Meteo: Serramanna | 17.05 °C

Resoconto Cena al Buio 08/02/2013 con foto

di Davide Batzella Letto 4.619 volte2

A poco più di una settimana dall’evento della cena al buio, l’Associazione Culturale Il Pungolo, tramite Manuela Ortu, ci invia un insolito e simpaticissimo resoconto in rima composto da uno dei partecipanti.

“Come si può intuire tra le rime, la serata è stata allegra e gradevole e si è conclusa con un dopocena in musica. Ci farebbe piacere che altri partecipanti commentassero con le proprie impressioni questa esperienza“.

CENA AL BUIO – 8/2/2013

Cena al Buio Serramanna 2013

di Gianni Manca

L’otto febbraio a Serramanna
siamo andati in cambarada
a ci far na scorpacciada
e la brente manna manna.

Eravam na quarantina,
tutta gente ben disposta
a capir la giornatina
di certa gente alquanto tosta

Siam saliti al primo piano,
is mesieddas già imbandite,
tutti mano nella mano
con le membra ormai sbiadite.

Dove sei? grida qualcuno.
Non ti vedo! Cos’è sto loco?
Oh buon Dio, non c’è nessuno!?
Ma de ghe!!? Sei già ubriaco?

Guadavamo l’Acheronte
tutti spersi, senza luce.
Ci tragava un buon Caronte
che la vista ben traduce.

A seder come bambini
prendevamo un pò il contatto
con forchette e tavolini
su cui poi avrem mangiato.

Che si mangia? Chi lo sa?
Boh!? Chissà che ci sarà.
Vuoi del bianco o del buon rosso?
Chi è che parla, Ah!!! mi viene addosso!!!

Ehhh! Smanau, che c’hai paura?
Mi non mordo, so’l cameriere.
Uhau. Mi sa ti do il bicchiere
che mi versi ben da bere.

Ecco arriva qualche cosa.
E’ l’antipasto! Va che roba!
Ma cos’é? Sembra salmone!
Macché salmone, è speck rosa!

Ejaaa, eja!!! C’hai ragione,
che sbadato sono stato,
c’è anche un fungo, il formaggione
Miii! che buono! E’ ben condito.

Scusi scusi, CAMERIEREEE
può versarmi tassa e binu?
La stia attento, non sollevi!
Strisci sopra su taullinu!

Uh! che fatica, mi che ho fatto!
e siam solo al primo piatto!
Chissà come finiremo
Calmi! Calmi! Poi SANREMO!!!!!!

E via il primo ed il secondo
scorron via senza un lamento,
sol commenti di contorno,
tassa e binu, per intanto.

Per finire frutta e dolce;
di stagione e casalingo,
neanche un po’ sanno di croce,
che i ditini ben mi lingo.

Bene adesso il digestivo?!
Pria il caffé, cos’è l’imbroglio?!
C’hai ragione! ma è distensivo,
dopo tutto questo intruglio.

E alla fin tornò la luce
che poi noi non siam ‘bituati!
Là Pierpaolo! Ah? Tui fiasta
il Caron che ci condusse.
Mi a Francesca ed Antonello
che versava il buon vinello
tutti bravi e ben formati
chi parrian professionisti.

Bravi, bravi a tutti quanti
che ci han fatto sto regalo
che ci han fatto capir meglio
chi ogni giorno cena al buio.

Commenta via Facebook

Commenti (2)

  1. è stata una serata molto particolare..mangiare e capire ,senza vedere,quel che si gustava è stato molto strano ,insolito ma mi incuriosiva moltissimo.è stato molto piacevole e divertente …l’emozione pero’ è arrivata dopo ..quando fabio,che non conoscevo ne’ mai avevo sentito parlare , ha cantato “emozioni” ,la bellissima canzone di l. battisti….ringrazio ancora manuela per avermi invitata, ma anche tutti i partecipanti.grazie mille!!

       6 Mi piace

  2. uffa !……..

       0 Mi piace

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato