Meteo: Serramanna | 3.77 °C

Perda Fitta: il culto della Dea Madre – 1 dicembre 2012

di admin Letto 6.231 volte2

Giacobbe Manca, noto archeologo nuorese, docente di storia e letteratura italiana e direttore della rivista specialistica “Sardegna Antica”, terrà una conferenza sul culto della Dea Madre in Sardegna, con particolare riferimento al menhir Perda Fitta di Serramanna.

L’evento, organizzato dall’associazione culturale Il Pungolo, si terrà sabato 1 dicembre 2012 alle ore 17.30 presso la sala Montegranatico.

Commenta via Facebook

Commenti (2)

  1. se mi ospitano,faro’di tutto per esserci.

       0 Mi piace

  2. Zone archeologiche da valorizzare

    Il villaggio di Cuccuru Ambudu e il menhir conosciuto come Perda Fitta saranno al centro dell’incontro promosso dall’associazione culturale “Il Pungolo” di Serramanna. La conferenza si terrà domani alle 17,30 nella sala del Montegranatico. Relatore sarà Giacobbe Manca, archeologo nuorese, docente di letteratura italiana e storia e direttore della rivista specialistica “Sardegna Antica”. Si tratta di un incontro particolarmente atteso da appassionati e studiosi perché a Serramanna sono presenti diversi siti prenuragici di grande importanza, come il villaggio di Cuccuru Ambudu e, soprattutto, il menhir legato al culto della dea madre noto come Perda Fitta (pietra infissa). Un masso in granito rappresentante la Dea Madre, situato all’interno di un agrumeto. In un’altra località dal nome significativo di Sa ia de is perdas (via delle pietre), è visibile anche un’altra pietra, ora molto rovinata ma abbastanza simile nelle linee a Perda Fitta. I siti tornano al centro dell’interesse degli studiosi e appassionati, grazie all’iniziativa dell’associazione “Il Pungolo”.

    Ignazio Pillosu, Unione Sarda, 30 novembre 2012

       1 Mi piace

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato