Meteo: Serramanna | 26.56 °C

Asd, divorzio in vista?

di Andrea Mura Letto 1.577 volte0

Il presidente: il primo obbiettivo è valorizzare i giovaniimages

SERRAMANNA L’hanno scorso dall’unione tra il GS Serramanna e il Dopolavoro Ferroviario era nata l’ASD Serramanna, premiata con la storica promozione nell’Eccellenza di calcio. Dopo un solo anno i rapporti tra il presidente Enrico Maccioni e i partner dell’ex Dopolavoro (Paolo Melis e Adriano Carboni in primis) si sarebbero guastati. Nel paese se ne parla molto, ma le voci di divorzio non distraggono Enrico Maccioni, il presidente che con la sua creatura calcistica si prepara a vivere per la prima volta l’inebriante esperienza del massimo campionato regionale di calcio: l’Eccellenza. «Il nostro primo obiettivo, insieme ad un torneo tranquillo, è quello di valorizzare i giovani del vivaio: quelli che hanno ottenuto il terzo posto nel campionato Juniores regionale sono solo la punta dell’iceberg», esordisce il presidente del Serramanna Maccioni. L’uomo, lo sportivo, che undici anni fa ha preso in mano la società, e dal fondo della Terza categoria l’ha issata fra le stelle del calcio regionale. I riflettori del calcio che conta tornano quindi a puntarsi su Serramanna. «Abbiamo vinto il campionato di Promozione e la Coppa disciplina, a testimonianza che il nostro non è solo un gruppo di talento, ma è composto di ragazzi con la testa sulle spalle», dice Maccioni. Via il mister della promozione Giuseppe Mura, a Serramanna torna Riccardo Spini. «Vogliamo fare bene», aggiunge Maccioni.

I. Pillosu, Unione Sarda 1 luglio 2013

Commenta via Facebook

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato