Meteo: Serramanna | 25.43 °C

S’Incontru di Pasqua 2013: filmato e resoconto fotografico

di Davide Batzella Letto 13.484 volte6

Domenica 31 marzo 2013 è stato il giorno de S’Incontru tra il Cristo Risorto e la Madonna: i due simulacri sono stati accompagnati rispettivamente dai fedeli della parrocchia di Sant’Ignazio e dai fedeli della parrocchia di San Leonardo.

Partiti dalle due chiese, si sono ricongiunti in Via Roma.

Alla Madonna viene tolto il velo nero che porta in segno di lutto, il Cristo ha una fascia dorata e l’aureola per simboleggiare l’avvenuta resurrezione. Giunte nella Piazza Matteotti, le due statue si sono ritrovate l’una di fronte all’altra e si sono salutate con un triplice inchino: al terzo è la Pasqua, tra l’applauso della folla e il Christus Vincit della Banda Musicale “Giuseppe Verdi”.

Affiancati, i due simulacri concludono la processione insieme verso la Chiesa dedicata al Santo di Laconi, dove è stata celebrata la Messa solenne da Don Pietro Mostallino, con omelia a cura di Don Giuseppe Pes.

L’incontro nell’Incontro

882501_10151329867880952_1571480995_o

Con un comunicato congiunto, i parroci di Sant’Ignazio, Don Pietro Mostallino, e di San Leonardo, Don Giuseppe Pes, nel foglietto n. 9 di domenica 17 febbraio, dal titolo: “celebrazioni interparrocchiali per il 2013” (clicca qui per leggerlo), annunciano che a partire da quest’anno le celebrazioni della Pasqua avverranno in comunione e collaborazione tra le due parrocchie. (Leggi anche l’articolo di Paolo Casti dello scorso 14 marzo –  “S’Incontru”).

La partenza dei simulacri dalle due parrocchie verrà alternata ogni anno: l’anno prossimo la Madonna partirà da Sant’Ignazio e il Cristo Risorto da San Leonardo. Il rito de “S’Incontru” avverrà nella Piazza Martiri e i due simulacri proseguiranno assieme verso la Chiesa di San Leonardo.

Galleria Fotografica

Ecco una raccolta di fotografie scattate da Andrea Erba e Davide Batzella. Le riprese del filmato presente nella parte alta dell’articolo sono state effettuate da Carlo Pahler.

Un ringraziamento va a tutti coloro che hanno partecipato e collaborato rendendo possibile la realizzazione di questo resoconto.

Commenta via Facebook

Commenti (6)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato