Meteo: Serramanna | 29.12 °C

«Così riduciamo il traffico». In via Pellico primo banco di prova importante per il piano

di admin Letto 2.039 volte0

Gli autovelox e i carri attrezzi (annunciati per scoraggiare i pirati della strada e i furbetti della sosta selvaggia) ancora non ci sono, ma a Serramanna il programma per rendere più agevole e sicura la circolazione (specie quella dei pedoni) è già cominciato. È di questi giorni l’istituzione di due nuovi sensi unici attorno al caseggiato scolastico delle Primarie di via Silvio Pellico. (CLICCARE QUI PER LEGGERE IL COMUNICATO INTEGRALE DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI SERRAMANNA).

PRIMO LOTTO «Per il primo dei cinque lotti del nostro programma del traffico, siamo voluti partire proprio dalle scuole: i punti più sensibili e che riguardano l’utenza più debole del traffico: gli scolari», annuncia Alberto Pilloni, consigliere comunale delegato dal sindaco Sergio Murgia alla viabilità e traffico. «Attorno alla scuola di via Pellico d’ora in poi i pedoni-scolari cammineranno con più tranquillità e le auto, grazie ai due nuovi sensi unici di via Pietro Micca e via Fratelli Bandiera, scorreranno più agevolmente», aggiunge Pilloni.

STRISCE ZEBRATE A difendere i bambini dall’invadenza delle auto arriva anche un altro piccolo accorgimento: un percorso pedonale di cento metri proprio nel punto, nevralgico, dell’ingresso all’istituto. «Non si tratta di un vero e proprio marciapiede ma di un percorso pedonale con le strisce zebrate riservato al transito degli alunni», chiarisce Alberto Pilloni che anticipa la prossima mossa: il secondo lotto del piano traffico che «riguarderà la rimodulazione, con nuovi sensi unici, della circolazione di auto e pedoni intorno alle scuole di via Sicilia».

MENO AUTO Il programma dell’amministrazione comunale in materia di viabilità e traffico punta a privilegiare i pedoni. «Nessuna criminalizzazione delle auto ma vorremmo far sì che l’uso fosse limitato allo stretto necessario», annuncia il consigliere Pilloni. «Fare la spesa e andare a scuola a piedi: si può fare», la giunta comunale ne è convinta e lavora, per questo, a percorsi pedonali che interesseranno le vie principali di Serramanna: via Torino, via Roma, via Serra. «Procediamo per gradi: per cambiare le nostre abitudini consolidate a spostarci in auto ci vuole tempo, e dobbiamo dare modo alla gente di accogliere e abituarsi ai cambiamenti».

PIEDIBUS Non è un caso, quindi, che le prime novità partano proprio dalle strade intorno alle scuole. «Se vogliamo cambiare dobbiamo partire dai bambini», conferma Alberto Pilloni. Il progetto di primavera si chiama Piedibus: «Intendiamo incoraggiare i ragazzi ad andare a piedi a scuola». Partner indispensabili i nonni vigile. L’esperimento, ancora una volta, dovrebbe partire dalla scuola Pellico. Punto d’incontro la Pineta, poi a scuola col mezzo di locomozione più salutare: le proprie gambe

I. Pillosu – L’Unione Sarda del 14/02/2013

Commenta via Facebook

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato