Meteo: Serramanna | 19.08 °C

Pulizia aree del centro abitato al fine della tutela dell’igiene e della pubblica incolumità

di Andrea Mura Letto 3.942 volte2

Riportiamo l’ordinanza n.6 dell’11 Maggio 2012, pubblicata nell’Albo Pretorio del Comune.

 

PULIZIA AREE DEL CENTRO ABITATO AL FINE DELLA TUTELA DELL’IGIENE E DELLA PUBBLICA INCOLUMITA’ 

 

IL SINDACO

Rilevato che nel centro abitato di questo Comune esistono diverse aree nelle quali sono presenti erbacce che nascondono rifiuti di ogni genere, e costituiscono un habitat per le proliferazione d’insetti, roditori e parassiti;

 

Preso atto che tale situazione determina gravi rischi sia per l’igiene che per l’incolumità pubblica;

 

Considerato che per attuare un programma di prevenzione incendi, di profilassi e lotta contro gli insetti e le infezioni  da essi trasmesse, occorre attuare il presente provvedimento affinché vengano a mancare le cause che incentivano la presenza degli stessi;

 

Dato atto che il servizio di igiene pubblica della Az. U.S.L. potrà procedere ad effettuare il servizio di disinfestazione nei centri urbani solo se le aree saranno pulite dalle erbacce e dai rifiuti;

Vista la necessità di provvedere in merito, a tutela della salute, della incolumità pubblica e dell’ambiente;

 

Visto il Testo Unico degli Enti Locali D.Lgs. n° 267 del 18/08/2000;

 

ORDINA

 

a tutti i proprietari, usufruttuari, locatari di aree presenti nel centro abitato (inteso come l’agglomerato urbano corrispondente alle zone urbanistiche omogenee A-B-C-D-H) di provvedere al taglio delle erbacce e alla bonifica del terreno mediante il ritiro delle stesse.

 

AVVERTE

 

che i lavori di pulizia dalle erbacce nel centro abitato (inteso come l’agglomerato urbano corrispondente alle zone  urbanistiche omogenee A-B-C-D-H) dovranno essere eseguiti entro il 05/06/2012.

Chiunque non ottemperi alle disposizioni contenute nella presente ordinanza verrà sanzionato, così come previsto dalle norme vigenti, con l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria per un importo che va da un minimo di Euro 25,00 a un massimo di Euro 500,00 con le modalità previste dalla legge 689/1981. Agli inadempienti sarà applicata la sanzione accessoria, che consiste nell’obbligo di pulire l’area entro e non oltre cinque giorni dalla data di contestazione o notifica del verbale. In caso contrario, a seguito dell’adozione dei provvedimenti da parte degli uffici comunali, i lavori potranno essere eseguiti d’ufficio da parte di questa Amministrazione Comunale con il successivo addebito delle spese sostenute per i lavori di bonifica.Il proprietario, usufruttuario o locatario dell’area sarà denunciato all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 650 del
Codice Penale.Sono a carico del trasgressore e del soggetto solidale le spese di procedimento delle eventuali notifiche.Demanda alla Polizia Locale e agli agenti di pubblica sicurezza operanti nel territorio il controllo sulla esecutività dell’ordinanza e agli uffici competenti la massima diffusione della stessa.

Copia della presente Ordinanza dovrà essere pubblicata all’Albo Pretorio dell’Ente, all’Albo  retorio on-line e negli spazi informativi e trasmessa: Al Comando di Polizia Locale del Comune di Serramanna; Al Comando Stazione Forestale di Sanluri; Al Comando Stazione Carabinieri di Serramanna; All’Az. U.S.L. n° 6 di Sanluri, Servizio Igiene Pubblica; A tutti i proprietari d’aree site nelle zone urbanistiche C-D-H così come risultanti dalla banca dati dell’Ufficio  Tributi.

Si avverte che contro il presente provvedimento può essere presentato ricorso: entro 60 gg. dalla data di pubblicazione al Tribunale Amministrativo Regionale, nei termini e nei modi previsti dall’art. 2 e segg. della Legge n° 1034/71; entro 120 gg. dalla data di pubblicazione al Presidente della Repubblica, nei termini e modi previsti dall’art. 2 e segg.  del D.P.R. n° 1199/71.

IL SINDACO
(Alessandro Marongiu)

Commenta via Facebook

Commenti (2)

  1. A fianco a casa mia,c'e un immensa distesa di erbacce alte tre metri,ogni estate il fuoco rischia di entrarci in casa.I proprietari se në strafregano e il comune pure dal momento in cui non li sollecita.

       0 Mi piace

  2. Come puo' ci pensa mio marito,che comunque non dispone di mezzi,quest'anno se nonsens sbaglio ha pulito vittorio murru….della serie arrangiatevi.

       0 Mi piace

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato