Meteo: Serramanna | 26.12 °C

Al via Stràngius 2023: testimoni del nostro tempo

di admin Letto 993 volte0

Prende il via oggi il Festival Letterario Internazionale della Letteratura Autobiografica Stràngius, promosso dall’Amministrazione Comunale e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Serramanna , in collaborazione con l’Associazione “Città della Terra Cruda” e patrocinato dalla Regione Sardegna. L’evento, giunto alla sua VI edizione, si terrà a Serramanna (SU) per sette giorni, da lunedì 11 settembre alla domenica 17 settembre 2023 e sarà ospitato nei bixinaus antigusu (antichi rioni) del paese, all’interno dei cortili delle antiche case campidanesi in terra cruda e vedrà susseguirsi presentazioni, reading letterari, mostre, estemporanee d’arte ed eventi Dopo Festival. Gli incontri con le scuole, Stràngius a Scuola, si terranno invece dal 14 al 17 Novembre 2023. 

Il tema di questa edizione è Banditi. Messi al bando. Oltre le sbarre fenomeni di libertà e criminalità. “Esiliare, censurare, reprimere, ma anche combattere per un mondo migliore. Di questo parla la sesta edizione di Strangius, dove con le autobiografie  dei nostri testimoni si ragionerà sul perché si mette al bando e sul perché  ci si ribella” (Giuseppe Manias, direttore artistico Stràngius).

Il Festival sarà articolato in sette giornate, ciascuna delle quali caratterizzata da un tema specifico: Messi al bando nel proprio paese (lunedì 11 settembre), Il colore della messa al bando (martedì 12 settembre), Letteratura e censura (mercoledì 13 settembre), Bandidus (giovedì 14 settembre), La terra messa al bando (venerdì 15 settembre), Messi al bando tra giustizia e carcere (sabato 16 settembre), Messi al bando perché da una parte e fuori dal sistema (domenica 17 settembre).

Gli autori ospiti

I “testimoni” di questa edizione affronteranno il tema “BANDITI” dal punto di vista sociale, economico, culturale, etico, politico e religioso e attraverso una narrazione che parte dagli scritti sul vissuto personale. 

Gli ospiti di questa edizione: Alfredo Sprovieri, giornalista d’inchiesta e di reportage, Federico Bonadonna, giornalista, scrittore insegna Antropologia culturale presso l’Accademia delle Belle Arti di Frosinone, Ibrahim Galdima, camerunese, scrittore e operatore, Anna Maria Gehnyei, scrittrice, cantante ( Karima 2G), danzatrice, e producer italiana di origine liberiana, Alessandra Cenni, saggista, docente di Letteratura italiana, svolge attività di ricerca presso le Università di Roma e Atene, Carmen Yáñez, poetessa cilena, Giovanni Farina, poeta/scrittore ed ex detenuto, Mario Guerrini, giornalista radio e telecronista, Mauro Morandi “il guardiano di Budelli” docente in pensione e Antonio Rinaldis docente di Filosofia e ricercatore, Nicoletta Dosio, ex docente, scrittrice e attivista No Tav, Davide Steccanella, scrittore e avvocato “degli indifendibili”, Paolo Persichetti, scrittore ed ex brigatista, Alberto Marquardt, argentino, militante, scrittore e direttore della fotografia, Luigi De Magistris, politico, ex magistrato ed ex sindaco di Napoli.

I premi

Come nelle precedenti edizioni, nel corso della manifestazione saranno consegnati i premi letterari “Franco Putzolu: testimone dell’identità sarda” e “Vico Mossa: testimone del nostro tempo”, opere realizzate dagli artisti Lucio Fanti e Silvia Concas (LS Linearte) e Marina Putzolu. 

Le mostre

Inaugurate sabato 9 settembre, saranno visitabili sino a domenica 17 settembre 2023

Dal 9 al 17 settembre, dalle ore 10 alle 12 e nel pomeriggio dalle 17 alle 20. Coordinamento e gestione mostre a cura dell’Associazione il Pungolo, in collaborazione con Associazione “Perdafitta”

Un’isola al bando. Quali banditi? Vignette di Franco Putzolu. A cura di Mauro Podda
Chiesa di San Sebastiano (Via Serra, 42)

Ritratti di bandito. A cura di Massimo Spiga presso il Caffè culturale Domenica Fiaba (Via della Rinascita, 60)

Eravamo davvero Far west. 9 taglie per 9 artisti. A cura di Giuseppe Manias.. Allestimento Massimo Spiga presso il Montegranatico (Via Montegranatico).

A difesa e protezione di Serramanna: la Compagnia Barracellare. A cura di Associazione Tradizioni popolari Serramanna. Oratorio di San Sebastiano (Via Serra 42)

Il dopo festival

Novità di questa edizione i due appuntamenti dopo festival. Venerdì 15, Stefano Giaccone con la performance Pasolini in forma di rosa”presso Adler Bierstube Via Serra 104/A Serramanna. Domenica 17,  Goccia” a cura di Kasia con Giacomo Calabaza presso il Kiosko Pineta parco via XXV Aprile Serramanna.

Le performance d’arte

Come avvenuto nella passata edizione, si ripropongono le performance d’arte a cura degli artisti: Francesco Virdis, Noemi Lisci, Giuseppe Todde, Luisa Irene Serpi, Sebastiano Pusceddu, Alice Frau e Luke_Zeta. Le performance si terranno dall’11 al 17 settembre presso le location delle presentazioni.

L’ingresso a tutte le presentazioni, mostre e iniziative è libero.

Tutti gli incontri si potranno seguire anche in diretta streaming nei canali ufficiali del festival: sito, YouTube e Facebook.

Commenta via Facebook

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato