Meteo: Serramanna | 14.05 °C

A “Forza ragazzi” il quiz sardo nel quale si sfidano le scuole

di Davide Batzella Letto 2.525 volte0

La battaglia tra le province sarde si combatte a suon di cultura. Ogliastra contro Campidano, e poi Nuoro contro Cagliari. Sono sedici ragazzi per squadra, le eccellenze dei loro istituti con la media dell’otto e del nove, qualcuno persino del dieci. Si apre così la prima puntata di “Forza ragazzi”, il nuovo programma di Videolina ideato e condotto da Roberto Betocchi, della Rb management. Andrà in onda ogni martedì in prima serata, dalle 21 alle 23, per un totale di tredici puntate. Scenderanno in campo le classi quarte di tutte le scuole sarde. Un quiz televisivo con tutti i crismi: c’è il pulsante per prenotarsi, una sfilza di domande che spaziano dalle materie attinenti al percorso scolastico, di stretta attualità, ma anche di cultura generale, la valletta Elena. E chiaramente un premio finale. Ogni risposta esatta dà diritto a un punto, l’obiettivo finale è il viaggio studio di due settimane in un college inglese. Un’avventura che durerà tredici puntate, solo allora sarà decretata la squadra vincitrice. Ambiente e natura, economia e finanza, sport, anatomia e salute. E poi astronomia e letteratura sarda, storia, spettacolo, matematica. Ma ci sono anche domande di religione, educazione civica, letteratura sarda e italiana.

I CONCORRENTI Gli studenti in gara sono preparatissimi e agguerriti. Si destreggiano con sicurezza tra materie diversissime tra loro. Ad aiutarli c’è il mental coach Efisio Crabu, a sostenerli insegnanti e genitori. Gli studi televisivi sono affollati, in platea, ad arricchire la puntata con interessanti precisazioni e approfondimenti, Renato Brotzu, esperto di micologia, Federico Seren, coordinatore di mercato della Banca di credito sardo, e per la storia dei Mondiali di calcio il giornalista Stefano Fioretti. Si parte con i funghi, si prosegue con la moneta unica. E si conclude con il calcio. Da una parte la maglia verde degli istituti superiori di Perdasdefogu, Tortolì, e Lanusei, dall’altra l’arancione per gli studenti delle scuole superiori di San Gavino, Sanluri, Serramanna e Guspini. È il Medio Campidano ad avere la meglio nel primo match, conquista 49 punti e si aggiudica il primo posto nella classifica provvisoria. Ma la strada è ancora lunga.

LA SECONDA SFIDA Nel secondo blocco cambiano le squadre, è la volta della sfida tra Nuoro e Cagliari. Il numero di domande è identico, cambiano le materie selezionate. Si sfidano tra conoscenze legate all’apparato riproduttore umano, con gli interventi della ginecologa Elsa Frau, Astronomia, supportati dalle spiegazioni di Gian Nicola Canizzo, il responsabile del Planetario dell’Unione Sarda, e sull’intellettuale Francesco Alziator, aiutati dal direttore editoriale de L’Unione Sarda Gianni Filippini. A contendersi il primo gradino del podio gli istituti superiori di Nuoro città e Macomer. La sfida è con le quarte classi delle scuole di Cagliari città e Capoterra. Sono i primi ad avere la meglio, si aggiudicano 46 punti.

IL FUTURO Si chiude così la prima puntata della nuova scommessa del palinsesto televisivo di Videolina, martedì prossimo sarà la volta di due nuovi duelli culturali: Sassari sfiderà Oristano, la provincia della Gallura combatterà contro Carbonia-Iglesias. Le squadre che totalizzeranno il punteggio più alto nelle prime dieci puntate avranno accesso alle semifinali. Ma sarà solo durante la tredicesima e ultima puntata che si saprà quale squadra si aggiudicherà il viaggio studio in un college inglese. Un confronto sano che accende i riflettori sull’importanza della cultura. “Forza Ragazzi”, sostenuto dalle Province, insegnanti e dirigenti scolastici di quasi tutti gli istituti superiori della Sardegna, è solo all’inizio. E le materie ancora tantissime.

Sara Marci – L’Unione Sarda del 06/03/2013

Commenta via Facebook

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato