Meteo: Serramanna | 6.69 °C

1° Torneo di Dernier a Serramanna

di admin Letto 10.791 volte0

Si avvicina la Festa di San Leonardo, Santo Patrono di Serramanna, e partono le iscrizioni al 1° TORNEO DI DERNIER della nostra mitica bidda.

La quota è di 5,00 euro a persona.

Per dare la vostra adesione e pagare l’iscrizione recarsi presso il rifornotire “TAMOIL” di Serramanna (via Cagliari direzione Villasor)
e chiedere a FRANCESCA.

Il torneo sarà con eliminazione a punti, in diversi tavoli con un massimo di 6/8 persone per tavolo.

Passeranno alla fase successiva i i primi 3/4 e gli altri si giocheranno il rispeccaggio per la fase finale.

Sino a che non ci sarà un solo vincitore e un solo RE o REGINA del DERNIER di SERRAMANNA!

SABATO 5 NOVEMBRE SI GIOCA TUTTO IN UN GIORNO, DALLE 14:30 SINO A FINE TORNEO!

LINK | Evento Facebook

REGOLE DEL DERNIER:

Il Dernier è un gioco di carte molto simile ad Uno o a Solo, che può essere giocato da 2 o più persone. Deve essere giocato velocemente: gli elementi chiave del suo fascino sono i frequenti colpi di scena e la concitazione del gioco. È in buona parte (ma non completamente) un gioco di fortuna.

Regole generali:
Le regole specifiche del gioco esistono in numerose varianti. Si gioca con le carte francesi, jolly inclusi.
Il mazziere distribuisce inizialmente a ogni giocatore un uguale numero di carte”numero di carte che viene scelto dal giocatore di turno – da un minimo di 3 sino ad un massimo di 7 carte per giocatore.”, e posiziona il mazzo al centro del tavolo, scoprendo la prima carta e deponendola accanto al mazzo; come nella scala quaranta, questa carta vale come “primo scarto”.

Il turno di gioco procede in senso antiorario.

Il giocatore di turno può scartare una delle proprie carte a patto che sia dello stesso seme o dello stesso valore dell’ultima scartata. Se non può o non vuole scartare, pesca una carta dal mazzo.
Lo scopo del gioco è quello di liberarsi di tutte le proprie carte, rimanendo con una mano vuota; il primo giocatore che arriva a scartare l’ultima delle sue carte vince. Quando un giocatore scarta la penultima carta, e prima che questa abbia toccato il tavolo da gioco, è tenuto a proclamare dernier! (in francese: “l’ultima!”). Se dimentica di fare questa dichiarazione, subisce una penalità che consiste nel pescare “una” carta dal mazzo.

IMPORTANTE : chi pesca dal mazzo deve sempre passare il turno al giocatore successivo tranne nel caso in cui si verifichi un “Anticipo” dello stesso giocatore pescante . Il Baro determina l’uscita immediata del giocatore .

Carte speciali:
• il fante consente al giocatore che lo ha scartato di cambiare il seme di gioco, dichiarando quale seme dovrà considerarsi per il prossimo scarto;
• la donna fa saltare il turno al giocatore successivo;
• il re inverte il senso di gioco da orario ad antiorario e viceversa;
• l’asso obbliga il giocatore seguente a pescare 3 carte. Se però tale giocatore possiede a sua volta un asso, può “rispondere” scartandolo; in questo caso evita la penalità e costringe il giocatore ancora successivo a pescare 3+3=6 carte. La cosa può essere ripetuta creando “catene di assi” .
• il jolly obbliga a pescare 5 carte.
• il sette obbliga il giocatore seguente a pescare 2 carte. Se però tale giocatore possiede a sua volta un sette, può “rispondere” scartandolo; in questo caso evita la penalità e costringe il giocatore ancora successivo a pescare 2+2=4 carte e così via.

Regole di comportamento:
Il dernier è particolarmente divertente se giocato con una certa velocità. Prevede un tempo massimo per la giocata di 5 secondi(nel caso in cui il giocatore di turno abbia veramente tante carte in mano, in quanto appena pescate, il tempo si dilata di altri 5 secondi bonus) scaduto il quale il giocatore di turno subisce una penalità (perde il turno e pesca una carta).
Inoltre è importante che i giocatori non parlino (se non nei modi previsti dal gioco, ovvero per annunciare il dernier o il seme deciso con un fante), e si prevedono penalità conseguenti.
Sarà l’arbitro o lo stesso mazziere a regolamentare il comportamento e sanzionare le diverse irregolarità dei giocatori con delle penalità .

Il gioco è a punti – si stabilisce un tetto massimo ad inizio partita (es. 31 punti) , chi giunge o supera questo tetto massimo è eliminato dal gioco – I punti, cumulativi di partita in partita,vengono assegnati a fine partita ad ogni singolo giocatore (coloro che non chiudono) – il numero di carte restanti in mano alla chiusura equivalgono ai punti da sommare (es. 6 carte in mano = 6 punti ).

Anticipo:
Consente a un giocatore in possesso di una carta identica a quella in cima al mazzo (stesso seme e stesso valore, ivi comprese tutte le”carte speciali” elencate precedentemente,”escluso lo Jolly”) di scartarla immediatamente, anche al di fuori del proprio turno.

Commenta via Facebook

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato