Meteo: Serramanna | 23.49 °C

Progetto Inveritas: Presentazione del Documentario su Serramanna

di Samuele Pinna Letto 3.735 volte7

sa passillada 2014_A3 tipografica-norifil

Come anticipato nel precedente articolo dedicato alla manifestazione “Sa Passillada” tenutasi nella giornata del 21 Settembre a Serramanna, una delle novità dell’edizione appena conclusasi è stata la presentazione del Progetto Inveritas (clicca qui per leggere il resoconto dell’incontro del 28 giugno 2014) con la proiezione del primo documentario su Serramanna diretto dall’antropologo Marcello Carlotti che così introduce la propria opera:

Il modello socioeconomico incentrato solo sulla ricerca della massimizzazione del guadagno e sull’atomizzazione del corpo sociale in tante monadi disconnesse, ha avuto, per un verso, la conseguenza di logorare il tessuto comunitario, accrescendo la solitudine e demolendo l’autostima, per l’altro, ha prodotto un rovesciamento di obiettivi, strumenti, fini e valori, trasformando uno dei mezzi per vivere (i soldi) in un fine di vita fino a se stesso. Queste sono, assieme a una serie di politiche globali, nazionali e locali errate, alcune delle cause della crisi contemporanea. Tuttavia la crisi, se interpretata nel giusto verso, offre sempre un’occasione di crescita, sviluppo e maturazione, essendo essa il frutto e il sintomo di qualcosa che non va e deve essere migliorata. Ma cosa bisogna davvero fare per uscire dall’avvitamento in una situazione stagnante, per rimettere al centro il rapporto dell’essere umano con se stesso, l’ambiente la natura e le differenti comunità culturali?

Il territorio del paese e la sua cultura materiale sono stati poi al centro del dibattito con il pubblico (presso l’Ex-Ma)  che ha annoverato anche gli interventi, oltre che del Dott. Carlotti,  di Lucio Fanti e del Dott. Fabrizio Palazzari (ideatore del portale online tramasdeamistade.org).

Il documentario (visibile a fine articolo) è stato interamente patrocinato dalla Studio-A Automazione di Serramanna.

Commenta via Facebook

Commenti (7)

    Lascia un Commento

    Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato