Meteo: Serramanna | 24.55 °C

Pazzieggiata 2015 – Il resoconto della 31^ edizione

di Samuele Pinna Letto 1.542 volte0

di Fabrizia Carboni

Cattura di schermata (2441)

Riceviamo e pubblichiamo con piacere questo resoconto dell’ultima edizione della Pazzieggata ricevuto da Fabrizia Carboni.

Il giorno dopo la conclusione della manifestazione abbiamo scritto due righe per ringraziare coloro che hanno permesso lo svolgimento della splendida giornata. Adesso vogliamo rendervi partecipi di quelli che sono stati i preparativi per questa 31^ Pazzieggiata.

Questa estate in una riunione del Consiglio Sociale presieduta, appunto, dal Presidente della Polisportiva Ignazio Frongia è stata scelta la data, da allora sono entrati nel vivo i preparativi (mai interrotti, comunque, da quella 1^ edizione del 1984).Organizzazione dei manifesti, autorizzazioni varie, spesa per il pranzo e per i premi, tagliandi e tanto altro. I primissimi giorni di settembre abbiamo iniziato la pubblicità su internet, i risultati sono stati buoni sin dall’inizio, le persone chiedevano e rispondevano agli inviti, si vedeva che il movimento era maggiore rispetto agli altri anni ma nulla era stato dato per scontato.

All’apertura delle iscrizioni che per il secondo anno si sono tenute presso i locali del Montegranatico, concessi dal Comune, siamo stati travolti dalle iscrizioni. 229 sono stati gli iscritti solamente il primo giorno (52% in più rispetto al primo giorno del 2014), ovviamente era quasi impensabile mantenere questa percentuale per tutta la settimana ma è stato bellissimo notare quanto la gente tenga a questo evento e alla maglietta celebrativa.

Le magliette sono terminate già dal 4° giorno, ci dispiace molto per chi avrebbe voluto averla, soprattutto per coloro che vengono da fuori paese, ma abbiamo fatto il massimo. Al 6° giorno abbiamo raggiunto la quota di 625 iscritti e si è trattenuta comunque la percentuale in positivo. Al Montegranatico si sono alternate ben 15 persone tra atleti, dirigenti, soci e genitori le quali hanno permesso che le iscrizioni si svolgessero senza intoppi dalle 16:30 alle 19:30 tutta la settimana. Il sabato si è visionato e segnato il percorso che da quest’anno è passato nella via Albania.

Veniamo al giorno clou.

Dalle 8:30 l’organizzazione era già pienamente operativa. A Santa Maria si iniziava ad allestire la zona pranzo e i premi nel palco mentre in Piazza del Popolo ci si organizzava per le ultime iscrizioni e per presidiare gli incroci.

Alle 9:00 iniziavano ad arrivare le prime iscrizioni di giornata, tutto tranquillo fino alle 10 circa. Da quest’ora uno dopo l’altro si alternavano nell’iscriversi. In quattro sono riusciti ad iscrivere esattamente 150 persone in circa 30 minuti. Non si aveva neanche il tempo di sollevare la faccia per guardare chi voleva iscriversi. Due gli addetti ai tagliandi, uno alle quote e una alle ricevute. Sembrava una macchina rodata da chissà quanto tempo, invece il quartetto era la prima volta che lavorava assieme. Ogni tanto qualcuno si avvicinava a domandare “A quanto siamo?”, “Abbiamo battuto il Record?”. Sino all’arrivo in pochi sapevano il numero esatto, ma forse lo si poteva intuire dai visi sorridenti di chi, appunto, lo sapeva e dalle centinaia e centinaia di persone che gremivano la Piazza. Coloro che erano incaricati al pranzo hanno preferito andare a comprare un po di pane e mele in più quando anche loro sono stati informati dei numeri finali.

Al “VIA“, dato dopo la Messa, è stato straordinario vedere tantissimi bambini correre anche solo per pochi metri con un sorriso a 100 denti, e poi fermarsi per il fiatone che incombeva. I bambini, ragazzi e gli adulti che la corsa la conoscono bene in quanto frequentano, o hanno frequentato, da anni il nostro settore di Atletica Leggera, hanno invece portato a termine i 6km senza sosta e a un ritmo veramente buono. Altrettanto bello è stato vedere gli adulti trainare passeggini o scambiare due chiacchiere con amici di vecchia data che magari non si vedevano da tempo, così come i giovani adulti che preferiscono farsi due passi trascorrendo un giorno differente dalle solite uscite giornaliere. E che ne pensate della partecipante che indossava la maglietta della 1^ edizione?!

Per la cronaca, a tagliare il traguardo per primi sono stati Cristiano Pisano al maschile ed Elisa Pintori al femminile. Entrambi sono stati premiati dal Presidente della Polisportiva Ignazio Frongia, dall’Assessore allo Sport Mariano Ortu e dal Presidente dall’ Associazione Sindrome X-Fragile (Sezione Sardegna) Antonio Murgia con degli oggetti realizzati da ragazzi affetti da questa Sindrome.

Nell’attesa che si completassero gli arrivi, a farci compagnia c’era la musica di Caparezza, una volta che tutti avevano consegnato i tagliandi ai volontari presenti all’arrivo, una “vociona” ha annunciato: <<Iniziamo subito a dire un numero: 795!!>>. Neanche il tempo di aggiungere un’altra parola che dalla lunghissima fila e da chi era già riuscito ad avere il pranzo parte un boato accompagnato da un applauso. Da qua si è capito che ce l’avevamo fatta! La gente era più contenta di noi, sapeva che avevamo battuto il Record della passata edizione e noi sapevamo che il lavoro era stato ripagato, che quello per cui ci stiamo battendo da anni (il movimento sportivo per una vita salutare) iniziava a essere capito non più dai soliti 400/500 partecipanti ma da 800; dal doppio!

Mentre una marea di persone faceva correttamente la fila al sole per prendere il meritato pranzo, guidati dalla voce che accompagna la Pazzieggiata ormai da parecchi anni, si è passati alla premiazione del più anziano (Bernardo Aceto del 1937), della più anziana (Annetta Murgia del ’35), dal più giovane (Alessio Sedda del maggio 2015) e dalla più giovane (Azzurra Murenu del gennaio 2015) culminata con l’estrazione dei premi. Novità di quest’anno è stato l’aver messo in ballo ben due biciclette, una da ragazza, che ha aperto l’estrazione, e una da uomo che, come sempre, ha chiuso il tutto.

Circa 150 sono stati i premi estratti e consegnati, si andava da quaderni a sturalavandini, da copri sedile per auto a zaini della Polisportiva, da una piantina di fiori a dei salvadanai, passando per buoni sconto fino a oggettistica varia per la casa, bici e tempo libero. Nome dopo nome, si potevano vedere delle facce sorridenti per il premio vinto o, semplicemente, per averlo vinto anche se era un piccolissimo oggetto, mentre quelle di alcuni bambini facevano capire che: o la bicicletta, o niente! E va beh, al prossimo anno, d’altronde la bici è una (pardon, due) non 800, sarebbe troppo bello poter accontentare tutti.

Ritornando al pranzo, facciamo i complimenti all’eccezionale capo-cuoco e alla sua squadra per non aver fatto mancare neanche una mela e agli arrostitori per l’ottima salsiccia e i wurstel cotti nel barbecue del chiosco. Quando anche la bici da uomo viene assegnata (a una donna), finalmente anche gli addetti al palco dopo tutto quel sole preso, possono masticare qualcosa. Verso le 15, e dopo un po di decisioni, parte la Caccia al Tesoro e il Risiko, tantissimi bambini ballano e si divertono con i lavoratori Amazon mentre 9 persone battagliano per ottenere la vittoria nel gioco di strategia. Alla fine tutti sono vincitori, ai partecipanti del primo vengono date delle buonissime caramelle gommose mentre ai più grandicelli del Risiko un buono per una consumazione al bar.

Nel mentre, decine di persone si stavano adoperando per spazzatura, ritiro sedie, banconi, tavoli, pentole (compresa pulizia) e tanto altro. Insomma neanche un attimo di pausa. In totale i volontari della Polisportiva sono stati circa 40. Questa giornata ci ha riempito d’orgoglio e ci ha dato una grande carica per continuare a organizzare questa manifestazione, senza dimenticare la motivazione per la quale sin dalla prima edizione la si organizza. Fate movimento, che sia in palestra o all’aria aperta, qualunque esso sia, fatelo!

E se volete entrare a far parte della Polisportiva Atletica Serramanna, noi vi stiamo aspettando. Come socio, come atleta, come qualsiasi altra cosa, farai parte di una splendida famiglia che dal 1979 si è messa al servizio dello sport!

Un “attrus’annus a tottus”, viva lo sport, viva la Polisportiva, viva la Pazzieggiata!!!

 

ASD Polisportiva Atletica Serramanna

Commenta via Facebook

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato