Meteo: Serramanna | 25.36 °C

Novanta di questi anni

di admin Letto 8.642 volte5

di Andrea Mura e Augusto Mura

Il 2 maggio scorso, nell’ambito della XXII festa dell’anziano, nella scuola di via Rosselli, sede dell’Associazione, si sono tenute le premiazioni dei nostri concittadini giunti all’età di novant’anni e degli artisti che hanno partecipato con le loro opere alla mostra della settimana precedente (vedi art. Arte e cultura a Serramanna).

 

Il Presidente Riccardo Chia, prima delle premiazioni, ha presentato l’Associazione Anni d’Argento illustrando le iniziative portate avanti negli ultimi anni e rivelando che l’Associazione è formata da quasi 600 soci.

 

Presenti anche il vice-Sindaco Sergio Murgia, don Giuseppe Pes e l’Assessore provinciale Gigi Piano, i quali sono intervenuti complimentandosi con l’Associazione e gli anziani presenti.

 

Successivamente agli interventi il vice-Presidente dell’Associazione, Giorgio Cordedda, ha chiamato singolarmente i novantenni per la premiazione, consistente in una targa-ricordo.

 

L’elenco iniziale prevedeva ventiquattro novantenni da premiare. Purtroppo una di loro è venuta a mancare proprio il giorno della premiazione. Oltretutto non tutti erano presenti, sicché per alcuni il premio è stato ritirato dai propri parenti.

 

Le targhe sono state consegnate sia dalle autorità presenti che dai componenti dell’Associazione Anni d’Argento.

 

Di seguito le foto della premiazione:

Commenta via Facebook

Commenti (5)

  1. Il 15 Maggio 2010, alle 17:00 di pomeriggio, è venuta a mancare la mia carissima nonnina Agnese, una delle novantenni che hanno ricevuto la targa……….avrebbe dovuto compiere i suoi 90 anni il 28 Maggio ma per fortuna la sua agonia è terminata prima………nonostante però la sua scomparsa fosse annunciata e coscientemente fosse stata accettata da noi parenti, la morte arriva sempre inaspettata e non è mai meno dolorosa…………..sono nata e cresciuta con la sua presenza, aveva un carattere molto forte, spesso tentava di fare il caporal maggiore ma l’abbiamo amata moltissimo! E tutto ciò che prima ci sembrava la parte “difficile” del suo essere, ora sento che sarà ciò che ci permetterà di ricordarla e portarla nel nostro cuore per sempre…….magari a volte con un sorriso, ricordando le sue frasi più celebri! Sono rimasta lì, davanti alla sua nuova, eterna casa, finchè non è stata chiusa, solo per poterle dire “ciao nonna!” sollevando la mano e immaginando con un sorriso che lei mi abbia risposto “ciao fillamia baxi cun deusu”………….buon viaggio nonna, un giorno spero tanto che ci rincontreremo e tu non avrai più dolore, sarai felice con tuo marito che per tanto tempo ti è mancato e con tua figlia, che hai amato e rimpianto tanto…………..e sarà per sempre!

       0 Mi piace

  2. diciamo pure questa targa non è che abbia portato tanta fortuna a nonna…c’est la vie, bella e puttana quando vuole

       0 Mi piace

  3. Cara Cinzia,
    mi hai commosso, non sò se ho conosciuto tua nonna, manco circa 35 anni dal mio paese, ma hai fatto un ritratto molto dolce di lei. Strano….il caporal maggiore mi piace sai perchè mi ricorda tanto i miei nonn e i miei genitori i, Perchè non ci racconti qualche suo anedotti e qualche curiosità? (il feddback) che ti ha trasmesso.Sai qualche volte il dolore del distacco si addocilsce ricordando le “storielle” dei nostri cari che ormai purtroppo non ci sono più,. I miei figli quando racconto le storie dei nonni serramanesi sorridono con me e quasi quasi loro sono ancora vicini a. noi
    Baci Barbara

       0 Mi piace

  4. Quando nonna Agne morì vedendola stesa nel suo nuovo letto tutto ricamato notai che nonostante avessimo messo tutte le cose più care, la borsetta, il ventaglio etc etc ne mancava una: il suo fazzoleto per il naso blu a quadri rosa … chiesi a Francesca, una delle ragazze della casa Lucrezia, se per caso fosse ancora t…ra le sue cose, nel suo armadio …. lei tornò dopo un'ora con quel fazzoletto, era il preferito di nonna …. aveva ancora una macchia di sugo …. fui felice di infilarlo sotto la sua mano perchè sapevo che senza quel fazzoletto si sarebbe lamentata in eterno ….. stanotte Agne era seduta sul mio letto e si soffiava il naso forte, come sempre … anche stanotte l'ho sgridata perchè come le dicevo sempre, "così forte poi ti esce sangue" e le ho detto "vedi che ne stai già perdendo?" …e lei …." ehhhh no t'arragodasa ca fiada manciau de bagna? mancu malli ca mi d'asi postu tui attottu! tocca larodda ….." non ho mai creduto al soprannaturale … prima di tutte qste coincidenze dei sogni di nonna ….come la notte che sognai il suo matrimonio con un bouquet di gerbere rosa … il giorno dopo in cimitero sulla sua tomba trovai gli stessi fiori … che sia davvero ancora con noi? ….
    Ricordo anche che lei mi diceva sempre che mi sarei meritata un bel lavoro perchè avevo tanto studiato … il giorno in cui è morta io ho trovato lavoro e il primo giorno era quello del suo funerale … l'ho vista seduta vicino a me in macc…hina nei primi giorni di viaggio da sola, quando avevo paura di guidare e ho sentito il suo fiato sul collo il 3° giorno di lavoro, la stessa sensazione di qnd la tenevo abbracciata negli ultimi mesi, quando voleva compagnia perchè stava molto male e sentivo il fiato debole che mi correva sul collo … tutto considerato insieme, a volte credo che sia ancora con noi ….

    CIAO AGNE!

       0 Mi piace

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato