Meteo: Serramanna | 18.48 °C

Ladri bucano la parete per rapinare la Posta

di admin Letto 4.214 volte0

Banditi armati in azione a Serramanna: rapina poco fa all’ufficio postale di Serramanna.

I banditi, durante la notte, hanno praticato un foro in un muro e sono entrati dentro l’ufficio postale dove hanno poi atteso i dipendenti. Poco dopo le otto, i malviventi che erano mascherati e armati di pistola sono così usciti allo scoperto bloccando i dipendenti appena entrati nei loro uffici e costringendoli a vuotare la cassa. Poi sono fuggiti. Sul posto stanno operando i carabinieri.

[unionesarda.it – sabato 01 dicembre 2012 09:08]

Su Ansa.it (01 dicembre, 12:05) si legge che sono stati rubati 60mila euro:

Rapinati 60mila euro in Poste Serramanna

Malviventi di notte praticano foro nel piano superiore

(ANSA) – SERRAMANNA, 1 DIC – Rapina da 60 mila euro nell’Ufficio postale di Serramanna questa mattina all’apertura. Singolari le modalità del colpo. Due malviventi sono entrati durante la notte nei locali al piano superiore delle Poste e hanno effettuato un foro sul pavimento, poi hanno atteso l’apertura dell’ufficio.

Appena il direttore ha tolto l’allarme i due, col volto coperto ma senza armi, si sono calati nell’ufficio, hanno immobilizzato il responsabile costringendolo a aprire la cassaforte, e sono poi fuggiti.

Servizio andato in onda il 01/12/2012 su Videolina:

Un precedente attacco risale al 2009, sempre nei primi giorni di dicembre, magari volendo sfruttare l’arrivo delle pensioni.

Ne L’Unione Sarda del 05/12/2009 si scriveva:

Serramanna, tentato furto alle poste, arrestate in flagranza due persone

Durante la notte a Serramanna i carabinieri della stazione di Sanluri e dell’Aliquota radiomobile della Compagnia hanno arrestato, in flagranza di reato, per tentato furto aggravato Erard Fenu, di 56 anni, di Samassi, e Gianfranco Muscas, di 43, di Iglesias ma residente a Siliqua.

I due sono stati sorpresi mentre tentavano di effettuare un furto nell’ufficio postale di Serramanna. Fenu e Muscas, poco prima delle 2, dopo aver forzato la porta d’ingresso dell’ufficio, in via Silvio Pellico, e neutralizzato il sistema allarme, sono entrati nel locale e con una fiamma ossidrica hanno praticato un foro laterale alla cassaforte non riuscendo, però, a prendere il denaro contante, circa centomila euro, grazie all’intervento dei carabinieri che li hanno immobilizzati e arrestati. I due ladri erano dotati di una lancia termica, ricetrasmettitori, un sistema inibente di trasmissioni radio e telefoniche. L’ufficio postale di Serramanna era stato già svaligiato, con analoghe modalità, il 5 aprile 2004, allora il bottino fu di ottantamila euro. Fenu, inoltre, era già stato arrestato, in flagranza di reato, per un tentativo di furto nell’ufficio postale di Monteponi (Iglesias) compiuto l’1 luglio 2006, al termine di una operazione delle Compagnie dei carabinieri di Sanluri e Iglesias. L’uomo risulta anche condannato in primo grado a cinque anni di reclusione per una rapina a mano armata, compiuta in Germania, con sequestro per due ore degli impiegati di una banca il 13 maggio 2003 e che fruttò centomila euro.

[unionesarda.it]

Commenta via Facebook

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato