete reinserito i commenti precedenti, allora ripubblico quello che avevo scritto in precedenza in risposta al Consigliere Casu:
    A perfettamente ragione il Consigliere Casu nel dire che i Consiglieri prendono solo € 14.00 come gettone di presenza per ogni Consiglio, ma intendevo dire gli “Assessori” causa lapsus, ma ricordo al Consigliere Casu e faccio sapere ai naviganti di questo blog, che a 2 mesi dal nuovo anno l’Amministrazione Comunale non ha ancora portato in Consiglio Comunale la discussione sul bilancio comunale rimandando con esercito provvisorio,” tale procedura deve essere presentata entro l’anno”, in quanto ad oggi manco le risorse economiche per chiudere il bilancio essendo cosi a rischio sforamento patto di stabilita. Questo grosso problema porterebbe la CORTE DEI CONTI ad intervenire in maniera drastica sulle risorse del Comune, (es. riduzione dei Consiglieri,) e questo è il motivo perché sta solo nel bilancio di previsione la proposta di aumento dell’indennità.

       0 Mi piace

  50. Vorrei evidenziare i commenti di Augusto Mura e di Marcello Mereu.

    Marcello dice “Non credo però che si possa risolvere se non in un più ampio ragionamento sul riordino della viabilità in tutto il centro storico.” Per me questo è corretto: la situazione di Via Roma è strettamente correlata con le varie viuzze che la circondano. Mi viene in mente la svolta (per me molto pericolosa) di Via Leopardi (questa:Visualizzazione ingrandita della mappa) sempre preceduta da un codone di macchine che rendono molto difficoltoso il transito. Anche in quella zona andrebbero regolamentati i parcheggi e magari aggiunto uno Stop attualmente mancante.

    Augusto parla di no ai parcheggi permanenti e controllo costante, due cose ottime che si possono fare subito e a costo zero, infatti (cito marcello) “abbiamo assunto nuove figure professionali per il controllo anche del traffico”.

    La mia opinione è di restare nel concreto iniziando con delle piccole cose che si possono attuare da subito, e ovviamente ripongo le speranze nel Sommo Giulio “Chuck Norris” Cossu… 😛

       0 Mi piace

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato