Meteo: Serramanna | 13.96 °C

Il Serramanna adesso è in fuga

di Simone Lasio Letto 2.247 volte1

La capolista segna, contiene la reazione degli avversari e nel finale chiude i conti
Orrolese ko, il vantaggio sulla seconda sale a +7

SERRAMANNA: Sitzia, Mascia, Montis, E. Ena (43′ st M. Ena), Oppes, Cherchi, Meloni, Atzeni, Ligas (33′ st Angioni), Curreli, Melis (48′ st Saccucci). Allenatore: Mura. ORROLESE: A. Anedda, Etzi, Palmas (23′ st Loi), Damiano, M. Mura, Serra, Podda, Murgia, S. Mura (7′ st Ibba), Mingoia, Marcialis. Allenatore: Grudina. ARBITRO: Cozzolino di Oristano. RETI : 18′ Ligas, 41′ st Curreli.

SERRAMANNA Undicesima vittoria di fila per il Serramanna che approfitta del passo falso del Quartu2000 a Sant’Antioco e si porta a 7 lunghezze sulla diretta inseguitrice. Buona prova dell’Orrolese che prova a portar via punti dal campo della capolista ma non riesce a finalizzare in rete la buona mole di azioni costruite.
I padroni di casa, orfani di due pedine importanti come Usai e Leo, partono subito all’attacco e al 7′ vanno già vicini al vantaggio con un colpo di testa da distanza ravvicinata di Curreli che mette in difficoltà Andrea Anedda. Al 18′ il gol: Ligas sfrutta un maldestro retropassaggio del centrocampo ospite, parte palla al piede dalla trequarti, supera un avversario e fredda il portiere con una botta sul primo palo che s’insacca sotto la traversa. Due minuti dopo è ancora il bomber del Serramanna ad avere la possibilità di raddoppiare ma stavolta il portiere respinge con i pugni.
Il Serramanna fa la partita, l’Orrolese, stordita dallo svantaggio, rischia di capitolare al 27′ quando Curreli, spalle alla porta e in condizioni di equilibrio precario, riesce a girarsi e a trovare il varco per il tiro che viene facilmente bloccato da Anedda. Tra il 30′ e il 40′ gli ospiti riescono a spezzare il predominio dei padroni di casa andando per due volte vicino al pareggio: la prima con una punizione di Podda bloccata da Sitzia e la seconda con un bel guizzo in area sempre di Podda che, dopo aver saltato un avversario con un dribbling a rientrare, conclude alto sopra la traversa.
Nella ripresa l’Orrolese rientra dagli spogliatoi più determinata e cerca il pari; il Serramanna riesce comunque a respingere senza troppi affanni gli attacchi ospiti ed è sempre pronto a far male con le ripartenze dei suoi veloci attaccanti. Al 12′ è Ligas ad impegnare nuovamente Anedda con un tiro dal limite dell’area al termine di una bella azione corale; Melis non è lesto ad approfittare della respinta corta del portiere. Al 35′ l’Orrolese sfiora il pari con una punizione da posizione defilata di Mingoia che rimbalza a un metro dalla linea e viene messa in angolo dalla difesa di casa. Neanche il tempo di recriminare contro la malasorte che gli ospiti rischiano di capitolare al termine di un’azione tutta di prima tra Curreli, Meloni e Melis con quest’ultimo che arriva scoordinato sul pallone e calcia a lato da buona posizione. A 4 minuti dal termine ci pensa Curreli però a mettere la parola fine alle speranze di pareggio dell’Orrolese quando ruba una palla al limite dell’area e insacca all’angolino basso alla sinistra di Anedda.

Mister Mura «Sono molto fiero dei miei ragazzacci», urla: continuiamo così, senza guardare la classifica

SERRAMANNA Undicesima vittoria di fila e sette punti sulla seconda, mister Mura è raggiante: «Sono soddisfattissimo della partita che hanno disputato i miei ragazzi, prima ancora del risultato son contento della splendida prestazione che la squadra ha offerto contro un ottimo avversario. Da subito si è visto che i miei erano in salute e avevano tutte le intenzioni di non lasciare niente all’avversario. Volevano i tre punti e se li son totalmente meritati». Nonostante le assenze di uomini chiave come Leo e Usai, «i ragazzi che son stati chiamati a sostituirli – dice Grudina – hanno dato il cento per cento e non hanno fatto rimpiangere gli assenti. Sono fiero dei miei “ragazzacci”, dello spirito con cui stanno affrontando quest’avventura, con il massimo dell’impegno e del sacrificio ma anche cercando di divertirsi. Ora continuiamo come sempre senza guardare troppo la classifica ma andando avanti domenica dopo domenica».

Giorgio Pillosu – L’Unione Sarda del 28/01/2013

Commenta via Facebook

Commenti (1)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato