Meteo: Serramanna | 6.69 °C

Nozze speciali per un amore lungo 75 anni

di Simone Lasio Letto 2.986 volte2

Salvatore e Doloretta Sedda (Unione Sarda)

La forma fisica non è più quella di una volta, ma alla soglia dei cent’anni può essere anche normale. La mente (per l’uno) e le gambe (per l’altra) non sono più lucidissime e scattanti, ma il traguardo è davvero scintillante. Come il diamante che simboleggia, nel lessico corrente, i 75 anni di matrimonio. Traguardo, ragguardevole, che segna domani la storia di vita di due vecchietti di Serramanna, Salvatore Sedda e Doloretta Atzori, 98 e 95 anni rispettivamente, che hanno inanellato il loro patto d’amore in una sequenza temporale infinita, iniziata giusto il 27 novembre del 1937, e che ha tutta l’aria di voler continuare ancora. «Finché Dio vorrà», esclama con legittima deferenza Gina, 74 anni, figlia maggiore dei due sposi di diamante, immedesimata nel ruolo di voce narrante del film della vita dei genitori che, è naturale, fanno qualche fatica, oltre che coi movimenti, anche con le parole. «Mio padre parla poco, mia madre è più lucida ma fatica a camminare e si muove col deambulatore», spiega la maggiore di una famiglia che ha visto venire alla luce anche Rosaria, Vittoria, Augusto e Bruno, la cui scomparsa («a 21 anni, i un incidente di moto») ormai 48 anni fa ha macchiato di dolore, indelebilmente, l’esistenza di tziu Salvatore e tzia Doloretta. Insieme da 75 anni: «Sempre in armonia e d’accordo». «A parte il dolore per la morte di mio fratello, siamo stati una bella famiglia», dice Gina della storia bella dei genitori, intrisa delle fatiche della vita contadina. «Mio padre ha lavorato tanto, in campagna e non solo, e mia madre ha fatto la casalinga», continua Gina Sedda. Bracciante agricolo dipendente, Salvatore Sedda ha spaziato in tutte le mansioni: dal grano da mietere ai lavori in vigna. I possidenti in casa, al calduccio, e lui castiadori de bingia (guardiano di vigna), barracello e persino ladiraju , artigiano fabbricatore dei mattoni crudi terra e paglia. Ricordi lontani nel passato di tziu Salvatore e tzia Doloretta, che domani festeggiano le nozze di diamante. Anche il sindaco di Serramanna, Sergio Murgia, si unirà alla festa coi figli, nipoti e pronipoti.

I. Pillosu – L’Unione Sarda del 27/11/2012

Commenta via Facebook

Commenti (2)

  1. Complimenti a questi tenerissimi nonnini….ce ne fossero di coppie così longeve ….

       6 Mi piace

  2. …Aggiungo…Ce ne fossero di coppie… Così ! !.La longevità è bella…Ma ,perchè non usare un pò ” d’egoismo” e…Farsi raccontare da LORO,cosa , e,come,è stata la ” Vita a due ” … Negli anni ,a cominciare da ,come si sono conosciuti,e …Fino a che non sia, troppo “invasivo ” per la “sfera” privata ,ma quel tanto che basta per far capire ai giovani d’oggi …Cosa fare, per tenere salda una unione così ,BELLA !
    Sono certo che ,come bella è stata la ” stesura”
    dell’articolo…Bello sarà ciò che verrà “fuori”,
    dai ” ricordi e testimonianze “di uno degli
    ” Sposini “, magari con l’ausilio della figlia maggiore Gina,o magari dalla sorella Rosaria, mia coetanea , e , compagnia di, scuola ,o, classe ? ! Auguri !!

       6 Mi piace

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato