Meteo: Serramanna | 26.56 °C

Gialeto 1909 annulla la Pedalata: è polemica

di Andrea Mura Letto 1.690 volte0

La Gialeto 1909 chiede la revoca dell’autorizzazione per la Pedalata ecologica. La richiesta, inoltrata in questi giorni dal responsabile del settore ciclismo della società Gianfranco Abis, ha i toni della polemica. «La decisione, sofferta, è originata dalle soluzioni imposte dall’amministrazione comunale al programma della nostra manifestazione», spiega Abis.images

La Pedalata Ecologica, giunta alla quinta edizione, era stata programmata dalla Gialeto già da marzo. «Come ogni anno», rileva Franco Putzolu, il direttore sportivo della squadra ciclistica, «la nostra manifestazione, il 2 giugno, sarebbe dovuta essere una festa con sei o settecento partecipanti che avremmo accolto nella pineta di via XXV Aprile dove, al termine di un piccolo tour turistico nella chiesa di Santa Maria e in un’azienda agricola locale, ci sarebbe stato il pranzo». La macchina organizzativa, già in moto, si è quindi fermata. Il motivo lo chiarisce ancora il presidente Gianfranco Abis. «L’impossibilità di poter usufruire senza impedimenti delle strade e degli impianti che avevamo chiesto con congruo anticipo, perché la nostra iniziativa è stata integrata con un’altra manifestazione, pur lodevole, di un’altra società». Insomma, avrebbero dovuto dividere gli spazi con l’altra società ciclistica locale, la Pool Bike, organizzatrice di una kermesse giovanile. «Nulla contro di loro, che lavorano per lo sport così come facciamo noi, ma si tratta di due eventi di diversa natura che non possono tenersi lo stesso giorno e negli stessi spazi». Al Comune, e all’assessore dello Sport il compito di far rientrare la protesta della Gialeto.

Ignazio Pillosu, Unione Sarda, 28 maggio 2013

Commenta via Facebook

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato