Meteo: Serramanna | 11.57 °C

Premio europeo al Sud Sardegna e Area Marina Protetta di Capo Carbonara. Il direttore è un serramannese

di Davide Batzella Letto 3.076 volte1

di Sergio Nuvoli

Il Sud Sardegna è la “prima destinazione sostenibile d’Europa”: lo certifica la Commissione europea. Un riconoscimento che premia l’eccellenza della nostra Regione per il percorso compiuto dai comuni con l’Ateneo con il coordinamento della prof.ssa Patrizia Modica. Superata la concorrenza di 200 destinazioni europee, del calibro di Barcellona.

ETIS AWARDS, VISIT SOUTH SARDINIA E UNICA RITIRANO IL PREMIO

Visit South Sardinia e l’Università di Cagliari a Bruxelles ritirano il premio quale migliore destinazione sostenibile europea per il 2016

Allo Charlemagne Building a Bruxelles si è appena conclusa la cerimonia ufficiale di premiazione degli ETIS Awards che vede riunite le migliori destinazioni europee in tema di sostenibilità e accessibilità.

Ritira il premio la Dott.ssa  Patrizia Modica e il Dott. Fabrizio Atzori
Ritira il premio la Dott.ssa Patrizia Modica e il Dott. Fabrizio Atzori

La Commissione Europea, valorizzando il lavoro svolto delle oltre 200 destinazioni che sin dal 2013 hanno contribuito a sviluppare il sistema di indicatori europei di sostenibilità nel turismo, ha premiato coloro che si sono contraddistinte per la gestione complessiva del proprio territorio e hanno ottenuto buoni risultati in ambito economico, in termini di impatto ambientale, sociale e culturale e con una particolare attenzione alla sostenibilità o all’accessibilità.

Visit South Sardinia ha vinto il primo premio quale destinazione sostenibile d’Europa per il 2016. Un premio che ripaga il lavoro svolto in questi anni nel campo della sostenibilità dalla destinazione Visit South Sardinia, composta da Cagliari, capofila del progetto, Villasimius, Muravera, Pula, Domus de Maria, con la collaborazione della omonima rete dei consorzi composta dal Consorzio Sardegna Costa Sud, Consorzio di Villasimius, Costiera Sulcitana, APT di Muravera e con il coordinamento e la supervisione scientifica della Prof. Patrizia Modica del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università di Cagliari.

Nel ritirare il premio Patrizia Modica ha spiegato che “questo AWARD riempie l’Università di Cagliari di orgoglio per aver supportato il suo territorio nell’applicazione del programma ETIS (European Tourism Indicator System). Il Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali insieme a Visit South Sardinia ha dato vita a un progetto di destinazione sostenibile, misurabile nei suoi risultati e riconoscibile secondo gli standard europei. Gli stessi standard che hanno permesso una comparazione tra destinazioni europee e la vittoria di Visit South Sardinia, e che permetteranno in futuro di parlare in tutta Europa una stessa lingua nella misurazione degli impatti del turismo su un territorio”.

fabrizio atzori 02

“Ora dobbiamo valorizzare questo premio e rendere sempre più attraente la destinazione del Sud Sardegna – dice l’assessore al Turismo del Comune di Cagliari Barbara Argiolas. Il riconoscimento ottenuto oggi deve essere di stimolo per i Comuni, le imprese e i cittadini di Cagliari e di tutta la destinazione Visit South Sardinia a lavorare ancora con più convinzione per lo sviluppo turistico di un territorio che deve fare della sostenibilità e dell’ambiente il suo attrattore principale e tradurre questo risultato in una leva operativa di marketing territoriale”.

Come evidenziano il Sindaco del Comune di Villasimius Gianluca Dessi e Presidente dell’ Area Marina Protetta “Capo Carbonara” e il Direttore  Area Marina Protetta “Capo Carbonara” Fabrizio Atzori, rafforzando il proprio impegno nel rendere sempre più efficace ed efficiente la propria azione a tutela e salvaguardia del proprio territorio, sin dal 2009 l’AMP ha ottenuto la certificazione EMAS che ha consentito di diffondere le politiche ambientali e soprattutto, raggiungere traguardi gestionali puntando verso una politica basata sulla sostenibilità. Entrambi gli enti, dunque dimostrano una perfetta e importante volontà di allinearsi con le politiche ambientali e sostenibili rendendo il territorio sempre più appetibile al turista.

fabrizio atzori 03

“La Commissione Europea incoraggia le destinazioni che stanno utilizzando gli indicatori ETIS ad associarsi e creare un network sul modello che è stato già sviluppato con EDEN (European Destination of Excellence) e utilizzare nell’ambito di questo network un logo identificativo ai fini promozionali”, afferma Carlo Corazza, Head of Unit Tourism, Culture and Creative Industries – European Commission. Conclude Cinzia De Marzo, Policy officer – DG GROW – European Commission: “La Commissione Europea darà visibilità a Visit South Sardinia e alle destinazioni che useranno ETIS nell’ambito del VTO (Virtual Tourism Observatory) per evidenziare gli impatti del turismo sui territori al fine di condividere le migliori pratiche europee”.

Commenta via Facebook

Commenti (1)

  1. CONGRATULAZIONI A FABRIZIO, CON LA SPERANZA CHE SIA D’ESEMPIO A TANTI GIOVANI SERRAMANNESI.

       1 Mi piace

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato