Meteo: Serramanna | 14.37 °C

Neonato in famiglia, come comportarsi se avete un cane

di Davide Batzella Letto 6.268 volte2

di Andrea Piras

Bambini-e-Animali-Domestici

Ritorna la rubrica Un Cane per Amico (clicca qui pe leggere gli altri articoli), stavolta con un articolo dedicato al come comportarsi se si ha un bambino in casa e si vuole un amico a quattro zampe.

Ricordiamo che anche questa rubrica è disponibile nella nostra app android “A Serramanna”, presente nel Google Play (clicca qui per ulteriori informazioni).


logo-app
App Name
Developer
Free   
qrcode-app

bambini e cani

Alcune famiglie una volta arrivato un bebè in casa tendono ad allontanare il cane e a comportarsi diversamente con lui creando una sorta di competizione con il nuovo arrivato. In questo modo risulta normale che il cane riconosca nel neonato la causa principale del nuovo comportamento dei suoi proprietari e dunque il concorrente da eliminare. Allora come ci si deve comportare?

Nei mesi di gravidanza sarebbe opportuno frequentare un percorso di educazione in modo che venga creato un vero e proprio scudo di prevenzione in modo da evitare incomprensioni. Ovviamente i pericoli variano in relazione alla taglia e alla razza del cane e di conseguenza anche le prevenzioni da attuare. Cercherò di descrivere brevemente le principali linee da seguire per mantenere un corretto comportamento con il proprio cane.

  • È importante innanzitutto avere una corretta gestione del cane,  averlo sotto il nostro controllo, conoscendo le sue abitudini e i suoi comportamenti.
  • Durante la gravidanza dovremo riuscire ad insegnarli a non saltare addosso premiando i suoi comportamenti di calma (seduto, terra).
  • Poniamo delle regole precise su luoghi d’accesso, creando così già da prima della nascita una linea di confine affinchè l’incontro con il neonato non sia di forte impatto.
  • Iniziamo a fargli conoscere: oggetti da associare al bambino come carrozzina, seggiolone, girello e culla; suoni di pianti e risate di bambini; per abituarlo al bambino consiglio di prendere un bambolotto di forma neonatale (come il famoso ciccio bello)

Una volta arrivato il neonato dovremo cercare di non mutare le attenzioni che prima dedicavamo al cane (anzi dovremo abituarlo ad uscire e correre, portare a passeggio un cane la mattina presto e la sera aiuta a scaricare le tensioni della giornata).

Presentiamo il piccolo dapprima facendo annusare al cane indumenti e poi per associazione del bambino a qualcosa di piacevole per il cane.

Per problematiche serie è consigliabile comunque il supporto di un professionista.

Commenta via Facebook

Commenti (2)

  1. Ciao Andrea,
    È da un po che seguo la tua rubrica e vorrei porti alcune domande. Io ho un cucciolo di circa 7 mesi di beagle. é un vero e proprio giocherellone, iperattivo e anche un po distruttore. Infatti ormai da quando c‘è lui il giardino non esiste più. Premetto che lavoro circa 9ore al giorno ed é proprio in queste ore che lui fa i disastri. Come posso evitare ciò? Penso sia una causa persa, nel caso avessi bisogno di qualche incontro cinofilo dove potrei recarmi?

       2 Mi piace

  2. Salve Gianfranco, coglierò l’occasione per rispondere il prima possibile al tuo commento con un articolo. Intanto ti inizio a dire che se vuoi fare una lezione gratuita puoi contattarmi al numero 3930022868 e fissiamo un appuntamento. Il mio campo di Addestramento si trova a Samassi nei pressi della zona Industriale. A presto Andrea Piras

       0 Mi piace

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato