Meteo: Serramanna | 22.17 °C

GRAMSCI-LORENZETTI: IL TOPO E LA MONTAGNA

di Davide Batzella Letto 6.001 volte2

Sabato 13 Ottobre ore 18.30. Serramanna, Teatro Comunale.

La Biblioteca Comunale “G. Solinas” di Serramanna propone, in collaborazione con la Biblioteca Gramsciana Onlus di Ales e l’illustratore Marco Lorenzetti, la presentazione del libro “Il topo e la montagna“.

Tale iniziativa sarà inserita nel contesto nella Manifestazione Culturale “FestivAliga”, organizzato dall’associazione “Sine Nomine Theatrum” con il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Serramanna.

Il topo e la montagna
C’era una volta un topo, che bevve il latte destinato a un bambino. Ma subito se ne pentì e corse dalla capra per risarcire il piccolo. Ma quella, per dare il latte, aveva bisogno dell’erba. E la campagna dell’acqua. E la fontana delle pietre. E le pietre della montagna. E la montagna degli alberi… Dalle lettere dal carcere del grande filosofo, un’attualissima favola morale della tradizione sarda.
http://www.galluccieditore.com/index.php?c=scheda_bibliografica&id=362

Relatori
Marco Lorenzetti è nato a Senigallia nel 1970. Vive e lavora ad Ancona, dove ha frequentato l’Istituto d’Arte. Si è laureato in Sociologia dell’Arte a Urbino. Dopodiché ha dipinto murales e scenografie negli Stati Uniti, si è occupato di moda in Giappone e ha realizzato mille disegni su commissione in Italia prima di riuscire a trovare una sua personale strada artistica. Dalla passione per i libri, l’arte, la storia e le storie, e dalla collaborazione con Gallucci nel corso del Master per l’Illustrazione e l’Editoria “Ars in Fabula” di Macerata, è nato tra l’altro questo suo primo albo illustrato.
Giuseppe Manias nasce ad Oristano nel 1969. Col fratello Luigi gestisce la Biblioteca Gramsciana. Nel 2007 ha curato per i Quaderni Tresso nel n. 60 la bibliografia all’unico discorso parlamentare di Antonio Gramsci e nel n. 63 della stessa rivista ha pubblicato due suoi saggi dal titolo “Antonio Gramsci e il movimento anarchico nel periodo de L’ordine Nuovo” e “Camillo Berneri tra Antonio Gramsci e Carlo Rosselli”. E’ spesso impegnato in convegni e in attività divulgative nelle scuole sul pensatore alerese.

Commenta via Facebook

Commenti (2)

  1. bruttissimo nome questo festivALIGA…..mentre interessante l'apertura a collaborazioni con e tra biblioteche….magari con altri canali anche di maggiore pubblicizzazione…

       0 Mi piace

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato