Meteo: Serramanna | 10.49 °C

Forti con i deboli, deboli con i forti

di Samuele Pinna Letto 5.016 volte3

di Manuela Orrù
jhgjhg
foto (R) castedduonline

La frase che dà il titolo a questo articolo è ben conosciuta. L’abbiamo sentita tante volte e altrettante l’abbiamo provata su noi stessi o vista realizzata intorno a noi.
Secondo me questa ben si adatta a quanto è stato fatto nei giorni scorsi con l’ordinanza del sindaco eseguita dalla polizia municipale che ha sequestrato Ringo, il cane di Efisio.
Dopo questa ordinanza mi aspetto, e a legittimo diritto, lo stesso di quei cittadini che hanno segnalato Ringo, di non incontrare più sulla mia strada (e per mia strada intendo tutte quelle che quotidianamente percorro per i più svariati motivi) cani che mi ringhiano, mi rincorrono nel tentativo di mordermi i polpacci o rendono il mio percorso uno slalom a ostacoli.

Mi si potrebbe obiettare: “Ma tu perché non hai mai fatto denuncia? Vai, fai la denuncia e vedrai…!” Cosa vedrò? Anzi, cosa ho già visto? Ho visto che c’è chi ha più forza nell’urlare il suo disappunto, chi riesce a farsi ascoltare (non so come) e chi invece è inascoltato, ignorato, messo da parte malgrado il suo diritto sacrosanto, calpestato, a volte letteralmente annullato, valesse tanto quanto quello degli urlatori. Dunque ottiene giustizia chi urla di più? Non so, certo c’è chi viene ascoltato e chi viene ignorato, chi ha santi in paradiso e chi non ha santi cui appellarsi.
Avrei proprio voluto vedere i vigili provare a catturare i tre enormi Pitbull che mi sono trovata davanti mentre facevo la mia passeggiata nello sterrato della pista dell’atletica… Faccio io stessa l’avvocato del diavolo: “Scema tu che non li hai chiamati”! E’ vero, sono proprio scema, non so perché ma non riesco a prendermela con i cani, mentre se avessi avuto davanti il padrone “di ap’essi ligiu sa vida”.

Ed ora torno a Efisio e a Ringo. Efisio lo conosco da sempre, conoscevo la madre e la sorella morte in un tragico incidente, è un mio vicino di casa, i suoi cani sporcano il mio vicinato ma non mi sono mai lamentata. Perché? Perché questo è il prezzo che ho scelto di pagare affinchè una persona, e ribadisco persona, come Efisio abbia i suoi affetti. Perché per lui i cani sono coloro che lo amano, gli tengono compagnia, lo capiscono e consolano i suoi dolori e le sue tristezze, forse sono testimoni dei pochi momenti di serenità. Sono certamente coloro che lo hanno accettato, accolto così come è. Quello che noi umani non riusciamo a fare.

Un giorno un bambino è tornato da scuola, agitato e trafelato non riusciva neanche a parlare dall’emozione forte. Raccontò che i cani di Efisio lo avevano abbaiato e rincorso e lui era scappato tornando indietro e che una signora lo aveva fatto entrare in casa sua e poi aveva sgridato i cani. Gli domandarono se voleva andare a dirlo ai vigili. Il bambino, di nove anni, con la risposta diede una lezione di vita e sensibilità che gli adulti neanche si sognano. Disse: “No mamma, poverino Efisio, come fa senza i cani, loro sono la sua famiglia”.

Manuela Orrù

Commenta via Facebook

Commenti (3)

  1. L’ennesimo caso di abuso di potere da parte del primo cittadino di Serramanna. Che vergogna !!! Il Sindaco dovrebbe dimettersi subito !!!!!!!!!!!!!!!

       1 Mi piace

  2. che fine ha fatto il cane? è stato restituito al legittimo proprietario?

       1 Mi piace

  3. Credo che tutti in paese abbiano incontrato Efisio, apparendo da Manuela il suo nome, ma lui e la sua famiglia di cagnoni sono noti a tutti o quasi. Si capisce osservandoli che si tratta proprio di una famiglia, sono sempre insieme… Ora, posto che il Sindaco ha il dovere di tutelare la cittadinanza e che, quindi, un provvedimento andava preso… Considerato che anche Efisio fa parte della cittadinanza e che il suo legame fortissimo coi cani è noto, forse sarebbe stato più opportuno chiedergli (ordinargli) di mettere una museruola al cane o di tenerlo al guinzaglio (e magari fornirgli l’una e l’altro) piuttosto che portarglielo via. Scrivo con 18 giorni di ritardo, spero che Efisio e il suo cagnolone siano di nuovo insieme…

       2 Mi piace

Lascia un Commento per Anna Annulla commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato