Meteo: Serramanna | 13.06 °C

La festa del papà

di admin Letto 6.470 volte1

di Andrea Mura

Stamane, sabato 20 marzo, dal quartiere Campu Sa Lua si potevano sentire diverse canzoni, per lo più dello Zecchino d’Oro, provenienti dal campo da calcio in erba sintetica. Di che si trattava?

Al campo sportivo si stava celebrando la festa del papà, ovvero la ricorrenza celebrata oramai da un secolo in quasi tutto il mondo. Come tutti sanno in Italia (così come in Spagna, in Portogallo e in Svizzera) la data di riferimento è il 19 marzo, mentre nel resto del mondo sembra primeggiare la scelta del mese di giugno.

A Serramanna la festa dei papà è sempre celebrata dalle scuole ma è solamente dall’anno scorso che viene organizzata congiuntamente dalla scuola dell’infanzia san Giuseppe e dalla scuola degli Evaristiani una giornata con i papà.

Con una simpatica coreografia tutti i bambini sono usciti dagli spogliatoi guidati dalle maestre e seguiti dai rispettivi papà.

I bambini hanno cantato una canzone e recitato una poesia sui papà. Questi ultimi son stati successivamente affiancati dai propri figli e, allineati e presi per mano, hanno intonato ad alta voce l’inno di Mameli.

E non è finito qui: i papà dei bambini frequentanti le due scuole si sono sfidati in una partita di calcio, giocata col sorriso in bocca ed al massimo della sportività, interrotta per un (si spera lieve) infortunio di Efisio, uno dei papà-calciatori.

Questa piccola grande manifestazione è stata il risultato della positiva collaborazione delle due scuole ed in particolare è stata resa possibile grazie all’impegno e alla volontà delle maestre e delle tirocinanti che ogni giorno si occupano dei nostri piccoli concittadini.

In particolare grazie all’impegno di Milena Marcialis, la quale, provvista di microfono, ha gioiosamente animato la manifestazione e, a seguire, grazie a Monica Maccioni, Gabriella Zucca, Valentina Lilliu, Giuliana Simbula, Claudia Ligas (per la scuola san Giuseppe) e Miriam Marcialis, Liliana Melis, Fabiola Melis, Simona Melis (per la scuola degli Evaristiani).

Quindi una bella mattinata, accompagnata anche da un sole piacevole, in cui i bambini si sono potuti divertire con le loro mamme ma in particolare con i loro papà, i veri protagonisti di questa festa, pronti a giocare, cantare ma soprattutto a trascorrere alcune ore in compagnia dei propri figli.

 

Commenta via Facebook

Commenti (1)

  1. Complimenti per l’ottima iniziativa, lo sport genuino è sempre un’ottima cosa, e un super tera-bravo ad andre!

       0 Mi piace

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato