Meteo: Serramanna | 11.56 °C

Festeggiamenti per Sant’Ignazio: una settimana di celebrazioni

di Davide Batzella Letto 3.214 volte0

Quarant’anni fa circa, quando era stata edificata, era la prima parrocchia in Sardegna consacrata al fraticello di Laconi e ora, pur non conservando evidentemente la singolare esclusività, mantiene in vita riti e manifestazioni a metà tra la fede e la tradizione che in pochi possono vantare.

Come su Foghilloni de Fra Nassiu, il particolare falò propiziatorio che domenica ha, in pratica, aperto i festeggiamenti in onore di Sant’Ignazio. A Serramanna c’è un’impegnatissima comunità parrocchiale. È quella di Sant’Ignazio da Laconi, riunita attorno alla chiesa realizzata nel quartiere di Campu Sa Lua da don Bruno Pittau.

«Su Foghilloni de Fra’ Nassiu? È ormai qualche anno che lo facciamo», spiega Piero Locci, componente dell’oratorio parrocchiale. Tutti attorno alla singolare piramide di canne e frasche: la pioggia, domenica sera, non ha impedito l’accensione de su Foghilloni , che apre la festa organizzata dal comitato presieduto da Antonello Murgia in collaborazione con la società di Sant’Ignazio. Due giorni prima il nuovo parroco, don Pietro Mostallino, aveva consegnato la bandiera della società al priore Gianfranco Batzella. Da oggi fino a domenica sarà quindi un susseguirsi di riti significativi: dalla “Giornata dei bambini battezzati nel 2011” di domani , alla “Giornata dei ragazzi” che segna la fine dell’anno catechistico (giovedì) e alla “Giornata degli uomini” e della “Famiglia” (venerdì e sabato), fino alla “Giornata del malato” e “dell’anziano” (lunedì): la parrocchia di Sant’Ignazio riserva attenzione a tutte le componenti della comunità parrocchiale. Per i festeggiamenti civili, venerdì è prevista una commedia dialettale (Tottusu a unu muntoni) a cura della compagnia Su Stentu, mentre sabato sarà la volta del concerto di Pasqualino di Amici con la partecipazione di Benito Urgu. Chiusura domenica con i fuochi artificiali e l’esibizione della scuola di ballo Su Stentu.

Ignazio Pillosu – L’Unione Sarda del 22/06/2012

Commenta via Facebook

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato