Meteo: Serramanna | 23.34 °C

Corso di psicologia dello sport

di Andrea Mura Letto 2.031 volte0

Corso di psicologia dello sport
La psicologia dello sport è la disciplina che studia gli aspetti psicologici, sociali, pedagogici e psico-fisiologici dello sport; essa trae ispirazione e contenuto da molteplici discipline che vanno dalla medicina alle scienze motorie, ma ha trovato negli anni un suo preciso e definito percorso di ricerca e di intervento. Infatti, attualmente si è specializzata nell’ambito della preparazione mentale, e sulle abilità che possono essere incrementate nello sportivo, vale a dire l’attenzione, la concentrazione, la motivazione, la gestione dello stress, dell’ansia ed altro. Lo psicologo dello sport è un dottore in psicologia (più spesso ad indirizzo clinico o del lavoro) che mette a disposizione le sue conoscenze presso Federazioni, Enti, Palestre, Associazioni e si dedica alla formazione, tramite interventi individuali o di gruppo, dello staff dirigenziale, degli arbitri, degli allenatori, degli atleti di sport individuali o di squadra, nonché degli atleti disabili. Inoltre, la psicologia dello sport sta dando un enorme contributo alla comprensione del ruolo dello sport nello sviluppo dei bambini, evidenziando come debba rappresentare un’esperienza divertente, di crescita e consapevolezza del proprio corpo, dello stare bene con se stessi e gli altri (compagni di squadra e allenatore). Fare sport significa anche combattere gli aspetti negativi dell’handicap come: paura, angoscia, ansia, depressione, che determinano frustrazione e totale chiusura dal mondo esterno. In sintesi lo sport consente di modificare in positivo l’immagine di sé: l’individuo, atleta normodotato o disabile, davanti ad una prestazione è semplicemente una persona, che, attraverso delle strategie di ordine psicologico, impara a porsi degli obiettivi, a perseguirli, e a risolvere i problemi che possono intercorrere nel corso del cammino.

Si svolgerà a Serramanna un importante corso di formazione (livello base) dedicato a questa nuova e interessante disciplina. Si tratta di una vera opportunità, non solo per psicologi, ma per tutti coloro che si occupano di sport e attività motoria a vari livelli, visto che per frequentare questo genere di corsi, solitamente, bisogna saltare il mare.

Commenta via Facebook

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato