Meteo: Serramanna | 17.05 °C

Pd, effetto liste sulla Giunta di Serramanna

di Simone Lasio Letto 1.727 volte0

Le primarie del Pd violate dalle candidature imposte dalla direzione nazionale del partito si riverberano anche su Serramanna, dove ieri hanno annunciato la loro «auto-sospensione dagli incarichi nel partito» due pezzi da novanta: Gianluigi Piano e Giulio Cossu. Gli effetti della loro decisione sono del tutto da verificare.

Piano, infatti, è il segretario cittadino del Pd, nonché assessore provinciale, e la sua presa di posizione (anche se è presto per dire se l’auto-sospensione possa tradursi in vere dimissioni) potrebbe avere effetti dirompenti sugli equilibri e sulla credibilità (alle primarie hanno votato 503 elettori) del primo partito di Serramanna, e sul governo della cittadina. «Ci piaccia a non ci piaccia le primarie dovevano riservare 10 spazi a parlamentari sardi, e così dev’essere», è il diktat di Piano. Che si sofferma sul significato delle primarie: «Per tre volte abbiamo chiesto ai nostri elettori di votare alle primarie. Per ben tre volte abbiamo ripetuto quanto fosse importante che fossero loro a scegliere chi potesse rappresentarli al meglio. Democraticamente. Abbiamo avuto una risposta chiara, univoca. Ora dobbiamo accettare il responso delle primarie e dimostrare che il nostro è davvero un partito serio, che rispetta le regole». Anche Giulio Cossu non è tenero con «chi fa finta che le primarie in Sardegna non ci siano state: non è il Pd che voglio».

I. Pillosu – L’Unione Sarda del 11/01/2013

Commenta via Facebook

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato